F1, Ricciardo e Alonso lanciano la sfida ad Hamilton

L'australiano e lo spagnolo si mostrano fiduciosi e sono pronti al mondiale 2017: entrambi ritengono di essere in grado di impensierire l'inglese della Mercedes.

F1, Ricciardo e Alonso lanciano la sfida ad Hamilton
F1, Ricciardo e Alonso lanciano la sfida ad Hamilton

Negli ultimi tre anni il campionato del mondo di F1 è stato una questione privata tra i due piloti della Mercedes, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, con l'inglese che si è laureato campione del mondo nel 2014 e 2015 e il tedesco che si è imposto l'anno scorso. La Mercedes è stata nettamente superiore alla concorrenza e si è imposta in ben 51 gare su 59. Quindi è facile pensare, visto il ritiro di Nico Rosberg e visto l'ingaggio di Valtteri Bottas (non in grado di impensierire seriamente Hamilton), che il 2017 per Lewis Hamilton sarà una marcia trionfale. Non sono dello stesso avviso però l'australiano Daniel Ricciardo, primo pilota della Red Bull, e lo spagnolo Fernando Alonso, il campione del mondo 2005 e 2006 ora in forza alla Mclaren. I due infatti pensano che i cambiamenti a livello tecnico che ci saranno nel 2017 porteranno i loro team a giocarsela con la Mercedes e l'inglese.

Se miglioriamo ancora le Mercedes faricheranno per vincere il titolo”. Ricciardo è convintissimo di avere buone chance di vincere il campionato ed è fiducioso nel lavoro che stanno facendo gli uomini della Red Bull. “Il 2016 è stato un anno molto incoraggiante per noi, siamo tornati a lottare per il podio e la vittoria, abbiamo fatto un grande passo avanti verso il nostro obiettivo e da quello che sento a proposito della nuova macchina, scommetterei sul serio su me stesso. Penso che la Red Bull abbia i migliori piloti sulla griglia”. Non meno fiducioso Alonso, che crede che i cambiamenti del 2017 aiuteranno molto il suo team a lottare con la Mercedes. “Quando ci sono nuove regole si può avere buona o cattiva sorte, dipende da come ogni scuderia le interpreta. Io spero che noi saremo tra quelli che faranno un buon lavoro sin dall'inizio. Sono convinto al 100% che riusciremo a raggiungere la potenza che vogliamo. L'aereodinamica invece è ancora un punto interrogativo, sappiamo che la potenza della Mercedes sarà difficile da raggiungere, ma lo sarà per tutti. Credo che possiamo arrivare abbastanza vicini a lottare per la vittoria in gara. Il cambio di regole mescolerà le carte. Credo che sia un fattore positivo, ho grande fiducia per il 2017”.

Quanto credito hanno queste dichiarazioni? L'anno scorso Sebastian Vettel e la Ferrari passarono l'inverno a dire di potersela giocare alla pari con la Mercedes per poi fare una stagione disastrosa, con neanche una vittoria all'attivo. Ricciardo però ha buoni motivi per essere ottimista: la Red Bull ha sempre fatto bene quando c'è stato un cambio di regolamenti, parte da una base solida e Ricciardo è uno dei migliori piloti del circus. Hamilton sarà favorito ma Ricciardo, così come il suo compagno di squadra Max Verstappen, può cercare di togliergli il titolo. Per quanto riguarda Alonso e la Mclaren Honda, francamente non credo saranno in grado di vincere gare nel 2017, a meno di clamorosi colpi di fortuna. Dichiarazioni simili poi arrivano da anni da parte del team McLaren, smentite puntualmente dalla prova della pista. Ma quando ci sono ingenti cambiamenti come quelli alle porte, possono esserci sorprese. Chi, per esempio, avrebbe nel 2009 scommesso anche solo un euro su Jenson Button e la Brawn GP?