F1- Si anima il duello: Vettel conduce alla fine del Day3

Durante il penultimo giorno di test si affilano le armi e si mettono da parte le tattiche. Duello a suon di giri veloci al mattino tra Vettel ed Hamilton, con il tedesco che batte l'inglese per 3 decimi. Nel pomeriggio, invece, tanto lavoro sul passo gara

F1- Si anima il duello: Vettel conduce alla fine del Day3
F1- Si anima il duello: Vettel conduce alla fine del Day3Fonte: f1.com

Si conclude anche il terzo, nonché penultimo, giorno di test sul circuito di Montmelò. E possiamo definirlo come il “Giorno di Vettel”, perché il tedesco dopo aver abbattuto tutti i record fatti segnare durante i test, al pomeriggio è anche il più regolare, dato che nella sua simulazione di gara completa ben 156 giri, 9 in più della Mercedes, che ha alternato Bottas e Hamilton.

Parlando di tempi, il tedesco e l’inglese sono anche i più veloci, ma nessuno dei due si migliora nel pomeriggio, dato che Vettel si concentra sui long-run, mentre Hamilton, come detto, lascia il sedile al compagno Bottas. Il finlandese, che completa 95 giri, chiude con l’8° miglior tempo a 2.8” da Vettel, ma montando gomme Soft.

Fonte: f1.com
Fonte: f1.com

Alle spalle dei primi due, invece, chiude un sorprendente Esteban Ocon, che completa 137 giri e fa segnare il suo miglior giro in 1.20.161 ad 1.1” da Vettel, sempre con gomme US. 4° miglior tempo per Danil Kvyat, che però non supera quota 100 giri e si ferma, con gomma SuperSoft, a 1.3” dal miglior tempo del tedesco della Ferrari. Con 119 giri all’attivo chiude l’elenco dei primi 5 il danese della Haas Kevin Magnussen, in 1.20.504 con gomme US. Solo gomme Soft e 1.8” di ritardo da Vettel per Daniel Ricciardo, che chiude in 6a posizione. L’australiano si concentra molto sul passo gara nel pomeriggio, ma i suoi tempi sono stati molto lontani da quelli di Vettel e di Bottas, anche se c’è la giustificante del motore Renault, che sembra sia in una variante depotenziata.

Fonte: f1.com
Fonte: f1.com

Alle spalle di Ricciardo, dopo un’altra giornata che definire da incubo è poco, chiude Stoffel Vandoorne. Il belga percorre solo 48 giri ed ottiene un misero 1.21.348, che lo relega a 2.3” da Vettel. Come abbiamo già detto 8° è Bottas, seguito al 9° posto da Pascal Wehrlein, sceso in pista solo al pomeriggio, ma più concentrato sul long-run che sul giro secco, tanto che il suo tempo è di 3.3” superiore a quello di Vettel, nonostante le gomme US. 44 giri per lui, solo 9 in meno di Jolyon Palmer, che a fine giornata colleziona soltanto il 10° tempo, ma con gomme Soft, a 3.4” da Vettel.

Chiudono l’elenco dei tempi Marcus Ericcson, che gira al mattino per la Sauber, seguito dalle due Williams di Massa e Stroll. Anche i due alfieri del team di Sir Frank si alternano: al mattino il giovane canadese, che cerca di prendere maggior feeling con la vettura, anche per evitare altri incidenti, e poi l’esperto brasiliano, che chiude a 5.4” da Vettel, ma con gomme Medie e carico di benzina. 

Fonte: f1.com
Fonte: f1.com

Formula 1