Formula 1, Sochi: ancora Hamilton che trionfa davanti a Vettel

Lewis Hamilton si porta a casa una nuova vittoria. Sul podio con lui Sebastian Vettel, ottimo secondo. Splendido terzo posto per Sergio Perez. Raikkonen quinto dopo un contatto sotto investigazione con Bottas. Tanta sfortuna per Rosberg, che si ritira di nuovo.

Formula 1, Sochi: ancora Hamilton che trionfa davanti a Vettel
foto: Getty Images

Due incidenti (uno al via tra Hulkenberg, Ericsson e Verstappen ed un altro con protagonista Romain Grosjean) e altrettante Safety Car per un Gran Premio di Russia ricco di suspence e incognite. Ma una cosa è certa: Lewis Hamilton è inarrestabile. Il Campione del mondo in carica ottiene un nuovo trionfo e mette un’ipoteca pesante su un nuovo titolo. Il Gran Premio di Russia è ad appannaggio dell’inglese, che qui conquista la seconda vittoria consecutiva dopo una meravigliosa gara che ha dominato ancora una volta. Festa per il titolo costruttori rimandata per la Mercedes, con Nico Rosberg colpito ancora dalla sfortuna: il tedesco, che partiva dalla pole, aveva tenuto la testa fino a quando un problema all’acceleratore non lo ha fermato. Per lui è arrivato un ritiro che pesa molto in chiave mondiale. Soccombe Rosberg, mentre festeggia Hamilton: è questa la domenica a doppia faccia delle Frecce d’Argento, che però viaggia con tranquillità verso due nuovi titoli: in Texas ci sarà il primo match point dell’inglese, che può coronare un nuovo sogno iridato, mentre la squadra potrebbe anche completare la festa con il secondo titolo costruttori consecutivo.

La Mercedes domina, ma la Ferrari c’è. Dopo un venerdì complicato e  delle qualifiche non avevano soddisfatto pienamente i piloti, in gara sia Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen hanno tirato fuori il meglio. Grande il potenziale di questa SF15-T, che ha tagliato il traguardo in seconda posizione con il tedesco. Nuovo podio per Vettel, che con questo risultato scavalca Rosberg in classifica e si piazza in seconda posizione nella generale. Quarto podio consecutivo per il tedesco, che sta decisamente lavorando alla grande su questa Ferrari. Meno fortunato Kimi Raikkonen, che comunque ha disputato una grandissima gara, deciso e aggressivo, a volte fin troppo. Nelle primissime fasi di gara si è reso protagonista di belle battaglie con il compagno di squadra. Dopo essere rimasto dietro a Vettel, il finlandese ha lottato con Valtteri Bottas per poi arrivare al culmine della bagarre nelle fasi finali di gara. Proprio all’ultimo giro i due si sono resi protagonisti di un contatto mentre lottavano per il terzo posto: fine della gara per Bottas, mentre il connazionale della Ferrari ha tagliato il traguardo in quinta posizione.

“Tra i due litiganti il terzo gode”: dopo una meravigliosa gara, Sergio Perez era ormai al limite e aveva perso il terzo posto a favore dei due finlandesi. Ma il contatto tra i due ha fatto sì che, anche con gomme finite, il messicano della Force India riuscisse a chiudere il podio, passando sotto la bandiera a scacchi in terza posizione. Grande festa in casa Force India e per Perez, che non saliva sul podio dal Gran Premio del Bahrein del 2013.

Tanta gioia per il podio, ma il vero pilota di giornata è Carlos Sainz. Il pilota della Toro Rosso, protagonista di uno spettacolare quanto spaventoso incidente durante le terze libere di ieri, non ha disputato le qualifiche perché in ospedale. Tornato in hotel ieri sera, ha ricevuto questa mattina l’ok dei medici, che lo hanno autorizzato a correre. Di nuovo in pista il piccolo “toro”, che è scattato dal fondo dello schieramento. Una gara in rimonta per il giovanissimo Sainz, che è risalito fino alla settima posizione. Un problema ai freni ha fermato la sua meravigliosa corsa, che si è conclusa con un ritiro. Fuori dalla gara anche Daniel Ricciardo, che non riesce ad essere competitivo quanto vorrebbe. 

RISULTATI GP RUSSIA

  1. L. HAMILTON – Mercedes 1.37.11.024
  2. S. VETTEL – Ferrari +5.953
  3. S. PEREZ – Force India Mercedes +28.918
  4. F. MASSA – Williams Mercedes +38.831
  5. K. RAIKKONEN – Ferrari +42.358
  6. D. KVYAT – Red Bull Racing Renault +47.566
  7. F. NASR – Sauber Ferrari +56.508
  8. P. MALDONADO – Lotus Mercedes +1.01.088
  9. J. BUTTON – McLaren Honda +1.19.467
  10. F. ALONSO – McLaren Honda +1.26.210
  11. M. VERSTAPPEN – STR Renault +1.28.424
  12. V. BOTTAS – Williams Mercedes +1 Giro
  13. R. MERHI – Marussia Ferrari +1 Giro
  14. W. STEVENS – Marussia Ferrari +2 Giri
  15. D. RICCIARDO – Red Bull Racing Renault +6 Giri
  16. C. SAINZ – STR Reanult RITIRATO
  17. R. GROSJEAN – Lotus Mercedes RITIRATO
  18. N. ROSBERG – Mercedes RITIRATO
  19. N. HULKENBERG – Force India Mercedes RITIRATO
  20. M. ERICSSON – Sauber Ferrari RITIRATO

CLASSIFICA PILOTI

  1. L. HAMILTON 302
  2. S. VETTEL 236
  3. N. ROSBERG 229
  4. K. RAIKKONEN 129
  5. V. BOTTAS 111
  6. F. MASSA 109
  7. D. KVYAT 74
  8. D. RICCIARDO 73
  9. S. PEREZ 54
  10. R. GROSJEAN 44
  11. N. HULKENBERG 38
  12. M. VERSTAPPEN 32
  13. F. NASR 23
  14. P. MALDONADO 20
  15. F. ALONSO 12
  16. C. SAINZ 12
  17. M. ERICSSON 9
  18. J. BUTTON 8
  19. R. MERHI 0
  20. W. STEVENS 0
  21. A. ROSSI 0

CLASSIFICA COSTRUTTORI

  1. MERCEDES 531
  2. FERRARI 365
  3. WILLIAMS 220
  4. RED BULL 147
  5. FORCE INDIA 92
  6. LOTUS 64
  7. TORO ROSSO 44
  8. SAUBER 32
  9. MCLAREN 20
  10. MARUSSIA 0