Austin, Hamilton trionfa ed è Campione. Meravigliosa rimonta di Vettel. Rivivi la diretta

Austin, Hamilton trionfa ed è Campione. Meravigliosa rimonta di Vettel. Rivivi la diretta
foto: VAVEL.com

Giro 56 -  HAM ROS VET VES PER BUT SAI MAL NAS RIC

Con la fine della cerimonia del podio si conclude anche la nostra diretta. La Formula 1 e Vavel vi danno appuntamento alla settimana prossima, dove in Messico si disputerà una nuova gara. 

E' infine Sebastian Vettel a prendere la parola: "Abbiamo una grandissima macchina e siamo andati al di là di ogni aspettativa. Certo, non è bello sapere che tagli il traguardo ma non puoi più lottare per il titolo. Però voglio fare tanti complimenti a Lewis!! Noi ci stiamo avvicinando e speriamo nell'anno prossimo"

Arriva il turno di Nico Rosberg, visibilmente amareggiato e di poche parole: "Sono molto deluso, non so cosa sia successo, davvero. Ad ogni modo ringrazio tutto il pubblico che è stato qui nonostante tutto. Grazie, ma sono deluso, veramente"

Elton John sale sul podio per le interviste di rito. A parlare per primo è Lewis Hamilton: "Voglio ringraziare tutto il pubblico per essere venuto, per essere stati sotto la pioggia. Vi meritavate questo show oggi. Non riesco a trovare le parole giuste per spiegare come sto. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l'aiuto di questo meraviglioso team. Vi amo davvero. Grazie anche a chi è a casa, alla mia famiglia. Grazie, vi amo tutti"

Arriva il momento della consegna dei trofei. Nico Rosberg è molto scuro in volto, mentre Hamilton e Vettel festeggiano ognuno il proprio risultato.

Salgono sul podio i primi tre e risuona l'inno nazionale britannico per Lewis Hamilton, vincitore assoluto di questa gara e della stagione. Segue l'inno tedesco, in onore alla Mercedes

Nel frattempo, Maurizio Arrivabene ha detto al sua sulla gara ai icrofoni di Sky: "E' stata una gara molto molto difficile, Seb è stato grande. Sono contento per lui e per la squadra che ha fatto un bellissimo lavoro. Di certo, complimenti a Hamilton e ci vediamo il prossimo anno. Questa è una squadra fantastica. Se guardate da dove siam partiti e dove siamo arrivati con Seb...siamo stati sfortunati con Kimi, ma lui è stato pazzesco se vedete come è uscito dalle barriere".

I piloti sono arrivati al parco chiuso e si lanciano tra le rispettive squadre

LA FESTA E' TUTTA PER LUI, LEWIS HAMILTON, CHE VINCE IL TITOLO PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO

(Foto: Formula 1 Official Twitter)

SECONDO NICO ROSBERG, MENTRE SEBASTIAN VETTEL E' TERZO, MA MANTIENE LA POSIZIONE IN CLASSIFICA. MERAVIGLIOSA GARA DEL FERRARISTA, CHE RECUPERA DALLA TREDICESIMA ALLA TERZA POSIZIONE

BANDIERA A SCACCHI!!!!! LEWIS HAMILTON VINCE LA GARA E CONQUISTA IL SUO TERZO TITOLO MONDIALE!!!!! EGUAGLIA IL SUO MITO DI SEMPRE, AYRTON SENNA!

Giro 56 - VETTEL E' VICINO, MA NON ABBASTANZA PER PASSARE NICO ROSBERG

Giro 56 - E' INIZIATO L'ULTIMO GIRO!! MENTRE HAMILTON DOMINA, VETTEL TENTA IL TUTTO PER TUTTO PER PASSARE ROSBERG

Giro 55 - Difficile per Vettel, che però è vicino. 4 DECIMI TRA I DUE

Giro 55 - Sebastian VETTEL SI AVVICINA A Nico ROSBERG!!!! E' VERAMENTE VICINO!!! E' SOTTO IL SECONDO!

Giro 54 - Sainz non molla: sono pochi i decimi di ritardo da Button ed il pilota della Toro Rosso CI PROVA!! TENTA L'ATTACCO CHE VA A BUON FINE! SAINZ E' DAVANTI A BUTTON 

Giro 53 - Problemi di potenza per Fernando Alonso, che gira veramente molto lento. Non un bel finale dopo una splendida gara

Giro 52 - Grandissima rimonta di Sainz, che è ora settimo ed è deciso a prendersi la sesta posizione su Button

Giro 51 - Lewis Hamilton guadagna decimi su Rosberg, che vede sfumare le opzioni di titolo

Giro 51 - Pit stop per Daniel Ricciardo

Giro 50 - CARLOS SAINZ LANCIATISSIMO, ENTRA IN BAGARRE CON RICCIARDO E LO PASSA DI FORZA. 

Giro 50 - CON QUESTE POSIZIONI LEWIS HAMILTON SAREBBE CAMPIONE DEL MONDO

Giro 49 - HAMILTON PASSA IN TESTA APPROFITTANDO DELL'ERRORE DI ROSBERG

Giro 48 - BRUTTISSIMO ERRORE DI NICO ROSBERG, CHE PERDE TUTTO IL VANTAGGIO CHE AVEVA

Giro 48 - DIETRO AI PILOTI DI TESTA C'E' BAGARRE TRA BUTTON E LE DUE LOTUS. NELLA LOTTA SI INSERISCE ANCHE CARLOS SAINZ

Giro 47 - VETTEL SI PRENDE LA TERZA POSIZIONE AI DANNI DI VERSTAPPEN

Giro 47 - Max Verstappen è terzo e resiste a Sebastian Vettel, che nella ripartenza ha tentato l'attacco. 

Giro 47 - RIPARTE LA GARA, ROSBERG DETTA IL RITMO

Giro 46 - La Safety Car rientra e la gara può ricominciare

Giro 45 - Safety Car ancora in pista, con i piloti in fila

Giro 44 - E' ora Nico Rosberg a comandare la gara, davanti a Lewis Hamilton. In terza posizione troviamo Max Verstappen, che precede Sebastian Vettel

Giro 43 - RIENTRA ANCHE SEBASTIAN VETTEL CHE MONTA GOMMA MORBIDA

Giro 43 - RIENTRA LEWIS HAMILTON PER LA SUA SOSTA AI BOX

Giro 43 - DI NUOVO SAFETY CAR IN PISTA!!! 

Giro 43 - ALTRO COLPO DI SCENA1!! DANIIL KVYAT A MURO!!

Giro 42 - ROSBERG NE HA DI PIU' E PASSA VETTEL CON FACILITA'. VETTEL E' ORA TERZO

Giro 42 - NICO ROSBERG E SEBASTIAN VETTEL SONO VICINISSIMI

Giro 41 - Nico Rosberg ricuce il distacco da Sebastian Vettel e recupera terreno

Giro 40 - GRANDISSIMO SORPASSO DI FERNANDO ALONSO, CHE E' IN ZONA PUNTI E PASSA SERGIO PEREZ

Giro 40 - FINE DELLA VIRTUAL SAFETY CAR!

Giro 39 - La Direzione Gara ha messo sotto investigazione l'incidente tra Ricciardo e Hulkenberg

Giro 39 - Sosta ai box per Rosberg, che rientra in quarta posizione. Sebastian Vettel è così secondo. Si fermano anche Ricciardo e Kvyat

Giro 38 - Nel frattempo arriva la penalità per Carlos Sainz: 5 secondi per lui, da scontare quando rientra per la sosta o a fine gara

Giro 38 - VIRTUAL SAFETY CAR

Giro 37 - CONTATTO TRA DANIEL RICCIARDO E NICO HULKENBERG. IL PILOTA DELLA FORCE INDIA HA LA VETTURA DANNEGGIATA ED E' COSTRETTO A FERMARSI A BORDO PISTA

Giro 37 - Carlos Sainz è sotto investigazione per aver superato il limite di velocità in pit lane

Giro 36 - Vicinissimi Hamilton e Rosberg

GIRO 35 - VERSTAPPEN E' INARRESTABILE!!!! PASSA DEFINITIVAMENTE RICCIARDO E ALLUNGA SUL PILOTA RED BULL, ENTRATO IN CRISI

Giro 34 - Lungo di Kvyat, che perde posizioni e scivola fino alla settima posizione

Giro 34 - BAGARRE TRA VERSTAPPEN E KVYAT, CHE PASSA SENZA SCONTI. L'OLANDESE DELLA TORO ROSSO PUNTA RICCIARDO, MA QUESTO RESISTE.

Giro 34 - VETTEL CI RIPROVA, RIPASSA E PROVA L'ALLUNGO. RICCIARDO NON PUO' FAR NULLA

Giro 33 - SEBASTIAN VETTEL SI PRENDE ANCHE LA TERZA POSIZIONE SU RICCIARDO, MA IL PILOTA DELLA RED BULL RISPONDE E SI RIPRENDE LA POSIZIONE

Giro 33 - KVYAT VA LUNGO E SEBASTIAN VETTEL NE APPROFITTA PER PRENDERSI LA QUARTA POSIZIONE

Giro 32 - RIPARTITI! ROSBERG MANTIENE LA TESTA, MENTRE HAMILTON DEVE GUARDARSI LE SPALLE DA RICCIARDO

Giro 32 - La Safety Car è ancora in pista, ma dal prossimo giro l'azione ripartirà: rientra ai box e si può ricominciare a battagliare

Giro 31 - I piloti doppiati hanno ricevuto la comunicazione dalla Direzione Gara e possono ora sdoppiarsi

Giro 30 - Ormai siamo entrati nella seconda metà di gara. La Safety Car non ha ancora spento le luci, dunque i piloti sono ancora uno dietro l'altro, senza possibilità di sorpassare

Giro 29 - Safety Car ancora in pista, mentre i commissari di pista portano via la Sauber di Marcus Ericsson

Giro 28 - Rientra ai box Sebastian Vettel per effettuare la sosta. Come lui Alonso, Sainz, Hulkenberg

Giro 28 - MARCUS ERICSSON FERMO IN MEZZO ALLA PISTA. SAFETY CAR IN PISTA!! IL GRUPPO SI COMPATTA E TUTTO RICOMINCIA

Giro 27 - Ce l'ha messa tutta Kimi Raikkonen, ci ha provato fino a che ha potuto. Ma per lui è ARRIVATO IL RITIRO. FINE DELLA GARA PER IL PILOTA FERRARI

Giro 27 - HAMILTON TENTA L'ATTACCO E RIESCE A PASSARE RICCIARDO, ANDANDOSI A PRENDERE LA SECONDA POSIZIONE

Giro 26 - Nel frattempo Nico Rosberg domina il Gran Premio delle Americhe con ben 9 secondi di vantaggio sugli inseguitori

Giro 25 - Mentre Sebastian Vettel continua a spingere per avvicinarsi ai primi, Lewis Hamilton è ormai attaccato a Daniel Ricciardo

Giro 25 - SEBASTIAN VETTEL PASSA DANIIL KVYAT E GUADAGNA LA QUARTA POSIZIONE

Giro 24 - La pista è ormai quasi asciutta, i piloti montano gomme slick e le prestazioni iniziano a tornare alla normalità

Giro 23 - NICO ROSBERG EFFETTUA IL SORPASSO SU RICCIARDO E VA A PRENDERSI LA PRIMA POSIZIONE

Giro 22 - Sebastian Vettel si avvicina sempre di più a Daniil Kvyat, quarto dopo essere stato passato da Lewis Hamilton

Giro 21 - Raikkonen rientra ai box per cambiare l'ala e torna in pista, anche se la gara è ormai compromessa

Giro 21 - VETTEL FA SEGNARE IL MIGLIOR TEMPO!!!!!

GIRO 20 - COLPO DI SCENA!!!! KIMI RAIKKONEN CONTRO LE BARRIERE. MA LA SUA VOGLIA DI RIENTRARE IN PISTA VINCE SU TUTTO E RIESCE A TORNARE DENTRO, NONOSTANTE LA VETTURA DANNEGGIATA

Giro 20 - STANNO RIENTRANDO AI BOX TUTTI I PILOTI DI TESTA

Giro 19 - RIENTRA AI BOX LEWIS HAMILTON. PIT STOP ANCHE PER SEBASTIAN VETTEL. 

Giro 18 - BAGARRE TRA HAMILTON E ROSBERG, CHE SONO APPAIATI

Giro 18 - VERSTAPPEN VA LARGO E NE APPROFITTA VETTEL, CHE SI RIPRENDE LA POSIZIONE

Giro 17 - VERSTAPPEN E' INARRESTABILE!! IL PILOTA DELLA TORO ROSSO HA PASSATO ANCHE SEBASTIAN VETTEL. IL FERRARISTA RIPROVA L'ATTACCO, MA INVANO

Giro 17 - Raikkonen si lamenta di nuovo. Stavolta ha da dire du Verstappen: "Questo ragazzo ogni volta che mi avvicino mi butta fuori. Se queste sono le gare, la prossima volta lo faccio anche io!"

GIRO 16 - APPAIATI HAMILTON E ROSBERG, MA QUEST'ULTIMO RIESCE A RESISTERE

Giro 16 - DANIEL RICCIARDO SI PORTA IN TESTA!!! IL PILOTA DELLA RED BULL PASSA HAMILTON 

GIRO 15 - BAGARRE TRA MAX VERSTAPPEN E KIMI RAIKKONEN, CHE SI TOCCANO. NESSUNO DEI DUE MOLLA

GIRO 15 - RICCIARDO CI RIPROVA!! TENTA L'ATTACCO SU HAMILTON, MA L'INGLESE RESISTE. I DUE SONO PERO' VICINISSIMI

Giro 14 - Carlos Sainz ci prova, si infila, ma Kimi Raikkonen resiste

Giro 14 - RICCIARDO E' PASSATO IN SECONDA POSIZIONE! BEFFATO ROSBERG! ORA E' ALLA CACCIA DI LEWIS HAMILTON

Giro 13 - Kimi Raikkonen si lamenta via radio: "Non funziona il drs!"

Giro 13 - CI PROVA DANIIL KVYAT!!!! TENTA L'ATTACCO MA VA LUNGO!! RIENTRA IN PISTA ACCANTO A ROSBERG E RICCIARDO

Giro 12 - Dietro di loro, ma con dieci secondi di ritardo, c'è Sergio Perez, che resiste bene a Sebastian Vettel, che non ha sufficiente velocità per passare

Giro 12 - I primi quattro piloti continuano a stare uno dietro l'altro. Nessun attacco per ora e Hamilton continua ad essere in testa, seguito da Rosberg, Kvyat e Ricciardo

Giro 11 - Nel frattempo Kvyat si riavvicina tantissimo a Rosberg, ma in velocità la Mercedes si allontana ed il tedesco riesce a mantenere la seconda posizione

Giro 10 - VETTEL E PEREZ SONO VICINISSIMI, il Ferrarista può provare l'attacco

Giro 9 - Team radio per Rosberg: "Non è più prevista pioggia". Chiaro riferimento al consumo delle gomme

Giro 9 - Lanciatissimo Rosberg, che si fionda su Hamilton. I due sono separati da poco più di mezzo secondo, mentre le Red Bull inseguono

Giro 8 - Rosberg è velocissimo e passa anche Kvyat. Il pilota della Red Bull prova a resistere, ma deve mollare

Giro 8 - RIENTRA LA VIRTUAL SAFETY CAR E ROSBERG ATTACCA RICCIARDO, ANDANDOSI A PRENDERE LA TERZA POSIZIONE

Giro 7 - I commissari di pista tolgono i detriti dalla pista, mentre i piloti silano uno dietro l'altro

Giro 6 - Sfortunato Kvyat, che proprio mentre venivano esposte le segnalazioni dell'uscita della Virtual Safety Car stava effettuando il sorpasso su Hamilton. Ha dovuto poi cedere la posizione 

Giro 6 - A causa dei detriri in pista lasciati dai due piloti Sauber, i piloti sono in regime di Virtual Safety Car

GIRO 6 - VIRTUAL SAFETY CAR

Giro 5 - GRAN SORPASSO DI RAIKKONEN AI DANNI DI VERSTAPPEN

Giro 5 - KVYAT SI AVVICINA A HAMILTON, I DUE SONO SEPRARATI DA MENO DI MEZZO SECONDO

Giro 4 - La strategia di Valtteri Bottas si rivela un fallimento: viene già doppiato 

Giro 3 - AZZARDO DI BOTTAS, CHE MONTA GOMME DA ASCIUTTO

Giro 3 - Lewis Hamilton domina, ma il giro veloce è di Daniil Kvyat

Giro 2 - Nelle retrovie un incidente vede coinvolte le due Sauber, che lasciano detriri in pista. Nel frattempo rientra ai box Alonso per effettuare la sua sosta

Giro 2 - Strepitoso Carlos Sainz, che dall'ultima posizione rimonta fino all'undicesima posizione 

Giro 2 - Grande partenza per le Ferrari, con Vettel che sale fino alla settima posizione, mentre Raikkonen è decimo. Intanto Kvyat ha beffato Ricciardo

Giro 1 - I due della Mercedes battagliano, ma Hamilton prende la testa, mentre Rosberg va largo e scivola fino alla quarta posizione 

PARTITI!!! SEMAFORI SPENTI!! E' PARTITO IL GRAN PREMIO DELLE AMERICHE!!

Un po' in ritardo la partenza 

20.00 - Iniziato il giro di ricognizione, i piloti percorrono a velocità "moderata" il circuito, prima di schierarsi nuovamente e dare il via alla gara

19.58 - Tutto è pronto. I piloti restano soli, vicino a loro solo i meccanici con le termocoperte. La tensione sale

19.54 - Manca ormai pochissimo all'avvio di questa gara. I piloti sono pronti per il giro di ricognizione, che partirà fra pochi minuti

19.50 - Parole al volo di Daniel Ricciardo, che a Sky dichiara: "Monteremo di sicuro le gomme intermedie, forse a metà gara potremo passare a quelle da asciutto"

19.49 - Il momento patriottico si conclude ed i piloti tornano alla concentrazione e agli ultimi colloqui con ingegneri e uomini di fiducia

19.47 - L'ultima nota dell'inno si disperde nell'aria ed il rettilineo principale viene cosparso da fumo rosso, bianco e azzurro, i colori della bandiera americana. Forte senso di nazionalismo e di appartenenza alla patria per gli statunitensi, che lo dimostrano ad Austin ancora una volta

19.46 - Risuona in tutto il circuito l'inno nazionale statunitense. Un religioso silenzio regna in pista come sugli spalti

19.45 - Un quarto d'ora prima della partenza del Gran Premio delle Americhe. La pista che va asciugandosi pian piano potrebbe favorire la rimonta delle due Ferrari, la cui gara non è comunque semplice 

19.42 - La gara sarà tutta da scoprire per le incognite e per le sorprese che può riservare: il tempo migliora minuto dopo minuto e, se i piloti montano gomme intermedie, nella seconda metà di gara si potrebbero già utilizzare le gomme slick

19.39 - Mentre le vetture si posizionano sulle proprie caselle in griglia di partenza, sulla linea del traguardo alcuni membri dell'esercito statunitense stendono una enorme bandiera a stelle e strisce

19.37 - Non va meglio a Carlos Sainz, che scatterà dall'ultima posizione in griglia. Lo spagnolo della Toro Rosso è stato protagonista di un incidente durante il Q1. Bandiera rossa, pilota illeso, macchina insabbiata e danneggiata. Qualifiche finite in anticipo per lui

19.36 - Soffre invece Sebastian Vettel, che ad Austin ottiene il suo peggior risultato stagionale, solo secondo alla diciottesima posizione a Montréal

19.35 - Fernando Alonso effettua il suo giro di pista e va a piazzare la sua McLaren sulla decima casella. Per l'asturiano questo è il risultato migliore della stagione. 

19.31 - Pit lane aperta! I piloti scendono in pista e vanno a schierarsi in griglia di partenza. Montano tutti GOMME INTERMEDIE 

19.30 - Mancano 30 minuti esatti allo spegnersi del semaforo che darà il via al Gran Premio delle Americhe

19.26 - La casua austriaca ha però motivo di festeggiare oggi, non solo per l'ottima prestazione dei suoi due piloti. La Red Bull festeggia oggi il suo 200° Gran Premio. La squadra ha voluto celebrarlo con una foto che racchiude tutti i risultati di questi anni: 

(foto: Red Bull Official Twitter)

19.25 - La Red Bull sta attraversando un momento di crisi: abbandonata la Renault, si è trovata senza motori per il 2016, dopo il rifiuto di Ferrari e Mercedes. C'è stato un dietrofront a Milton Keynes nei confronti del fornitore francese, ma per ora non c'è nessuna notizia ufficiale

19.23 - Degna di nota è la prestazione delle due Red Bull: uno splendido Daniel Ricciardo ha conquistato in qualifica la seconda posizione e, al suo fianco in griglia, ci sarà il compagno di squadra Daniil Kvyat

19.20 - Il tempo migliora visibilmente e sembra anche che sia uscito uno spiraglio di luce. Spunta timido il sole tra le minacciose nuvole di Austin

19.16 - Tanti i record eguagliati: tra i più importanti il numero di vittorie. Hamilton ha raggiunto con il trionfo numero 48 il suo mito di sempre, Ayrton Senna

19.15 - Perfetto in quasi ogni occasione, assistito anche da un pizzico di fortuna, Lewis Hamilton ha condotto fino ad ora una stagione magnifica. L'inglese della Mercedes può vincere ad Austin il terzo titolo, ma lui non ci pensa: "Questo weekend non sono venuto qui per pensare al Campionato. Tutti ne parlano, ma io sono venuto qui per vincere la gara"

19.12 - La parola passa poi a Lewis Hamilton, secondo: "Madre Natura non mi voleva in pole, forse. Ma non mi cambia molto. In queste condizioni bisogna mantenere la temperatura alle gomme, ai freni e trovare un ritmo. Sarà importante restare fuori dai guai". 

19.10 - Parla Nico Rosberg, detentore della pole position: "Avevo voglia di fare il Q3, peccato che non ci sia stato. Ma sono contento della qualifica. La macchina va bene in tutte le condizioni, quindi non c'è nessun problema. Prepareremo bene la gara e proveremo a fare il meglio, evitando il caos"

19.07 - Si prospetta una gara in rimonta per le due Ferrari, che saranno costrette ad una gara all'attacco. Ma le condizioni della pista stanno pian piano migliorando e tutti i piloti saranno in grado di condurre una gara relativamente più "tranquilla"

19.06 - BREAKING NEWS, notizia di pochi minuti fa: Sebastian Vettel scatterà dalla tredicesima posizione e non più dalla quattordicesima. il tedesco scala per la penalizzazione di Valtteri Bottas, retrocesso di cinque posizioni per aver sostituito il cambio. 

19.05 - Nel frattempo, sul rettilineo principale, uno spettacolo di cheerleaders intrattiene il pubblico, nel più tipico scenario statunitense

19.04 - Tanto vento e molte nuvole, ma secondo le previsioni, la pista dovrebbe addirittura asciugarsi nella seconda metà di gara.

19.03 - La pioggia sembra aver dato tregua ed il circuito di Austin, seppur bagnato, non è più impraticabile come lo è stato durante tutto il weekend. 

Buonasera e benvenuti alla diretta del Gran Premio delle Americhe, nuovo appuntamento del mondiale di Formula 1. Sul tracciato di Austin, in Texas, verrà disputata la quartultima gara stagionale, che potrebbe assegnare il titolo piloti a Lewis Hamilton.

Primo match point per Lewis Hamilton, che potrebbe laurearsi Campione del mondo per la terza volta in carriera. Gli bastano 2 punti su Nico Rosberg e 9 su Sebastian Vettel per riconfermarsi sul tetto del mondo. Sarà una gara complicata per via delle condizioni del meteo, ma i presupposti per festeggiare già oggi ci sono tutti.

Prima di parlare delle attività in pista e delle riflessioni dei piloti, diamo uno sguardo al tracciato di Austin. Situato alla periferia dell’omonima città, l’impianto è di recente costruzione. Progettato da Hermann Tilke, è stato inaugurato nel 2012 tra mille problemi e polemiche riguardanti la realizzazione. Il circuito si snoda per 5513 metri, tra 20 curve, 9 a destra e 11 sinistra. Caratteristiche sono la prima curva, che culmina in salita, e la serie di curve destra sinistra da effettuare ad alta velocità e che richiedono molto controllo della vettura. Il record della pista appartiene a Sebastian Vettel, che lo ha fatto segnare nel 2012 quando correva in Red Bull.

Torniamo alla gara: un weekend difficile quello di Austin, iniziato sotto la minaccia dell’uragano “Patricia”. Non è stata disputata la seconda sessione di prove libere a causa del maltempo. Una pioggia scrosciante si è abbattuta sul circuito, impedendo il regolare svolgimento del programma del weekend. I commissari di pista sono stati evacuati per la minaccia dei fulmini e un’ora e mezza di sessione è sfumata.

La pioggia però non si è fermata e ha continuato a cadere copiosa anche sabato. I piloti sono scesi in pista per il terzo ed ultimo turno di prove libere, disputato in condizioni di bagnato estremo. Pista inagibile e condizioni proibitive hanno costretto i commissari di gara a ritardare anche l’avvio delle qualifiche. Rimandata di mezz’ora in mezz’ora, la sessione di prove ufficiali non è stata più disputata ed è stato poi deciso di rimandarla a domenica mattina.

La stanchezza del pubblico all’impianto iniziava a farsi sentire, così piloti e team hanno deciso di intrattenere gli appassionati a casa e in circuito con piccole gag e balletti. 

(foto: Formula 1 Official Twitter)

Siamo ormai alla domenica e l’ora delle qualifiche arriva, ma si dimostra una sessione travagliata. Un incidente che ha visto protagonista Carlos Sainz ha costretto ad esporre la bandiera rossa. Sessione interrotta per spostare la vettura, con il pilota che, fortunatamente illeso, si dirige ai box. Ultima posizione per lui in griglia. Quando la sessione riparte non va oltre la fine della Q2: la pioggia non permette più ai piloti di scendere in pista, costringendo così a chiudere in anticipo le qualifiche del Gran Premio delle Americhe

(foto: Formula 1 Official Twitter)

Nico Rosberg conquista così la pole position, davanti a Lewis Hamilton. Apre la seconda fila uno splendido Daniel Ricciardo, terzo, mentre Daniil Kvyat è quarto. Quinto Sebastian Vettel, che però sarà retrocesso di dieci posizioni, così come Kimi Raikkonen, ottavo.

Di seguito i tempi delle qualifiche: 

POS. NO. DRIVER TEAM Q1 Q2 Q3 LAPS
1 6 NICO ROSBERG MERCEDES 1:56.671 1:56.824 5
2 44 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:56.871 1:56.929 5
3 3 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING 1:56.495 1:57.969 6
4 26 DANIIL KVYAT RED BULL RACING 1:57.640 1:58.434 6
5 5 SEBASTIAN VETTEL FERRARI 2:00.950 1:58.596 7
6 11 SERGIO PEREZ FORCE INDIA 1:59.284 1:59.210 6
7 27 NICO HULKENBERG FORCE INDIA 1:58.325 1:59.333 6
8 7 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI 1:58.198 1:59.703 5
9 19 FELIPE MASSA WILLIAMS 2:00.902 1:59.999 7
10 33 MAX VERSTAPPEN TORO ROSSO 1:58.689 2:00.199 7
11 14 FERNANDO ALONSO MCLAREN 1:59.704 2:00.265 16
12 77 VALTTERI BOTTAS WILLIAMS 1:59.569 2:00.334 16
13 8 ROMAIN GROSJEAN LOTUS 2:00.236 2:00.595 17
14 22 JENSON BUTTON MCLAREN 2:00.261 2:01.193 16
15 13 PASTOR MALDONADO LOTUS 2:00.844 2:01.604 17
16 9 MARCUS ERICSSON SAUBER 2:02.212 9
17 12 FELIPE NASR SAUBER 2:03.194 9
18 53 ALEXANDER ROSSI MARUSSIA 2:04.176 9
19 28 WILL STEVENS MARUSSIA 2:04.526 9
NC 55 CARLOS SAINZ TORO ROSSO 2:07.304 3

Vincitore della scorsa edizione, Lewis Hamilton è pronto a confermarsi anche quest’anno, con la spinta in più che lo porterebbe a conquistare il titolo piloti. Un weekend travagliato per via del meteo non gli ha impedito di rendersi protagonista di un gran giro durante la terza ed ultima sessione di prove libere. Si è guadagnato così la prima posizione, che gli sarebbe valsa la pole position nel caso in cui la pioggia avesse impedito lo svolgimento delle qualifiche. Scatta dalla seconda posizione invece, dopo aver disputato la sessione di qualifica. 

(foto: Getty Images)

Più difficile l’impresa per Nico Rosberg, che si trova costretto a recuperare terreno con poche gare restanti. Il tedesco scatterà però dalla pole position, dopo aver ottenuto il giro migliore in una sessione travagliata. In gara dovrà cercare di tener dietro il compagno di squadra, che gli scatterà di fianco. Sarà difficile fermare la cavalcata di Hamilton verso il titolo, ma Rosberg non vuole lasciare nulla di intentato e darà il 100% per poter prolungare la lotta. 

(foto: Getty Images)

La Red Bull torna ad essere veloce sul bagnato: Daniel Ricciardo si è esaltato, conquistando una splendida terza posizione. Ottimo risultato anche per Daniil Kvyat, che chiude la Q2 in quarta posizione. Un buon risultato in un momento complicato per la Red Bull, che vive il problema della fornitura di motori. No da Ferrari e Mercedes, dietrofront verso la Renault. La questione Red Bull non è vista di buon occhio nemmeno da Ecclestone, ma bisognerà aspettare l’evolversi della situazione. 

Weekend complicato su tutti i fronti per la Ferrari. Come già annunciato da tempo, la power unit sarebbe stata cambiata. Questo comporta dieci posizioni in meno sulla griglia di partenza come penalità. Ce l’hanno messa tutta Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, che hanno spinto anche lottando contro la pioggia scrosciante ed una pista impraticabile. Vettel ha chiuso la sua qualifica in quinta posizione (scatterà dunque dalla quindicesima), mentre Raikkonen è ottavo (quindi diciottesimo). 

Formula 1