Hamilton dominatore, Vettel secondo. Rivivi la diretta del GP di Russia

Hamilton dominatore, Vettel secondo. Rivivi la diretta del GP di Russia
foto: VAVEL.com

GIRO 53: HAM - VET - PER - MAS - RAI - KVY - NAS - MAL - BUT 

Con la cerimonia del podio si conclude la nostra diretta. Vavel vi ringrazia e vi dà appuntamento fra due settimane, dove la Formula 1 volerà oltreoceano. Prossima tappa: Austin, Texas.

Chiude le interviste Perez, che al settimo cielo sostiene: "Mi sento alla grande, è bellissimo tornare sul podio. E' un piacere lavorare insieme a tutti loro, il mio team. A un giro dalla fine sembrava che tutto ci fosse sfuggito di mano, ma ero comunque contento di me stesso. Ho pensato che avevo dato tutto, non potevo fare di più. Avevo fatto tanti giri con un set di gomme, il degrado era enorme. All'ultimo giro, quando tutto mi è ritornato in mano, sono stato contentissimo".

E' il turno di Vettel, che dichiara: "E' stata una bella gara, la macchina era fantastica e continuavo a migliorare. Speravo di riprendere Lewis, ma lui ne aveva di più. Sarebbe stato molto bello salire con entrambe le macchine sul podio, potevamo riuscirci, ma pazienza. Vogliamo dare filo da torcrece alle Mercedes. stiamo lavorando per questo e provevremo a farlo man mano che andiamo avanti". 

Hamilton afferma: "Ero pronto a vedere una battaglia con Nico. Eravamo molto vicini all'inizio ed ero carico. Peccato per il team che ha perso una delle due macchine. Quando ho visto Seb mi sarebbe piaciuto se mi avesse raggiunto per avere un altro po' di adrenalina in gara. Comunque non do nulla per scontato, è tutto bellissimo, è una bella vittoria anche per la squadra e qui in Russia è tutto spettacolare"

E' arrivato il momento delle interviste per i primi tre, che rispondono alle domande di Eddie Jordan  

Vengono consegnati i trofei ai piloti. Si parte con lo champagne! 

E' il momento degli inni nazionali: suona quello inglese per Lewis Hamilton e quello tedesco per la Mercedes, che rimanda la festa del titolo costruttori

Novità della Pirelli, che qui porta dei cappellini da podio in puro stile russo. 

Maurizio Arrivabene dichiara ai microfoni: "Gara al cardiopalma, ma rispetto a quello che ci aspettavamo qua siamo andati bene. Per me è un incidente di gara quello che è successo tra Raikkonen e Bottas, ma adesso vediamo. Sicuramente sarà chiamato dai commissari per chiarire. Vettel ha volato, ma intanto continuiamo a fare le prove per le gare del 2015, poi nel 2016 vedremo"

Perez festeggia il podio, mentre Vettel corre dai suoi meccanici per celebrare il secondo posto in gara ed in classifica piloti. Ha movito di festeggiare anche Hamilton, vincitore della gara.

I piloti rientrano al parco chiuso ed i piloti vengono accolti dagli abbracci delle rispettive squadre

Giro 53 - BELLA GARA DI SERGIO PEREZ, CHE TAGLIA IL TRAGUARDO IL TERZA POSIZIONE

Giro 53 - SECONDO POSTO PER SEBASTIAN VETTEL, CHE SALE SUL PODIO E PASSA ROSBERG IN CLASSIFICA GENERALE

Giro 53 - LEWIS HAMILTON VINCE IL GRAN PREMIO DI RUSSIA 

Giro 53 - ULTIMO GIRO!!!!! RAIKKONEN CI PROVA, MA SI TOCCA CON BOTTAS!!! IL PILOTA DELLA WILLIAMS SI RITIRA, IL FINLANDESE DELLA FERRARI CHIUDE IN QUINTA POSIZIONE DOPO AVER DANNEGGIATO LA MACCHINA

Giro 53 - BOTTAS PASSA PEREZ E NE APPROFITTA ANCHE RAIKKONEN

Giro 52 - Perez, Bottas e Raikkonen sono veramente vicini. La lotta per la terza posizione è aperta

Giro 51 - Lewis Hamilton gira due secondi più lento di Vettel

Giro 51 - Perez e Bottas sono separati da mezzo secondo, la lotta per il podio è ancora apertissima 

Giro 50 - Mancano ormai 4 giri alla fine ed il sogno del podio per la Forca India si fa sempre più reale 

Giro 49 - GIRO VELOCE PER KIMI RAIKKONEN 

Giro 48 - RICCIARDO FERMO. RITIRO PER IL PILOTA RED BULL

Giro 47 - FUMO NERO DALLA RUOTA ANTERIORE DELLA TORO ROSSO DI SAINZ, CHE VA ANCORA LUNGO ED E' COSTRETTO AL RITIRO. 

Giro 46 - TESTACODA PER CARLOS SAINZ, CHE RIENTRA IN PISTA

Giro 46 - Tentativo di sorpasso di Raikkonen su Ricciardo, ma va lungo e deve cedere la posizione. Restano invariati: il pilota Red Bull è quinto e il finlandese della Ferrari resta sesto 

Giro 45 - Valtteri Bottas sorpassa di forza Daniel Ricciardo e si porta in quarta posizione. Ora punta Perez

Giro 44 - Felipe Massa passa Daniil Kvyat e si va a prendere l'ottava posizione. Grande gara del brasiliani, partito in quindicesima posizione 

Giro 43 - Mancano ormai meno di dieci giri al termine e, se dovesse così concludersi la gara, la Mercedes conquisterebbe il titolo costruttori, mentre Vettel salirebbe al secondo posto in classifica piloti

Giro 42 - Giro veloce per Sebastian Vettel!!

Giro 40 - Mancano ormai 13 giri alla fine della gara e la prima posizione di Hamilton sembra ben salda. Vettel insegue, ma è a 12 secondi da leader. Il tedesco della Ferrari precede Perez, che gli è distante 10 secondi 

Giro 39 - Molto vicini Kvyat e Massa, separati da poco più di mezzo secondo 

Giro 38 - Un nuovo giro veloce per Lewis Hamilton, inarrestabile e deciso 

Giro 37 - Mezzo secondo separa Bottas da Raikkonen. I due lottano per la quinta posizione. 

Giro 36 - BOTTAS PROVA IL SORPASSO, MA RAIKKONEN NE APPROFITTA E SI AVVICINA AL CONNAZIONALE. E BAGARRE

Giro 36 - Ricciardo in difficoltà, Bottas tenta l'attacco 

Giro 35 - Si ferma anche Nasr, che torna in pista in dodicesima posizione 

Giro 34 - Sosta anche per Kvyat, che rientra in nona posizione e si mette davanti a Button 

Giro 33 - Sebastian Vettel passa Sergio Perez in curva 13 e va a prendersi la quarta posizione 

Giro 33 - Rientra Lewis Hamilton, ma non perde la testa della gara. Continua a dominare il Campione del mondo in carica 

Giro 32 - RAIKKONEN RIENTRA IN PISTA DIETRO RICCIARDO E BOTTAS, MA PROVA SUBITO L'ATTACCO SUL PILOTA DELLA WILLIAMS 

Giro 32 - Si preparano di nuovo in Ferrari, RIENTRA RAIKKONEN

Giro 32 - Vettel esce dietro a Perez, che ha già effettuato la sua sosta, ma davanti a Bottas

Giro 31 - Si preparano al box della Ferrari. RIENTRA SEBASTIAN VETTEL E MONTA GOMME DURE

Giro 30 - Bottas prova a recuperare e passa Carlos Sainz, ma quest'ultimo non vuole cedere

Giro 29 - Bottas rientra in pista nel traffico, con una buona strategia le due Ferrari potrebbero passargli davanti al momento di effettuare la sosta

Giro 27 - Hamilton è dominatore assoluto di questa gara, con 13 secondi di vantaggio su Sebastian Vettel, ora secondo 

Giro 26 - Vettel è molto vicino, ma Bottas rientra ai box 

Giro 25 - PENALITA' PER SAINZ: PER LUI 5 SECONDI DI STOP&GO

Giro 25 - CARLOS SAINZ SOTTO INVESTIGAZIONE: ha tagliato la riga bianca al rientro in pit lane

Giro 24 - Il momento dei pit stop si avvicina, ma non sembra arrivato il turno di Vettel, che continua ad avvicinarsi alla Williams di Bottas 

Giro 23 - Due secondi separano Valtteri Bottas da Sebastian Vettel, ma i meccanici Ferrari si alzano e si preparano 

Giro 22 - Nuovo giro veloce per Lewis Hamilton

Giro 21 - Vettel fa il suo giro veloce e si avvicina a Bottas, ma il pilota Williams risponde e resiste, mantenendo la seconda posizione 

Giro 20 - Hamilton continua a dominare, lasciandosi dietro tutti, con Bottas a 4 secondi  

Giro 18 - E' DUELLO ANCHE TRA DANIEL RICCIARDO E CARLOS SAINZ!! NESSUNO DEI DUE ALZA IL PIEDE, MA IL PILOTA RED BULL HA LA MEGLIO SUL GIOVANE SPAGNOLO 

Giro 18 - Kvyat prova ad approfittare del duello Ferrari, ma deve anche guardarsi le spalle da Nasr

Giro 17 - NON SI FERMA VETTEL, CHE RIPROVA L'ATTACCO E RIESCE A PRENDERSI LA POSIZIONE SU RAIKKONEN, CHE SI LAMENTA DI NON AVERE VELOCITA'

Giro 17 - E' BAGARRE TRA I DUE FERRARISTI!!! VETTEL TENTA L'ATTACCO SU RAIKKONEN, MA IL FINLANDESE RESISTE. VETTEL LO ACCOMPAGNA ALL'ESTERNO

Giro 17 - Si riparte e Lewis Hamilton già si riprende un po' di margine

Giro 16 - RIENTRA LA SAFETY CAR, RIPARTE LA GARA!!! 

Giro 15 - E' un Nico Rosberg deluso quello che si presenta ai microfoni: "I primi giri erano buoni, ma dopo la Safety Car l'acceleratore si è rotto, non riuscivo a mollarlo e spingeva sempre nelle curve. Abbiamo tante componenti sulla macchina, questa non si era mai rotta, ma c'è sempre una prima volta. Abbiamo una sofrutna incredibile. Ma non mi abbatto, vado in Texas per correre e per provare a vincere"

Giro 15 - Mentre i commissari di pista puliscono l'asfalto togliendo i detriti della Lotus distrutta di Grosjean, le vetture continuano a sfilare dietro la Safety Car

Giro 15 - Dalle prima impressioni sembra che Grosjean abbia perso il posteriore, andando ad urtare le barriere e facendo un testacoda. Tanto spavento per lui, ma nulla di cui preoccuparsi, sta bene 

Giro 14 - Non si sono ancora fermati i piloti di testa, che continuano a girare dietro la Safety Car

Giro 14 - Molti piloti approfittano della Safety Car per effettuare la propria sosta

Giro 13 - Il pilota è uscito dalla vettura senza problemi, sembra stia bene

Giro 13 - GRAN BOTTO PER ROMAIN GROSJEAN!!!! DI NUOVO SAFETY CAR IN PISTA!

Giro 12 - Molto vicini Kvyat e Ricciardo, con l'australiano che tenta l'attacco

Giro 12 - Giro veloce per Lewis Hamilton, che domina senza problemi questo Gran Premio di Russia 

Giro 11 - Splendido sorpasso di Sainz, che va a prendersi l'undicesima posizione 

Giro 10 - Nel frattempo Sainz è molto aggressivo: a 3 decimi da lui c'è Button ed è pronto al suo attacco 

Giro 9 - Davanti a loro Kvyat e Ricciardo, sesto e settimo rispettivamente. Sono separati da pochi decimi e la battaglia è vicina 

Giro 9 - Mentre Lewis Hamilton è al comando e detta il ritmo, Felipe Massa è vicinissimo a Felipe Nasr ed è deciso a conquistare l'ottava posizione

Giro 8 - Rientra ai box Nico Rosberg, che esce dalla vettura mentre i meccanici provano a rimettere in sesto la sua Mercedes 

Giro 8 - ROSBERG RALLENTA E VIENE PASSATO ANCHE DA BOTTAS

Giro 7 - LEWIS HAMILTON PASSA E VA IN TESTA!!!!!! 

Giro 7 - Giro veloce per Lewis Hamilton, che è vicinissimo a Rosberg 

Giro 6 - Battaglia in casa Ferrari, con Sebastian Vettel che tenta l'attacco su Kimi Raikkonen. Questo resiste e lo tiene a 6 decimi 

Giro 5 - Lewis Hamilton infatti recupera velocemente il gap dal compagno di squadra 

Giro 5 - ALLARME PER ROSBERG, CHE HA ROTTO IL PEDALE DELL'ACCELERATORE

Giro 4 - SI RIPARTE!! Molto rapide le Mercedes, mentre Bottas riesce a tenersi dietro le due Ferrari 

Giro 3 - LA SAFETY CAR RIENTRA

Giro 3 - AVVISO PER LEWIS HAMILTON! Non può passare con tutte e quattro le ruote fuori dalla pista

Giro 3 - Nessun cambiamento ancora, le vetture sono ancora una dietro l'altra e seguono la Safety Car 

Giro 2 - Siamo ancora in regime di Safety Car, mentre Grosjean e Verstappen effettuano la loro sosta, quest'ultimo per sostituire la gomma forata 

Giro 1 - Hulkenberg perde il controllo della sua Force India e si gira. Coinvolti nell'incidente anche la Sauber di Ericsson e la Toro Rosso di Verstappen, che ha forato una gomma 

Giro 1 - INCIDENTE GIA' DOPO LA PRIMA CURVA! SAFETY CAR IN PISTA

LE FERRARI NON RIESCONO A PASSARE LA WILLIAMS DI BOTTAS, CHE MANTIENE LA TERZA POSIZIONE. PARTE MALE VETTEL, CHE VIENE PASSATO DA RAIKKONEN

PARTITI!!!!!!!! ROSBERG RIESCE A TENERE LA PRIMA POSIZIONE, SEGUITO DA LEWIS HAMILTON!!!!!! 

13.01 - Rosberg rallenta visibilmente prima di andarsi a posizionare sulla sua casella 

13.01 - Le vettura stanno concludendo il giro di ricognizione, ormai ci siamo: il semaforo sta per spegnersi

13.00 Tutto pronto! Ci siamo! I meccanici tolgono le coperture alle gomme. Mancano pochissimi secondi al giro di ricognizione. 

12.50 Vetture schierate sulla linea di partenza, a dieci minuti dal giro di ricognizione. A breve inno nazionale russo. 

12.45 Ci siamo! Un quarto d'ora al via del Gran Premio. Andiamo a dare un'occhiata al Circiuto di Sochi, che unisce e divide gli appassionati di Formula 1 sulle sue caratteristiche. 

12.40 Sebastian Vettel, durante la classica parata dei piloti, ha salutato molto calorosamente Carlos Sainz. Tutto si sarebbe aspettato il tedesco della Ferrari, fuorché di vederlo in pista quest'oggi. E' la follia della Formula 1: passione, adrenalina, ma anche incoscienza. 

12.35 Con le auto che pian piano si posizionano sulla griglia di partenza, andiamo a dare un'occhiata ai numeri della gara e dei protagonisti. Fernando Alonso festeggerà oggi, non nel miglior modo possibile, il suo 250mo Gran Premio in Formula Uno. Una carriera fantastica quella dell'asturiano, imbrigliato nelle difficoltà di una McLaren che stenta a trovare ritmo e risultati, con l'ex ferrarista sempre più in crisi. 

12.30 Live dal paddock e dall'interno del box della Toro Rosso, Borja Ortiz-Echague, manager dello spagnolo, ci fornisce le foto di Carlos Sainz che si accinge a salire in macchina. 

12.25 Con il secondo posto conquistato ieri Lewis Hamilton ha raggiunto il podio di una speciale classifica, quella delle prime file conquistate in qualifica. Raggiunto Alain Prost al terzo posto, ad una sola lunghezza dal suo mito Senna. 

Questa la classifica: 116 M Schumacher, 87 A Senna, 86 A Prost, 86 L Hamilton.

12.20 Dopo la curiosa quanto particolare presentazione con le matrioske, è tempo di guardare ai temi della gara: il pilota che farà gli onori di casa è il russo Daniil Kvyat. Secondo gran premio di casa per lui, che lo scorso anno era a bordo della Toro Rosso prima di essere promosso alla Red Bull. Il giovanissimo classe 1994 ha disputato fino ad oggi 33 Gran Premi, ottenendo il primo podio in carriera in Ungheria quest'anno con un ottimo secondo posto.

12.15 Passiamo alla gara, andando a guardare cosa succede in questi minuti in pista. Finita la parata con i saluti da parte dei piloti, parte lo show. Russi che festeggiano in questo modo l'arrivo della F1. 

12.10 Torniamo sull'incidente di ieri, quando tutti hanno temuto il peggio per il pilota spagnolo della Toro Rosso. Queste le immagini dell'impatto, avvenuto ad altissima velocità, con la vettura incastrata tra le barriere di protezione. 

12.05 Entriamo subito nella diretta del nostro live con le ultimissime notizie che ci giungono da Sochi. Carlos Sainz, protagonsta ieri di un bruttissimo incidente, è stato dichiarato idoneo a correre il Gran Premio di Russia e dunque sarà regolarmente in pista con la sua vettura. Pazzesco recupero soltanto se pensiamo al botto clamoroso di ieri durante le prove, che lo hanno costretto ad essere ricoverato in ospedale per ulteriori accertamenti. 

Questa la foto postata dal pilota spagnolo su Twitter ieri pomeriggio all'uscita dall'ospedale. 

12.00 Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta del Gran Premio di Russia di Formula 1. Siamo arrivati al sedicesimo appuntamento del mondiale e il circuito di Sochi sarà oggi teatro di una nuova gara.

Per la seconda volta nella storia della Formula 1, il paddock si sposta sulle rive del Mar Nero. All’interno dell’impianto utilizzato per le Olimpiadi invernali del 2014 sorge il circuito che ha visto un dominio Mercedes già dallo scorso anno. Lewis Hamilton è uscito vincitore dalla prima edizione e Nico Rosberg ha ottenuto oggi la pole position.

L’autodromo di Sochi è situato nell’omonima città, all’interno del Sochi Olympic Park. Teatro del Gran Premio di Russia, il tracciato si sviluppa per 5872 metri, che si snodano in 19 curve. È il terzo circuito più lungo del Mondiale, solo dietro a Spa-Francochamps e Silverstone. 

Sembra dunque imbattibile la Mercedes su questo circuito. Lo dimostra l’ennesima “doppietta” in qualifica, che però stavolta vede davanti a tutti Nico Rosberg. Il tedesco ha conquistato ieri la pole position, beffando così il più favorito compagno di squadra. In testa durante tutta la sessione, non si è lasciato scappare la prima casella. Nessun errore per Rosberg, mentre Hamilton sbaglia e non riesce ad essere incisivo. I due sono però separati da tre decimi e si prospetta una gara combattuta già da subito.

Dopo un venerdì difficile, dove i piloti non sono scesi in pista quasi mai, il lavoro è stato più duro per tutti. Ma nel box Mercedes sono riusciti ad ottenere il miglior spunto ed è un Nico Rosberg soddisfatto quello che si presenta ai microfoni. Il tedesco afferma: “Le qualifiche sono andate molto bene, ho trovato un buon bilanciamento della macchina, abbiamo un po’ tirato a indovinare ma tutto è andato alla perfezione: mi sono sentito a mio agio e ho fatto qualche buon giro. Sono molto contento. Abbiamo provato a preparare la macchina nella maniera migliore. Questa mattina abbiamo provato a percorrere alcuni run con un alto carico di benzina per farci un’idea di come potrebbe andare domani, per cui in quelle condizioni dovremmo avere un minimo di conoscenza della vettura.

Non è sempre festa per Lewis Hamilton. Il Campione del mondo in carica si è dovuto accontentare ieri della seconda posizione, a causa di un errore commesso nelle fasi finali della qualifica. Non si dà per vinto però ed è pronto ad affrontare la gara, i cui semafori si spegneranno fra poco: “Ho fatto un errore alla curva 13, ma non cerco scuse perché è stato un weekend difficile per tutti. Nico ha fatto un ottimo lavoro nel suo giro, io non sono perfettamente contento del mio bilanciamento ma nel complesso sono soddisfatto, è un ottimo risultato per il team e a giudicare dallo scorso anno partire secondo qui non è poi così male. È la pista con più spazio tra il via e la prima frenata però sono convinto che le mie possibilità di vittoria non sono legate esclusivamente alla partenza.” 

Resta comunque indiscusso il dominio della Mercedes che qui a Sochi, proprio come lo scorso anno, potrebbe conquistare il secondo titolo costruttori consecutivo. A riguardo Nico Rosberg ha dichiarato: “Il campionato costruttori per noi è un obiettivo molto importante per questo weekend, ma allo stesso tempo la mia intenzione è di ridurre il gap da Lewis.”

Ancora motori Mercedes ad aprire la seconda fila: è Valtteri Bottas a scattare dalla terza casella. Il pilota della Williams è sembrato competitivo già durante tutto il weekend, nonostante il tempo per girare sia stato poco sufficiente. Ma in qualifica ha continuato a tirar fuori le unghie, chiudendo il turno anche davanti alle ormai super competitive Ferrari. Il finlandese però è molto attardato dai due piloti Mercedes: per lui si tratta infatti di poco meno di 8 decimi dal leader. Bottas non si nasconde e lancia la sfida a Maranello: “Penso di poter battere la Ferrari qui. Almeno siamo stati competitivi. Il terzo posto è un buon punto di partenza, è stato un weekend complicato per tutti ma siamo riusciti a sfruttare bene la terza sessione di prove, per quello che si è potuto fare. Siamo riusciti a fare buoni giri in qualifica con una certa continuità, sono soddisfatto di quel che ho fatto e del lavoro del team.”

Decisamente meno soddisfatto è Felipe Massa, che qui a Sochi sembra non trovare il giusto spunto. Ancora difficoltà per lui, che non è andato oltre il quindicesimo posto, non riuscendo neanche a passare il taglio in Q3. Visibilmente deluso il brasiliano, che dichiara: “Ho preso traffico in due giri e ho dovuto rallentare ogni volta per preparare il successivo, è successo due volte. Alla fine non avevo più gomme posteriori e non sono riuscito a fare il tempo. Nel momento di massima prestazione della gomma non avevo la possibilità di sfruttarla per il traffico. Tutto è successo insieme, sono molto deluso. Non so neanche che strategia usare e cosa possiamo fare per guadagnare in gara.”

Un po’ in difficoltà le Ferrari, che qui a Sochi non sono riuscite a tenere testa alle due Mercedes durante le qualifiche. Un salto nel buio generale le strategie, a causa dei vari imprevisti durante tutte e tre le sessioni di libere, ma i problemi non sono mancati. Sebastian Vettel ha chiuso la sua qualifica in quarta posizione, seguito da Kimi Raikkonen, quinto. Il primo accusa un ritardo di poco più di 8 decimi dal poleman, mentre il secondo va oltre il secondo di distacco.

Non è soddisfatto Sebastian Vettel, che dopo le qualifiche afferma: “Non sono del tutto soddisfatto di oggi, credo che la terza piazza fosse alla nostra portata. In qualifica abbiamo iniziato molto bene, in Q1 ci è bastato un solo tentativo. Poi non so, via via che la sessione continuava ho perso un po’ di feeling e alla fine non sono riuscito a mettere insieme il giro. La strategia è un po’ un’incognita, ma cercheremo di fare del nostro meglio. Penso sia possibile lottare con la Williams, credo che abbiamo un’ottima macchina e che dovrebbe essere una buona gara, sono molto fiducioso. Le Mercedes sono state sempre più o meno ad un secondo di distacco, ma credo che domani saremo più vicini. Mi aspetto un divario inferiore, comunque staremo a vedere. Se avremo una possibilità cercheremo di coglierla al volo. Ovviamente sarebbe stato più facile se fossimo stati un po’ più vicini alla pole position, ma in gara vedremo”. 

Non è più contento Kimi Raikkonen, anzi: “Finora è stato un weekend di compromessi, a causa del meteo e di tutto quello che è accaduto. La qualifica non è stata delle più facili, era complicato portare in temperatura le gomme nell’arco di un solo giro, come avremmo voluto fare, per via del freddo. Ma non appena riuscivamo a farle funzionare bene, il comportamento della vettura diventava abbastanza buono. Nell’ultimo tentativo in Q3 non c’era tempo per fare più di un giro: all’inizio è andata bene, ma poi sono andato largo e ho perso tempo prezioso. Domani la gara sarà un po’ un’incognita per tutti, perché non abbiamo dati sufficienti dai long run, ma penso che noi dovremmo essere a posto. Quando riusciremo a portare le gomme alla temperatura giusta, sono sicuro che i tempi sul giro saranno molto diversi. Cercheremo di fare una buona partenza e poi da lì si vedrà. Speriamo di fare una bella gara”.

Tanta paura ieri mattina durante la terza ed ultima sessione di prove libere: uno spaventoso incidente ha visto protagonista Carlos Sainz, rimasto “intrappolato” tra le barriere di protezione del circuito dopo averle urtate ad una altissima velocità. Tanto lo spavento in un primo momento, salvo poi ricevere notizie confortanti. Sainz non ha mai perso conoscenza. Tirato fuori dall’abitacolo con tutto il sedile, è stato portato al centro medico prima e all’ospedale poi. Ulteriori accertamenti non hanno evidenziato lesioni. Il pilota sta bene e ieri ha rassicurato i suoi fans sui social con un selfie ed una didascalia divertente: “Tutto ok! Niente di cui preoccuparsi! Sto già pensando a come convincere i medici a farmi correre domani!”. 

Le qualifiche di ieri hanno visto dunque un dominio Mercedes, con la pole position di Nico Rosberg. Prima fila per le Frecce d'Argento, grazie al secondo tempo di Lewis Hamilton. In seconda fila troviamo Valtteri Bottas e Sebastian Vettel, mentre Kimi Raikkonen è quinto. Di seguito la griglia di partenza con i tempi e gli eliminati nelle fasi precedenti. 

Griglia di partenza del Gran Premio di Russia

1 Nico Rosberg     Mercedes    1'37"113
2 Lewis Hamilton  Mercedes    +0.320
3 Valtteri Bottas  Williams    +0.799
4 Sebastian Vettel  Ferrari    +0.852
5 Kimi Raikkonen  Ferrari    +1"235
6 Nico Hulkenberg  Force India    +1"546
7 Sergio Perez    Force India    +1"578    
8 Romain Grosjean  Lotus    +1"674
9 Max Verstappen   Toro Rosso    +1"811    
10 Daniel Ricciardo  Red Bull    +2"615

Eliminati in Q2
11 Daniil Kvyat
12 Felipe Nasr
13 Jenson Button
14 Pastor Maldonado
15 Felipe Massa

Eliminati in Q1
16 Fernando Alonso
17 Marcus Ericsson
18 Will Stevens
19 Roberto Merhi

Share on Facebook