Vettel su Hamilton: "Grande rispetto per lui, molto forte ma non imbattibile"

Il pilota della Rossa, che guida la classifica piloti, rende onore al proprio rivale nella lotta per il titolo, riconoscendogli un talento cristallino giò da quando correvano contro nelle categorie minori.

Vettel su Hamilton: "Grande rispetto per lui, molto forte ma non imbattibile"
Vettel su Hamilton: "Grande rispetto per lui, molto forte ma non imbattibile"

Sebastian Vettel vs Lewis Hamilton. La sfida che sta animando la stagione 2017 di Formula 1 dopo la pausa estiva entrerà nel vivo, ma prima che essere una contesa sportiva è uno scontro tra due modi di essere totalmente diversi: il "no social" Vettel, molto concentrato ed analitico, contro la rockstar Hamilton, immerso nella vita mondana. Così diversi i due caratterialmente, così uguali nel talento di cui dispongono, che li spinge ad un continuo essere sul filo del limite senza oltrepassarlo, aspetto che fa la differenza tra un campione ed un buon pilota. La stagione si era aperta nel segno del rispetto reciproco tra il pilota della Rossa e quello della Mercedes, salvo poi assistere ad un incrinarsi dei rapporti tra i due nel Gran Premio d'Azerbaijan con l'ormai famosa "ruotata". Ora sembra che tra i due piloti sia tornata una quiete apparente, ed alcune frasi dette da Vettel in una recente intervista lo lasciano intendere.

Il numero 5 della Ferrari dice di conoscere da lungo tempo il valore del suo rivale per il titolo, affermando infatti che "Ho rispetto per Lewis fin dai tempi del karting, quando nel 1999 si classificò al terzo posto nel campionato europeo. Tuttavia, all’epoca non eravamo nella stessa categoria. Successe in seguito in Formula 3, quando in qualche occasione ci siamo trovati sul podio". I due si sono poi ritrovati a gareggiare l'uno contro l'altro in un palcoscenico decisamente più importante, la Formula 1, il massimo campionato  su pista per le quattro ruote. Il tedesco ebbe prontamente la sensazione che potesse essere un osso duro anche qui, e lo conferma nelle sue parole: "Si è capito subito che sarebbe diventato molto forte in Formula 1: è estremamente veloce e naturalmente dotato per quanto riguarda quello che fa."

Ogni pilota ha punti di forza e punti deboli, ma per campioni del calibro dei due di cui si sta parlando i pregi superano i difetti. Quando gli viene chiesto di fare un identikit di Hamilton, il leader della classifica risponde che "Si adatta facilmente ed è molto combattivo, ma non è nemmeno imbattibile“. Una dichiarazione molto chiara, come a voler dire "me la sto giocando contro un avversario di assoluto livello, ma al momento sto avendo la meglio". Non resta che aspettare il 27 agosto, quando a Spa andrà in scena il prossimo episodio di una stagione che, indipendentemente dall'esito, ricorderemo a lungo.