F1 - Ocon: "Non ci sarà una nuova Baku"

Il francese, dopo il contatto con Perez, è volato a Silverstone per analizzare il tutto con i vertici del team, che hanno incolpato entrambi.

F1 - Ocon: "Non ci sarà una nuova Baku"
F1 - Ocon: "Non ci sarà una nuova Baku"

Il Gran Premio d'Azerbaijan è stato uno di quei Gp che non si vedevano da tempo in F1: colpi di scena, contatti, di tutto e di più, che hanno reso il Gp azero uno dei più spettacolari degli ultimi anni. Infatti, oltre al tanto famigerato scontro tra Vettel ed Hamilton, a decidere la gara ci sono stati anche altri due contatti, ovvero quello tra i due finnici Bottas e Raikkonen, ma anche il ruota a ruota tra i due piloti della Force India, che ha costretto al ritiro Sergio Perez

Tornato sull'evento, a due settimane di distanza, l'altro driver del team anglo-indiano, Esteban Ocon, ha analizzato con lucidità quanto avvenuto a Baku, spiegando come, dopo la fine del Gp, sia volato subito in Gran Bretagna, per incontrare i vertici del team, con i quali  ha discusso dell'accaduto: "Dopo la gara ho preso un aereo per Silverstone. L'obiettivo era rivedere l'incidente che ho avuto con Sergio assieme al team. Loro avevano preparato qualche appunto con quello che pensavano a riguardo. La conclusione è che la colpa era da ripartire ad entrambi con la medesima percentuale. Un 50% a testa. Non è stata solo colpa mia, non è stata solo colpa di Sergio. E' stato un errore di entrambi. Ci sono cose che Sergio ha fatto che sono sbagliate. Io anche. Dunque questo lo ha reso un semplice incidente di gara, un concorso di colpa tra me e lui".

Il rapporto tra i due, però, non è affatto cambiato, come spiega lo stesso francese, che racconta: "Tra noi è tutto normale, stiamo parlando senza problemi. Non ci sono tensioni più di quante non ce ne fossero prima del contatto di Baku".

Ocon, poi, aggiunge che, nonostante ciò, non cambierà il suo stile, una guida come quella che sta tenendo da inizio stagione può portarlo a raggiungere risultati importanti. Sicuramente, però, cambierà l'approccio in alcune situazione, tipo quando sarà a contatto con Perez: "Non cambierò la mia condotta di gara, sta funzionando sin dall'inizio della stagione e continuerò ad adottarla. Credo solo che noi dovremo essere solo più attenti quando saremo in certe fasi della gara". 


Share on Facebook