F1, Vettel: "La SF16-H si intona al mio casco"

Il tedesco è parso carico e determinato alla presentazione della nuova monoposto di Maranello. Raikkonen, cauto come sempre, attende i primi riscontri di Barcellona.

F1, Vettel: "La SF16-H si intona al mio casco"
Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel alla presentazione

Sebastian Vettel è la punta di questa Ferrari, l'uomo designato da Marchionne per riportare il Mondiale a Maranello. A partire da quest'anno. La via è tracciata, la pressione tanta ma il tedesco crede nelle potenzialità della SF16-H.

Ovviamente dall’esterno si vede che l’auto ha un aspetto diverso, c’è un design diverso che mi piace molto. Anche il mio casco seguirà il bianco della macchina: è entusiasmante perché ci sono molte cose nuove. Specie gli ultimi giorni era bello seguire come l’auto prendeva forma”.

Seb si è preso la Ferrari sulle spalle senza timore, dimostrando da subito capacità e determinazione da vero leader con tre vittorie inattese. Ma ora è già tempo di guardare al futuro. “C’è il potenziale per crescere: credo che l’anno scorso sia stato molto positivo, abbiamo avuto successo, ma nondimeno è un gruppo giovane con persone nuove che però adesso hanno un anno di affiatamento fra loro e questa è la prima vera macchina di questo nuovo team. Sono emozionato all’idea di guidarla e vedere come andrà”.

Un'auto, la SF16-H, altamente evoluta sotto ogni aspetto. Arrivabene ha evidenziato come nulla sia stato lasciato al caso per agguantare la Mercedes, specie sotto il profilo della prestazione pura. “Chiaro che se vai bene in qualifica puoi avere più possibilità di vincere ed è quello su cui abbiamo cercato di lavorare: quindi ci siamo concentrati su telaio e motore”.

Certo è che la nuova Rossa dovrà rappresentare un grande passo avanti per contendere alla Mercedes i titoli Piloti e Costruttori. “Cercheremo di alzarla questa asticella; non vogliamo certo fare peggio dell’anno scorso (tre vittorie su 19 gare, ndr), ma si sente in fabbrica che tutti sono carichi a mille. Le aspettative ci sono. Vedremo presto quanto saremo”.

Kimi Raikkonen non si sbilancia troppo, come d'abitudine, sebbene mostri di gradire l'aspetto dell'ultima nata. "E’ un anno nuovo, nuova macchina, tutto sembra piuttosto diverso e ci sono delle differenze. Abbiamo molte aspettative, è bellissima".

I primi responsi arriveranno a breve, nei test al Montmelò in programma dal 22 al 25 febbraio, dove andrà in scena il primo confronto con la nuova Mercedes. "Dobbiamo aspettare finché non saremo in pista e faremo alcuni giri, per ora è tutto bello e speriamo che ci porti tanti successi. Siamo ancora intorno alla macchina, senza aver fatto nemmeno un giro: aspettiamo di vedere come andremo nei test, sono sicuro che saremo pronti per l’avvio del campionato".

Gli occhi, tuttavia, non saranno puntati solo sulla nuova auto. Anche il finlandese deve dimostrare di valere la Ferrari, dopo due stagioni non proprio all'altezza delle aspettative. "Voglio fare bene, lottare per il titolo e vincere delle gare. Vedremo cosa potremo fare. Io sono sempre lo stesso, solo un po’ più vecchio. Mi auguro di fare una stagione su alti livelli".

.


Share on Facebook