Test F1 - All'Hungaroring si attende il rientro di Kubica in pista

Dopo il Gp d'Ungheria alcuni piloti si fermeranno sul circuito dell'Hungaroring per due giorni di test in cui esordiranno vari giovani promettenti e ci potrebbe essere un rientro d'eccezione

Test F1 - All'Hungaroring si attende il rientro di Kubica in pista
Test F1 - All'Hungaroring si attende il rientro di Kubica in pista

Mancano meno di due settimane all'inizio delle vacanze per il circus della F1, ma prima di andare definitivamente in ferie, c'è un ultimo importante evento. Infatti, subito dopo il week-end magiaro, alcuni piloti resteranno sul circuito ungherese per svolgere una due giorni di test importante, soprattutto in ottica futuro, per i giovani piloti che puntano ad un sedile nella massima serie. 

Certo, ci saranno anche piloti di esperienza, come Felipe Massa o Kimi Raikkonen e Max Verstappen, che si alterneranno con i giovani Charles Leclerc e Pierre Gasly ed in più ci dovrebbe essere un grande rientro, quello di Robert Kubica. Non è arrivato ancora l’annuncio ufficiale da parte della Renault, ma sembra mancare davvero solo quello, anche perchè Abiteboul non ha nascosto di aver visto delle potenzialità in Robert. E così, ad oltre sei anni dai test di Valencia, che si svolse due giorni prima del terribile incidente di Andora, Kubica tornerà in pista insieme ad altri piloti di Formula 1, salendo per la prima volta una monoposto equipaggiata con power unit ibrida. In Renault, inoltre, ci sarà spazio anche per Nicolas Latifi, pilota canadese che si mettendo in mostra in F2. 

In casa Mercedes grossa occasione per George Russell, leader della GP3 Series, che sarà in pista due giorni, anche perchè sia Hamilton che Bottas lasceranno l’Ungheria già domenica sera dopo la corsa. In più, al momento, non ci sono altri giovani del vivaio Mercedes con un profilo necessario per un test di questo livello.

In casa Ferrari, invece, spazio al dominatore della Formula 2, Charles Leclerc, che farà il suo esordio su una monoposto. Ad affiancare il monegasco, ci sarà Kimi Raikkonen. In casa Red Bull, invece, si attende Pierre Gasly, che salirà nuovamente su una vettura della casa austriaca e sarà affiancato da Max Verstappen. 

Potere ai giovani in casa Force India, dove ci sarà l'esordio dei rookie Lucas Auer, nipote di Gerhard Berger, e Nikita Mazepin. In Williams Lance Stroll farà spazio a Gary Paffett, che andrà ad alternarsi con Felipe Massa, come successo già in Bahrain. 

in McLaren spazio a Stoffel Vandoorne e al giovane Lando Norris, che sta disputando un'ottima stagione d'esordio in Formula 3. Per lui sarà il primo test su una F1 a motore ibrido, ma non un esordio assoluto, dato che in McLaren puntano molto su di lui e gli stanno facendo ripetere il programma seguito dalla Williams con Stroll. Infatti, il britannico, già da qualche tempo sta prendendo il ritmo su una Mp4 del 2012, così come fatto dalla Williams, che ha fatto provare più volte a Stroll la vettura del 2014. 

In casa Toro Rosso ci sarà traffico, dato che saranno in 3 a dividersi il sedile durante la due giorni ungherese. Infatti, al fianco di Kvyat e Sainz, che scenderanno in pista il secondo giorno, ci sarà Sean Gelael. In Haas spazio al giovane italiano Santino Ferrucci. Due esordi assoluti accompagneranno la Sauber e si parla di Gustav Malja Nobuharu Matsushita, la cui presenza, però, è legata all’accordo tra Sauber e Honda siglato da Monisha Kaltenborn prima dell'addio.

Fonte: motorsport.com
Fonte: motorsport.com

Share on Facebook