Mercedes, Rosberg ammette: “Ho avuto fortuna”. Mea culpa Wolff: “Ci scusiamo con Lewis”

Il Gran Premio di Monaco ha visto vincere Nico Rosberg, aiutato da un errore di strategia in Mercedes che invece ha penalizzato Lewis Hamilton, solo terzo. Onesto il tedesco, che rende merito al compagno di squadra, amareggiato e deluso dal risultato. Si scusa il team, che ammette di aver fatto un errore di valutazione.

Mercedes, Rosberg ammette: “Ho avuto fortuna”. Mea culpa Wolff: “Ci scusiamo con Lewis”
foto: Getty Images

È ancora una volta la Mercedes a trionfare e per Nico Rosberg è arrivato il secondo successo stagionale a Montecarlo: con le sue tre vittorie consecutive sul tracciato monegasco il tedesco è il dominatore del Principato. Se la gara non è stata tra le più adrenaliniche viste fino ad ora, indubbiamente le Frecce d’Argento hanno catturato l’attenzione ancora una volta non solo per le gesta dei propri piloti. Durante il regime di Safety Car infatti, il team ha richiamato ai box Lewis Hamilton, fino a quel momento leader indiscusso di tutta la gara (come del resto di tutto il weekend), mettendo a rischio il suo trionfo. Così è stato e l’errore commesso dal team ha fatto sì che il Campione del mondo in carica perdesse la posizione non solo a favore del compagno di squadra, ma anche di Sebastian Vettel, che è salito così sul secondo gradino del podio. Nico Rosberg lascia il circuito felice della vittoria, mentre Lewis Hamilton è deluso dal risultato visti i presupposti di tutto il weekend. Il distacco in classifica tra i due si è ridotto oggi a dieci punti e in Canada, dove l’appuntamento con la Formula 1 è tra due settimane, sarà ancora battaglia tra i due piloti Mercedes.  

Conscio della superiorità del compagno di squadra durante tutto il fine settimana, Nico Rosberg ammette di aver avuto quella giusta dose di fortuna che lo ha portato a salire sul gradino più alto del podio. Onesto con se stesso e con il pubblico, il tedesco afferma che proprio Hamilton meritava di più. Inutile dire però che Rosberg è indubbiamente soddisfatto del risultato: “Il modo migliore di descrivere la gara è che io ho preso quello che mi è arrivato. Mi dispiace per Lewis, noi siamo in macchina  ed è sempre complicato giudicare le decisioni che vengono prese. Oggi sono molto felice, ma so anche di aver avuto fortuna. Lewis è stato più forte per tutto il weekend ed oggi ha guidato veramente bene, avrebbe meritato la vittoria. Ma nelle corse a volte va così e sono contento di aver ottenuto il miglior risultato possibile”.

A fine gara ci siamo trovati di fronte ad un Lewis Hamilton visibilmente deluso e arrabbiato. Testa bassa e una fredda stretta di mano all’incolpevole compagno di squadra, è apparso più calmo al momento delle dichiarazioni alla stampa. Il Campione del mondo in carica ha spiegato  “Non è stato facile per me, il team è stato fantastico,  si vince e si perde insieme, sono grato per il lavoro che fanno. Per quanto riguarda la decisione del team, ad essere sinceri è successo tutto molto velocemente. Ho visto uno schermo e sembrava che il team fosse in attesa di Nico. Ho pensato che chi mi seguiva stesse rientrando quindi quando il team mi ha detto di restare fuori, ho detto che le temperature stavano precipitando. Ho pensato che gli altri fossero su gomme option mentre io ero con le prime, quindi mi hanno detto di rientrare ai box. L’ho fatto pensando con fiducia che anche gli altri avessero fatto la stessa cosa. In gara comunque ho provato una bella sensazione, avevo un passo incredibile. Non ho dovuto spingere neanche troppo. Avrei potuto raddoppiare il distacco se necessario. Al momento l’unica cosa che penso è che sono contento del mio passo e tornerò a lottare la prossima gara”.

In Mercedes non si cercano scuse e Toto Wolff esprime molto chiaramente la delusione per la decisione sbagliata della squadra. Con molta chiarezza e senza troppi giri di parole, il team principal delle Frecce d’Argento si scusa con Hamilton per l’errore che lo ha portato a perdere una gara praticamente vinta: “Non possiamo far altro che scusarci con Lewis, è stato un errore di valutazione. Abbiamo calcolato male il distacco e ci assumiamo tutte le responsabilità. Oggi abbiamo vinto e perso allo stesso modo. Ci dispiace per Lewis, perché si vince e si perde insieme. Oggi dobbiamo solo scusarci con il nostro pilota, perché il nostro errore gli è costato la vittoria”

Formula 1