Presentato a Milano il team Athina Forward Racing

Si è svolta in un locale milanese la presentazione del team di Giovanni Cuzari, che schiera Stefan Bradl e Loris Baz in MotoGP, mentre in Moto2 punta sugli italiani Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri.

Presentato a Milano il team Athina Forward Racing
foto: motociclismo.it

È stato presentato oggi a “Il Gattopardo Café” di Milano la nuova squadra Forward Racing, impegnata sia nella categoria regina che in quella intermedia del motomondiale. Svelata anche la nuova livrea delle moto che guideranno i piloti in questa stagione. Presenti all’evento anche Loris Capirossi, ospite della presentazione, e Lin Jarvis, a sottolineare il legame tra il team ufficiale Yamaha e la squadra.

Oltre ai tipici colori nero e arancio sulle moto, c’è un nuovo main sponsor per quanto riguarda il team di Giovanni Cuzari: si tratta di Athina Eyewear, con la squadra che quindi quest’anno si chiamerà Athina Forward. Completamente rinnovata la squadra in MotoGP, con le Yamaha Open che verranno affidate al campione del mondo Moto2 2011 Stefan Bradl e all’ex pilota Superbike Loris Baz, mentre in Moto2 la squadra punterà su Simone Corsi, confermato, e sul giovane Lorenzo Baldassarri.

Molto carico Stefan Bradl, che affronta una nuova sfida dopo essersi lasciato alle spalle il team LCR Honda: “L’esperienza in Honda è stata sicuramente importante per la mia crescita, adesso ho voglia di rimettermi in gioco con la Yamaha Open. L’obiettivo è sicuramente quello di conquistare la vittoria nella categoria Open. Sappiamo che sarà difficile, perché ci saranno tanti avversari insidiosi, come Hayden e Barbera oppure Petrucci e Miller, credo però che potremo toglierci diverse soddisfazioni. I test di Sepang ci hanno abbastanza soddisfatto, anche se c’è ancora molto da lavorare, soprattutto su staccata e uscita di curva. Avremo comunque l’opportunità di apportare ulteriori sviluppi in Qatar e questo mi regala fiducia. Inoltre il circuito mi piace molto e confido di iniziare con un buon piazzamento il campionato.” Per quanto riguarda poi il nuovo compagno di squadra, “Loris [Baz] è un ragazzo molto disponibile, abbiamo avuto modo di confrontarci diverse volte e c’è buon feeling. Ovviamente in pista ci sarà rivalità, però credo sia normale. Abbiamo un obbiettivo comune, che è quello di tenere alta la bandiera del team e questo sarà il nostro compito.

Accanto al tedesco come detto c’è un ex pilota Superbike, Loris Baz, reduce da un anno non molto semplice, ma pronto per una nuova avventura: “Sono riuscito a ritrovare i giusti stimoli per iniziare al meglio l’esperienza con Forward e la Yamaha. Credo di essere in una squadra competitiva, costruita per rincorrere risultati importanti. Ovviamente non è stato facile adattarsi, posso dire che da una Kawasaki a una Yamaha Open è un bel salto. Se ho deciso di accettare questa sfida è perché ho voglia di mettermi in gioco, dimostrando di essere competitivo anche in questa categoria. Ci vorrà un po’ di tempo per capire la moto, soprattutto il setting. Infine non bisogna scordarsi delle gomme, credo che sia l’elemento più impegnativo sui cui ho lavorato da quando sono in Forward. L’obiettivo che mi sono prefissato è quello di arrivare a metà stagione e iniziare a toglierci qualche soddisfazione. Nei secondi test di Sepang abbiamo fatto alcuni miglioramenti e questo è un buon segnale.” Parole di apprezzamento poi per il compagno di squadra: “Ho sempre detto che Stefan [Bradl] è l’ultimo pilota ad avere battuto Marquez. Credo quindi che abbiamo in casa uno dei migliori del campionato. Confido che ci sia grande unione tra noi, con l’obiettivo di migliorare la moto impiegando meno tempo possibile.

Sfida tutta italiana in Moto2, con Simone Corsi, rimasto fuori sei mesi durante la scorsa stagione per un infortunio alla mano, che non vede l’ora di cominciare: “La mano ora è a posto - ha detto Simone - è stata dura rimanere sul divano e guardare gli altri. Ora si riparte, anch'io mi aspetto tanto da questo 2015.” Accanto a lui c’è il connazionale Lorenzo Baldassarri, che vede in questo progetto l’occasione per portare a casa i primi risultati importanti: “I primi test a Jerez sono stati buoni, la moto mi piace e non vedo l'ora di misurarmi con gli altri.” Giovanni Cuzari, proprietario del team, crede molto in questo progetto e punta soprattutto sui due piloti di maggiore esperienza: “Sono sicuro che Stefan [Bradl] potrà fare molto bene e ripetere quanto fatto da Aleix [Espargarò] nella scorsa stagione”, mentre per quanto riguarda Simone Corsi “gli abbiamo messo a disposizione a Vallelunga una moto per riprendersi più in fretta. Simone ha un enorme potenziale ancora inespresso e vogliamo metterlo nelle condizioni di tirarlo fuori.” 

Motori