F1, Austin: Hamilton il più rapido nelle libere 3, ma la pioggia non si ferma

La pioggia è nuovamente protagonista ad Austin e complica anche il terzo turno di prove libere. Se continuasse così però, questa potrebbe essere la griglia di partenza, con qualche penalità. Il più rapido è Hamilton, davanti a Vettel e Hulkenberg.

F1, Austin: Hamilton il più rapido nelle libere 3, ma la pioggia non si ferma
foto: Getty Images

Siamo ora alla terza sessione di prove libere per la Formula 1, di scena questo weekend ad Austin. Le condizioni non sono troppo differenti rispetto alla prima giornata: le temperature si sono abbassate, il vento è piuttosto forte e la pioggia cade copiosa sul tracciato da ben cinque ore, ma non ci sono fulmini come successo ieri durante il secondo turno, quindi la direzione ha deciso di dare il via a questa sessione. Il tempo sembra dovrebbe peggiorare, cosa che potrebbe compromettere anche le qualifiche, ma si deciderà anche in base a chi sceglierà di provare. Non ci sono spettatori sugli spalti per evitare le difficoltà sorte ieri con le vetture bloccate nel parco, quindi l’atmosfera è piuttosto diversa rispetto al solito.

Il primo a scendere in pista è Daniel Ricciardo, che decide quindi di montare le gomme da bagnato pesante per rendersi conto di persona delle condizioni del tracciato. Poco dopo si fa vedere anche il compagno di squadra Daniil Kvyat, che conferma la presenza di tantissima acqua in pista, ma assicura che le condizioni non sono poi così tragiche. Decidono di rischiare anche entrambi i piloti Mercedes, autori subito di due fuoripista, i due ferraristi, i piloti Lotus e quelli Williams. Un team radio di Raikkonen ci informa che nei minuti successivi la pioggia potrebbe addirittura intensificarsi, cosa che complicherebbe i lavori, mentre intanto la pista si riempie. È in difficoltà Rosberg, che finisce nuovamente fuoripista finendo contro le barriere, ma non sembra ci siano troppi danni alla vettura: il tedesco quindi riesce a ripartire ed a tornare ai box. Se le qualifiche non dovessero svolgersi, si terrebbe conto dei tempi di questa sessione per la griglia di domani, a cui si aggiungeranno le penalità: Vettel, Raikkonen e Alonso hanno sostituito il motore, quindi perderanno dieci posizioni.

I due ferraristi intanto occupano le prime due posizioni, davanti a Hulkenberg, Bottas, Hamilton, Alonso, Massa, Sainz, Perez e Kvyat a completare la top ten. Rosberg riesce a tornare in pista per realizzare un tempo cronometrato, visto che a causa del fuoripista è in ultima posizione, ma dovrà rischiare molto visto che la pioggia continua a intensificarsi. Alcuni piloti però riescono a migliorarsi, come Bottas che risale in terza posizione, o Hulkenberg poco dopo che si inserisce tra i due ferraristi, mentre Rosberg ottiene al momento il quinto tempo, davanti al compagno di squadra. A circa mezz’ora dalla fine le due Mercedes, le due Ferrari, le due McLaren e Verstappen si fermano ai box per qualche minuto, tornando poi nuovamente in pista, mentre gli altri piloti continuano a realizzare qualche giro, migliorando alcune prestazioni. Non passa molto prima che Hamilton prenda il comando della classifica, scendendo per primo sotto i due minuti e rifilando ben otto decimi a Vettel, protagonista di un doppio testacoda a causa dell’aquaplaning.

Ad una ventina di minuti dalla fine i piloti rientrano ai box, in attesa di un miglioramento delle condizioni meteo. La classifica vede Lewis Hamilton in prima posizione, davanti a Sebastian Vettel, Nico Hulkenberg, Valtteri Bottas, Carlos Sainz, Daniil Kvyat, Kimi Raikkonen, Daniel Ricciardo, Nico Rosberg e Felipe Massa a completare le prime dieci posizioni. La pioggia è sempre più insistente in pista, con i piloti ormai fuori dall’abitacolo delle proprie vetture, lasciando intendere che ormai è impossibile fare di più per questo turno.

La classifica:

1

44

Lewis Hamilton

Mercedes

 

1'59"517

09

 

2

05

Sebastian Vettel

Ferrari

+00"863

2'00"380

09

 

3

27

Nico Hulkenberg

Force India

+00"979

2'00"496

12

 

4

77

Valtteri Bottas

Williams

+01"006

2'00"523

14

 

5

55

Carlos Sainz

Toro Rosso

+01"170

2'00"687

11

 

6

26

Daniil Kvyat

Red Bull

+01"177

2'00"694

12

 

7

07

Kimi Raikkonen

Ferrari

+01"268

2'00"785

09

 

8

03

Daniel Ricciardo

Red Bull

+01"491

2'01"008

12

 

9

06

Nico Rosberg

Mercedes

+01"957

2'01"474

07

 

10

19

Felipe Massa

Williams

+02"682

2'02"199

13

 

11

11

Sergio Pérez

Force India

+03"143

2'02"660

12

 

12

08

Romain Grosjean

Lotus

+03"308

2'02"825

10

 

13

13

Pastor Maldonado

Lotus

+03"404

2'02"921

11

 

14

14

Fernando Alonso

McLaren

+03"858

2'03"375

09

 

15

09

Marcus Ericsson

Sauber

+04"882

2'04"399

13

 

16

22

Jenson Button

McLaren

+05"766

2'05"283

07

 

17

28

Will Stevens

Manor

+05"861

2'05"378

11

 

18

53

Alexander Rossi

Manor

+06"090

2'05"607

11

 

19

12

Felipe Nasr

Sauber

+07"275

2'06"792

11

 

20

33

Max Verstappen

Toro Rosso

+10"477

2'09"994

07

 

Formula 1