James Allison sarà il direttore tecnico della Mercedes

L'ex Ferrari prende il posto di Paddy Lowe nel team tedesco, dopo che nella scorsa estate aveva consensualmente risolto il suo contratto con la Rossa.

James Allison sarà il direttore tecnico della Mercedes
James Allison (Fonte: Passione a 300 all'ora)

Il 2016 per James Allison è stato un anno decisamente negativo, con la scomparsa della moglie all'indomani della prima tappa del mondiale di Formula 1 in Australia. Dopo questo tragico evento è stato molto provato a livello psicologico e ha ritenuto opportuno dedicare tempo ai propri figli, che in primis hanno risentito della situazione venutasi a creare. Per questo motivo Allison e la Ferrari, per cui fino a luglio l'inglese ha lavorato, hanno consensualmente rescisso il contratto data la difficoltà dell'ingegnere ad allontanarsi dall'Inghilterra.

Ma una mente eccelsa come Allison difficilmente poteva rimanere lontano dal mondo della Formula 1, perciò diverse scuderie con sede oltre Manica lo avevano contattato nei mesi scorsi per tentare di farlo approdare alla propria corte. Nelle ultime ore è arrivata l'ufficialità, la Mercedes è riuscita a trovare l'accordo con l'ingegnere inglese per portarlo con sè, affidandogli il ruolo di direttore tecnico che era rimasto scoperto dopo l'addio di Paddy Lowe risalente circa ad un mese fa. La Mercedes è formalmente un team tedesco, ma il suo quartier generale per la F.1 è situato a Brackley, nella regione inglese del Northamptonshire, cosa che ha dunque permesso ad Allison di accettare la migliore delle proposte che aveva sul piatto.

Sarà dunque Allison a guidare lo sviluppo durante la stagione della neonata W08, anche se è possibile che Lowe prima di lasciare la squadra avesse dato indicazioni circa le modifiche da apportare costantemente alla vettura per non lasciare impreparato chi lo avrebbe sostituito. Tuttavia c'è da stare sicuri che anche il nuovo direttore tecnico vorrà lasciare la sua impronta su questa vettura prima di pensare alla prossima, in una stagione che vede la Mercedes favorita ma insidiata probabilmente da una Red Bull in netta ascesa.


Share on Facebook