Hockenheim, Rosberg: “Gran giro”, Hamilton: “Guardo solo chi mi sta davanti”

Nico Rosberg conquista la pole position sul circuito di casa e Lewis Hamilton completa la prima fila. Terzo posto per Daniel Ricciardo, pronto ad insidiare i due piloti Mercedes. Come di consueto, i primi tre sono stati protagonisti della conferenza stampa post qualifica.

Hockenheim, Rosberg: “Gran giro”, Hamilton: “Guardo solo chi mi sta davanti”
foto: Formula 1

È ancora Mercedes: anche in Germania i due piloti delle Frecce d’Argento hanno monopolizzato la prima fila, con una splendida pole position di Nico Rosberg, che precede di pochi millesimi Lewis Hamilton. Prova di forza per l’acclamato pilota di casa, che porta a termine un gran giro nonostante un problema elettrico ad inizio sessione. Rosberg beffa così il compagno di squadra, “solo” secondo. L’attuale leader del mondiale completa così la prima fila e anche domani sarà lotta intestina per una vittoria che, al momento, sembra una questione tra i due contendenti al titolo.

Apre la seconda fila Daniel Ricciardo. Il pilota Red Bull è stato autore di uno stratosferico giro, che lo ha portato in terza posizione a poco più di tre decimi dal poleman. Ottimo risultato per l’australiano, che riesce a sopravanzare lo scomodo compagno di box (quarto) ed entrambe le Ferrari. Ricciardo si candida così per la lotta per il podio, sperando di ottenere anche qualcosa di più.

NICO ROSBERG – È una splendida sensazione, ho fatto un grandissimo giro. Non avevo solo un giro a disposizione, ma anche del carburante in più per tentare di nuovo nel caso fossi incappato in un errore. Avevo benzina sufficiente per portare a termine tre giri. Per quanto riguarda il problema elettrico, non so da cosa dipendesse, ho improvvisamente perso l’acceleratore. Così ho tagliato completamente il motore alla fine del giro. È stato deludente, non era mai successo prima, ma sono sicuro che sistemeremo tutto in vista di domani. Sarà sicuramente una gara esaltante con Lewis, le Red Bull e probabilmente anche con le Ferrari, anche se queste ultime sono sembrate un po’ più lontane.

foto: Formula 1
foto: Formula 1

LEWIS HAMILTON – Nel complesso è stato un buon weekend, non abbiamo avuto grossi problemi, avevo il passo, ma non sono riuscito a completare l’opera nell’ultimo giro in qualifica. Il bloccaggio mi ha fatto perdere tempo? A dire la verità non si è trattato di un gran bloccaggio, non ho perso più di tanto. Dalla curva 8 in avanti abbiamo perso tempo, il settore centrale non è stato il migliore che ho fatto oggi. Per la gara di domani io guardo soltanto chi mi sta davanti, non guardo la strategia, il passo o chi sta dietro di me. Fino ad ora abbiamo vinto cinque o sei gare, quindi è stata una buona prima parte di stagione e speriamo di ottenere un buon risultato domani, anche la seconda posizione andrebbe bene, ma ovviamente si vuole vincere ogni gara.

foto: Formula 1
foto: Formula 1

DANIEL RICCIARDO – Credo che siamo piuttosto vicini, il primo giro nel Q3 è stato molto buono e sapevo che non c’era di più da guadagnare. Alla fine ho fatto qualche errore, con un giro perfetto avrei guadagnato un decimo, ma non sarebbe stato sufficiente per sfidare il poleman. Il terzo posto era il massimo a cui potevamo ambire oggi. La Mercedes non è troppo lontana e questo è buono e, da quanto ho capito, in gara avremo delle gomme diverse e quindi potrà essere interessante, perché ci saranno delle strategie differenti. Domani speriamo di fare gara con le Mercedes, che sul passo hanno qualcosa in più rispetto a noi, però nei long run eravamo più vicini di quanto pensassimo e questa cosa ci rende più ottimisti in vista della gara di domani. Speriamo anche di riuscire a mettere un po’ di pressione ai due davanti, ma vedremo, chiaramente non si sa cosa potrà accadere domani e la pista cambia giorno per giorno con la temperatura, ma noi siamo messi abbastanza bene. Partiamo dalla seconda fila e possiamo costruire una bella gara. 

foto: Formula 1
foto: Formula 1