F1 - Ross Brawn: "La sovrapposizione con la MotoGP è stupida"

Il nuovo direttore amministrativo della Formula 1 ammette la necessità di dover interloquire maggiormente con la Dorna, onde migliorare la fruibilità delle due manifestazioni.

F1 - Ross Brawn: "La sovrapposizione con la MotoGP è stupida"
F1 - Ross Brawn: "La sovrapposizione con la MotoGP è stupida"

Abbiamo più volte parlato di come la nuova gestione della Formula 1 volesse dimostrare una completa rottura con il passato, nell’aspetto della gestione, del rapporto con i fan, e nel creare valore intorno al “giochino” che vediamo durante i week-end così da riuscire ad incamerare più risorse, più soldi.

Come abbiamo più volte sottolineato anche in articoli precedenti, la nuova proprietà della massima competizione automobilistica si sta muovendo sul brevissimo termine, come per esempio il porre a fianco delle velocità espresse in km/h l’equivalente in miglia/h così da colmare un certo gap comunicativo con il pubblico nord-americano che comunque rappresenta un mercato alto spendente. Ma come spesso ha detto Chase Carey, quello che si vuole fornire al circus è una visione di breve e lungo periodo. Se nel lungo periodo, c’è poco da dire, l’appuntamento è rivolto alla discussione del Patto della Concordia, una cosa che ci si promette di fare a partire da subito con effetti già dal prossimo anno, è quella di interloquire con un altro attore importante del motorsport mondiale, ovvero la Dorna, in pratica la Liberty Media delle due ruote.

A parlare di questo ci ha pensato oggi Ross Brawn, direttore amministrativo della nuova gestione della Formula 1, il quale ha posto un problema abbastanza “banale” in ambito commerciale. Quest’anno infatti, si verificheranno numerose sovrapposizioni tra i calendari della massima competizione automobilistica e delle due ruote, ponendo così il problema della fruibilità di entrambe le manifestazioni. Infatti pare che alla fine di quest’anno saranno ben 8 i week-end in cui andranno in concomitanza sia le quattro che le due ruote.

L’ingegnere inglese ha quindi proposto un confronto con Ezpeleta, CEO della Dorna, dichiarando che non sarà facile gestire il calendario di due campionati così importanti, ma occorre almeno provarci e trovare un punto d’incontro, a partire dal prossimo anno.

La Reuters riporta come dei primi contatti ci siano già stati e, a mio parere, speriamo si riesca a trovare un giusto compromesso, così che possano guadagnarci entrambe le manifestazioni. Secondo il sottoscritto, era ora che il tema venisse affrontato, con il riconosciuto pragmatismo di uno come Ross Brawn; non che in passato non si sia già toccato l’argomento, ma con il solito pensiero unilaterale alla Ecclestone di cui abbiamo già diffusamente parlato. Aspettiamo e vedremo ulteriori sviluppi.

 


Share on Facebook