CIVM - Vittoria e Record per Faggioli a Sarnano

Il fiorentino, all'esordio nell'italiano, ha subito posto il suo sigillo sulla gara marchigiana, con tanto di record. 2° Merli, 3° Scola.

CIVM - Vittoria e Record per Faggioli a Sarnano
CIVM - Vittoria e Record per Faggioli a Sarnano

Simone Faggioli, su Norma M20, si è imposto nella seconda gara del Campionato Italiano Velocità Montagna, che da Sarnano portava a Sassotetto. Lungo i 12 km di salita del Trofeo Scarfiotti, il fiorentino ha fatto registrare il record assoluto della gara, fermando il cronometro in 3'42"97. 

Alle spalle del fiorentino, dominatore dell'ultima decade, ha chiuso il suo rivale Christian Merli, su Osella FA30, che ha pagato al campione toscano 6"42 di distacco, ma rifilando 1"45 al terzo, Domenico Scola, vincitore tre settimane fa nella gara di casa al Reventino. Il calabrese era all'esordio con una vettura 3000cc ed ha avuto qualche problema in gara ad adattarsi, anche perchè durante le due sessioni di prova al sabato, aveva avuto problemi. Proprio a Merli è andata la vittoria della classe E2SS, dove ha preceduto proprio Scola. 

Ha chiuso al 4° posto assoluto Omar Magliona, mentre 5° è stato Domenico Cubeda, sulla vecchia Osella PA20, davanti a Luca Ligato, 6° assoluto e primo in classe CN2000, davanti ad Achille Lombardi, 7° assoluto e 2° di categoria. 8° è Fattorini, su Osella FA30, seguito da Ivan Pezzolla, 9°, ma 1° tra le E2SC-1000. Ha chiuso i primi 10 della classifica assoluta Diego De Gasperi, che ha portato a casa il successo in E2SS-2000. 

Non è una sorpresa, ma era all'esordio stagionale Manuel Dondi, che tra i tornanti della salita marchigiana, ha portato la sua FIAT X1/9 al 12° posto assoluto, davanti a tanti prototipi. Per lui, naturalmente, vittoria in E2SH-2000. Nel gruppo E2SH, chiude al 2° posto Marco Iacoangeli, su BMW Z4, mentre 3° è Carmine Tancredi, su BMW CSW. Solo 5° posto di classe per Marco Gramenzi, all'esordio stagionale, che ha portato in pista la nuova Alfa Romeo 4C, che non sembra ancora completamente messa a punto. In tutto ciò, per Iacoangeli, è arrivata la vittoria nel gruppo 3000cc.

Nel Gruppo E1-Italia, la vittoria è andata a Marco Sbrollini su Lancia Delta, che ha preceduto Fernando Cimarelli su Alfa Romeo 156 e Giuseppe Aragona, su Peugeot 106, che ha portato a casa la classifica di categoria E1-Italia 1600, mentre Cimarelli ha trionfato in categoria 2000.

Tra le GT è ancora vittoria per Lucio Peruggini, con la Ferrari 458 GT3, che si è messo alle spalle le due 458 Evo di Luca Gaetani e Roberto Ragazzi. Nel Gruppo N vittoria per Lino Vardanega, su Mitsubishi Lance Evo, che ha battuto la concorrenza di Rocco Errichetti, su Peugeot 106 S16, e Adriano Pilotto su Honda Civic Type R.

Nel gruppo Prod.Evo successo di Gianlindo Filiaggi, su Opel Kalibra, che ha battuto il compagno di team Fabio Massimi e il pilota di casa Sandro Tidei.  Tra le Prod. di serie ha trionfato, invece, Enrico Francia

Tra le Racing Start vittoria di Antonio Scarpa, su Mini Cooper JCW, che ha battuto Giacomo Liuzzi e Gabriele De Matteo. Tra le RsPlus, la vittoria è andata invece a Andrea Palazzo, che su Cooper JCW, ha avuto la meglio della velocissima e talentuosa Rachele Somaschini, arresasi per soli 4"3, mentre a 6"8 ha chiuso Vito Tagliente, con la terza Cooper JCW. 

Così se il Gruppo A, ha visto la vittoria di Alfredo Scarfoni, su Citroen Saxo VTS, davanti a Salvatore d'Amico e Paolo Parlato, tra le auto storiche la vittoria è andata ad Antonio Angiolani al volante della March 783 F3, che ha battuto per due decimi Piero Lottini su Osella PA 9/90 BMW, mentre terzo ha chiuso Stefano Peroni, sempre ben assecondato dalla brillante Osella PA 8 BMW, ma penalizzato da una scelta errata delle gomme.

Ora si va subito in Friuli, dato che il prossimo week-end si correrà la 
48ª Verzegnis – Sella Chianzutan ed il campionato è appena iniziato.

Motori