La F1 va in Russia: presentazione ed orari Tv

Dopo il Gp del Bahrain la F1 torna in pista e vola a Sochi per il quarto Gp dell'anno, dove potremmo ritrovare il duello Mercedes vs Ferrari e soprattutto Hamilton vs Vettel

La F1 va in Russia: presentazione ed orari Tv
La F1 va in Russia: presentazione ed orari Tv

Due settimane dopo il trionfo di Sebastian Vettel in Bahrain, la Formula 1 ritorna in pista. Si vola a Sochi per il quarto Gran Premio di Russia, con Lewis Hamilton e la Mercedes vogliosi di replicare al successo della coppia Ferrari-Vettel. Come detto, al Sochi International Street Circuit sarà di nuovo duello Mercedes-Ferrari, con le Frecce d’Argento che cercheranno il riscatto dopo il Gp del Bahrain dove Sebastian Vettel è stato capace di infliggere una lezione ai due piloti della Stella. La Rossa, invece, cercherà ancora una volta di confermare l’ottimo inizio di stagione, condito da due vittorie e un podio, tutti con Sebastian Vettel, mentre Kimi Raikkonen si è visto soltanto negli ultimi 15 giri di Sakhir, dove ha recuperato bene su Bottas, con cui qui a Sochi fu protagonista di un duro duello 2 anni fa, quando i due vennero al contatto all’ultimo giro, buttando via il podio.

TRACCIATO- Situato nella città di Sochi, sul Mar Nero, il Sochi International Street Circuit (precedentemente noto come Sochi Olympic Park Circuit) è nato dal progetto dell’architetto tedesco Hermann Tilke. Costruito proprio per la Formula 1, l’impianto si trova all’interno del Parco Olimpico dove nel 2014 hanno avuto luogo le Olimpiadi invernali. Il tracciato misura 5853 metri, è il terzo in ordine di lunghezza, dopo Spa-Francochamps e Silverstone e si snoda in 19 curve, di cui 12 a destra e 7 a sinistra.

Fonte: Vavel Images/formula1.com

RECORD- Sul circuito russo è dominio Mercedes, che qui ha vinto tutte e tre le edizioni disputate fino ad ora, due con Lewis Hamilton e una con Nico Rosberg. Il tedesco, vincitore lo scorso anno, ha stabilito anche il record sul giro in 1'39"094 e detiene il record di pole (2), mentre al suo ex-rivale spetta il record di vittorie, anche in questo caso 2.

ASPETTATIVE- Abbiamo già detto della voglia di rivalsa della Mercedes, che, dopo aver sprecato la prima fila in Bahrain, difficilmente vorrà arrendersi alla Ferrari anche in questo caso. Specialmente Lewis Hamilton, che è deciso a non far scappare Sebastian Vettel in classifica e per questo punta alla vittoria sul circuito russo, dove battè il tedesco proprio nel 2015. L’anno scorso fu protagonista di una gran rimonta dal fondo del gruppo che lo portò al 2° posto finale alle spalle di Nico Rosberg. Vettel, invece, vorrà continuare la sua serie positiva, sperando anche in una Ferrari competitiva anche sulla pista russa, dove lui ha ottenuto come miglior risultato un 2° posto nel 2015, mentre lo scorso anno lo ricordiamo protagonista del contatto con Kvyat, che costò al russo la retrocessione in Red Bull. La vittoria, salvo imprevisti, dovrebbe essere un discorso tra loro, anche perché abbiamo capito che Bottas difficilmente potrà lottare con il compagno, mentre Raikkonen non sembra ancora al livello di Vettel e il feeling con la SF70H non è ancora il migliore.

Fonte: Sky Sport f1
Fonte: Sky Sport f1

Dunque a questo punto l’occhio va sulle due Red Bull. Le vetture di Milton Keynes non sembrano al livello di Mercedes e Ferrari, ma Newey potrebbe cacciare da un momento all’altro qualche colpo di genio e Renault dovrebbe portare a breve un’evoluzione del motore. La vittoria però sembra lontana anche per i due piloti della scuderia austriaca, che però potrebbero comunque lottare per un podio. Ricciardo fino ad ora è sembrato in difficoltà, mentre Verstappen in Bahrain è stato fermato da un problema ai freni, che ha fatto terminare la sua gara nella ghiaia.

Alle spalle dei tre top team si prospetta una bella lotta con Force India, Toro Rosso e Williams. Perez è un ottimo pilota e sta maturando sempre di più, così come Ocon, che è arrivato sempre a punti finora, cosa che non han fatto i due piloti Toro Rosso e soprattutto Lance Stroll, mai al traguardo fino ad ora. A questi potrebbero aggiungersi Haas e Renault, mentre c’è la speranza di vedere Fernando Alonso al traguardo, perché la McLaren ha finalmente concluso una sessione di test senza intoppi con Vandoorne, il secondo giorno in Bahrain.

METEO- Siamo sul Mar Nero e quindi non aspettatevi il freddo tipico della Russia, ma un clima mite, quasi mediterraneo. Infatti le temperature andranno dai 21° del venerdì agli oltre 28° della domenica, quando i piloti saranno in pista per la gara. Non sono previsti rovesci, dunque tutto dovrebbe svolgersi con il caldo ed il bel tempo.

Fonte: Vavel Images via ilmeteo.it

ORARI TV- Dopo il Bahrain, la Russia torna in esclusiva su Sky, poiché la Rai trasmetterà il tutto in differita, dividendo il programma tra bSport e Rai2 (qualifica e gara)

Venerdì 28 aprile
ore 9.00-10.30, Prove libere 1 (differita Rai Sport ore 14:30) 
ore 13.00-14.30, Prove libere 2  (differita Rai Sport ore 18:00) 

Sabato 29 aprile
ore 11.00-12.00, Prove libere 3 (differita Rai Sport ore 15:00) 
ore 14.00, Qualifiche (differita Rai Sport ore 18:30) 

Domenica 30 aprile​
ore 14.00, Gara (differita Rai2 ore 21.00) 

Formula 1