Pirelli svela le scelte delle mescole per il Gran Premio della Cina

Annunciate le varie scelte dei piloti in vista del prossimo Gran Premio a Shanghai, la prossima settimana. Come in Bahrain, Pirelli porta in pista gomme medie, soft e supersoft, che i piloti potranno utilizzare in base alle strategie.

Pirelli svela le scelte delle mescole per il Gran Premio della Cina
foto: da web

Ad una settimana dal Gran Premio della Cina, la Pirelli ha svelato le mescole che i piloti utilizzeranno il prossimo fine settimana sul circuito di Shanghai. Nessuna variazione rispetto al Gran Premio del Bahrain e le gomme che verranno portate in pista saranno le medie, soft e supersoft.

Scelte diversificate per ogni pilota, a dimostrazione del fatto che le strategie saranno molteplici, così come lo sono state nelle prime due gare. Come da regolamento, è importante che tutti i piloti utilizzino almeno una volta ogni mescola, da gestire però come meglio credono in base alle strategie adottate ed al potenziale della vettura.

foto: Pirelli
foto: Pirelli

Le scelte si differenziano già in casa Mercedes: Nico Rosberg, vincitore delle ultime due gare,avrà tre set di gomme medie e cinque set di morbide e supersoft. Cinque set di supersoft anche per Lewis Hamilton, che però sceglie quattro medium e quattro soft, probabilmente alla luce di quanto accaduto nelle prime due gare. Stessa scelta invece in Ferrari, con entrambi i piloti ad avere lo stesso numero di mescole: sia Kimi Raikkonen che Sebastian Vettel infatti avranno a disposizione tre medie, tre soft e addirittura sei supersoft.

Williams, McLaren e Haas sono i team che avranno a disposizione più set di supersoft, ben sette. Scelte identiche per i piloti di Woking, mentre sono diversificate quelle delle altre due squadre. La Sauber punta invece sulle medie e a Shanghai utilizzerà sia con Felipe Nasr che con Marcus Ericsson ben cinque set di medie, mentre avrà quattro set di soft e altri quattro di supersoft.

Il tracciato di Shanghai, per via delle curve veloci nel primo e nel secondo settore e per il lungo rettilineo nel terzo, sembra essere quello più adatto alle supersoft, ipotizzano le squadre, al contrario del circuito di Sakhir, dove invece le soft erano le più performanti.