Formula 1 - Le pagelle del GP di Spagna

Hamilton vince e ritorna sotto in classifica, Vettel illude con una grande partenza ma viene superato dall'inglese nel finale. Ritirati Raikkonen, Verstappen (collisione) e Bottas (problemi al motore). A podio Ricciardo, ottime le Force India

Formula 1 - Le pagelle del GP di Spagna
Il podio del Gp di Spagna (AP)

Lewis Hamilton - voto 8.5 - La sua è stata una vittoria di testa e di cuore, ben diversa da quelle caratterizzate dalla superiorità straripante della sua vettura. Non perfetto in partenza, e infatti Vettel lo uccella sullo start e si invola, il britannico però non si perde mai d'animo e cerca di tenere sempre a tiro il ferrarista. Gli viene in soccorso la splendida tattica Mercedes (voto 9, perfetti) che lo riporta testa a testa con Seb, che la prima volta gli sbatte la porta in faccia, ma poi deve cedere sotto la potenza della vettura avversaria. Nel finale gestisce con grande controllo le gomme e porta a casa una meritata vittoria

Sebastian Vettel - voto 8 - Altra gara di sostanza: azzecca la partenza e fa sperare i tifosi Ferrari con un grande avvio di gara. Sfortunato quando si ritrova il tappo Bottas davanti e quando torna ai box a Virtual Safety Car appena rientrata, poi bravo a chiudere su Hamilton fino a quando può, salvo poi doversi per forza arrendere. Rimane comunque negli specchietti del britannico fino alla fine, aspettando un cedimento delle gomme che però non arriva. Resta in testa al campionato, ed è tanta roba.

Kimi Raikkonen & Max Verstappen - s.v. - Entrambi sfortunati: il finlandese trova finalmente una partenza degna del suo nome, mentre il gioiellino Red Bull è come sempre un carroarmato al via, poi il contatto rovina la gara di entrambi. Bottas tocca Kimi che a sua volta finisce ruota a ruota con Verstappen: difficile dare colpe specifiche a qualcuno, tanta sfortuna e forse qualche forzatura di troppo per entrambi alla prima curva, ma in questi casi è difficile dire chi due due avrebbe dovuto alzare il piede un attimo prima. 

Valtteri Bottas - voto 4.5 - Gara da dimenticare per l'altro finlandese del circus. In partenza causa l'incidente (pur senza colpe oggettive) di Raikkonen e Verstappen, poi corre da perfetto gregario di Hamilton, chiudendo Vettel e facendogli perdere quei secondi necessari per permettere all'inglese di ritornare sotto. Il motore lo tradisce e lo costringe al ritiro, pareggiando quindi anche il conto con la Ferrari sul piano della classifica costruttori, ma prima non aveva mai impensierito né la Ferrari né il compagno di squadra: passo indietro.

Daniel Ricciardo - voto 6.5 - Il botto Kimi-Verstappen e l'uscita di Bottas lo portano a podio da quasi doppiato (1'15" da Hamilton), lui corre praticamente senza avversari e fa il suo. La Red Bull quest'anno non va, ma almeno arriva una soddisfazione.

Sergio Perez & Esteban Ocon - voto 7 -  Ma come vanno questi due? La strage di ritiri li porta a ridosso del podio, ma anche stavolta una gara di grande spessore e concretezza. Ocon rinnova nuovamente il suo miglior piazzamento in Formula 1, e le loro vetture sono sempre un bel vedere.

Pascal Wehrlein - voto 7 - Porta una Sauber a punti, e ci lotta pure per tutta la gara con una Toro Rosso (quella di Sainz - voto 7 - anche oggi a punti), basta questo.

Felipe Massa - voto 5 - Anche stavolta spreca una buona qualifica con una gara al di sotto delle aspettative. Sembra che a tratti corra svogliato, senza mordente: la sua Williams oggi non gira e lui fa poco per migliorare le cose. Riesce comunque a finire davanti al compagno di squadra Stroll (voto 4 - ormai è accanimento terapeutico).

Fernando Alonso - voto 6 - Non ci sentiamo di dargli un'insufficienza: vero che spreca un bel settimo posto in griglia a causa del contatto con Massa, ma già aver portato il trattore Honda in q3 vale la sufficienza. Riesce anche a finire la gara, e non era scontato. Bello anche il duello ancora con il brasiliano nel finale.

Romain Grosjean - voto 6 - Porta a casa un altro bel punto, sempre sul pezzo il Francese, che ogni tanto combina ancora qualche guaio, ma quando è a posto con la testa ottiene sempre bei risultati. Sfortunato il compagno di squadra Magnussen (voto 5.5), penalizzato anche da due forature.

Nico Hulkemberg - voto 7 - Altra gara di spessore per il tedesco. Certo, i ritiri davanti lo hanno aiutato, ma se con la stessa macchina uno arriva sesto e l'altro quindicesimo (Palmer - voto 4 - ...vabbè) qualcosa vorrà pur dire

Formula 1