F1, Renault - A Spa e Monza nuovo motore

La casa francese punta a far bene nella seconda parte di stagione e per questo punta sul migliorare l'affidabilità del motore che in questa prima parte di stagione ha dato poche soddisfazioni.

F1, Renault - A Spa e Monza nuovo motore
F1, Renault - A Spa e Monza nuovo motore

Remi Taffin, responsabile dei motoristi Renault, ha annunciato che a Spa-Francorchamps, per il Gran Premio del Belgio, la Renault porterà delle evoluzioni, così da risolvere i problemi di affidabilità accusati nella prima parte del 2017. Si parla di evoluzioni di una certa importanza, che dovranno porre rimedio a tutti i problemi accusati dalla Power Unit francese nella prima metà di stagione. In più, potrebbero essere anche delle novità in ottica 2018, poichè lo stesso Taffin, e anche Abiteboul, avevano già dichiarato di progettare il motore Renault per il 2018. 

In casa Renault sono decisi e vogliono conquistare il quarto posto nel mondiale a fine stagione e per questo saranno fondamentali questi aggiornamenti, che verranno portati in pista su due circuiti dove la velocità e la potenza la fanno da padrone, come spiega lo stesso motorista: "A Spa e Monza porteremo in pista delle novità, in particolare sarà importante verificare i riscontri che arriveranno dal Gran Premio d’Italia, visto che il circuito rappresenta un banco prova molto indicativo sul fronte motoristico. Se ci confermeremo nella top-10 su queste due piste vorrà dire che siamo sulla strada giusta, visto che si tratta di circuiti dove la potenza ha un ruolo determinante nella performance generale delle monoposto".

Taffin prosegue, poi, analizzando il trend del team, positivo in queste ultime gare della stagione, dove il team è riuscito a lottare sempre per la Top10: "Nelle ultime gare abbiamo confermato una buona tendenza e non ci sono motivi per non credere che anche a Spa questo orientamento possa proseguire. Sarà una prova impegnativa, visto che in un giro del circuito belga il 67% viene coperto a pieno regime. Abbiamo fiducia anche nella monoposto e nei nostri piloti, tutto sembra essere in un buon stato di forma".

L'unica possibilità di raggiungere l'obiettivo del quarto posto è quello di migliorare dal punto di vista dell'affidabilità, su cui il motore francese ha peccato e non poco in questa prima parte di stagione: "I prossimi due mesi saranno molto importanti, dopo Monza avremo altre sette gare per poter portare in pista delle novità, sappiamo ovviamente di non essere la squadra più competitiva in pista, ma allo stesso tempo vogliamo concludere questa stagione cercando di porci subito alle spalle dei tre team di vertice. In qualifica sono arrivati riscontri positivi sia a Silverstone che a Budapest, ora però serve anche la conferma sul passo-gara, che è il fronte su cui ultimamente abbiamo dedicato molta attenzione negli ultimi mesi".