Il 2014 della Moto2, da Losail a Valencia

Riviviamo assieme tutte l'emozioni della stagione, classe Moto2: dal Gran Premio di Qatar all'ultima gara a Valencia.

Il 2014 della Moto2, da Losail a Valencia
insella.it

La stagione 2014, Moto2 è stata di fatto dominata dal Team Marc VDS Racing, infatti i due piloti del Team belga, Esteve ''Tito'' Rabat e Mika Kallio sono stati i due principali contendenti al titolo. Tito Rabat, dopo aver passato l'anno 2013 come ''terzo incomodo'' tra Scott Redding e Pol Espargarò, non si è lasciato sfuggire l'opportunità di diventare campione del Mondo. Lo spagnolo ha avuto la meglio sul finlandese, laureandosi matematicamente Campione del Mondo con una gara d'anticipo. Poco ha potuto fare il Team-mate Mika Kallio, che ha concluso l'ultima annata con il team di Marc van der Strater, secondo. Maverick Viñales, Team Pons, ha sorpreso tutti, vincendo tre volte e ottenendo ben 8 podi, alla sua prima ed ultima stagione nella classe intermedia. Viñales si è aggiudicato così anche il riconoscimento di Rookie dell'anno. Dagli italiani, i migliori risultati sono arrivati da Franco Morbidelli, Team Italtrans, al primo anno nella ''middle class'' e Simone Corsi, Team NGM Forward, fino a quando ne ha avuto la possibilità. Morbidelli ha ottenuto come miglior risultato un quinto posto ad Aragon e ha terminato l'anno 11esimo con 75 punti, mentre Corsi ha ottenuto 2 podi nei GP di Francia e Germania, ma è stato costretto a saltare gli ultimi 6 Gran Premi a causa della frattura all'ulna riportata durante la gara di Silverstone. Ha concluso la stagione settimo con 100 punti.

Gran Premio di Qatar, Losail

Esteve ''Tito'' Rabat (Marc VDS Racing), inizia il 2014 in modo straordinario, aggiudicandosi sia la prima pole position dell'anno, con il crono di 2'00''081, sia la prima gara della stagione , dopo una spettacolare bagarre all'ultimo giro con il giapponese Takaaki Nakagami (Team Asia). Terzo il team-mate Mika Kallio (Marc VDS Racing). Primo tra gli italiani con un sesto posto, Simone Corsi (NGM Forward).

Gran Premio delle Americhe, Austin

Seconda pole position consecutiva per Esteve ''Tito'' Rabat, ma a vincere la gara è il Campione del Mondo Moto3 2013, Maverick Vinales (Team Pons), infatti Rabat si è dovuto accontentare di un secondo posto. Nel gradino più basso del podio lo svizzero Dominique Aegerter (Team Technomag carXpert). Migliore tra gli italiani Simone Corsi, quinto.

Gran Premio D'Argentina, Termas De Rio Hondo

La terza tappa del Motomondiale, vede trionfare nella classe intermedia Tito Rabat. Lo spagnolo domina le qualifiche del sabato e la gara, riffilando più di 2 secondi di distacco al secondo classificato Xavier Simeon (Team Federal Oil Gresini). Terzo Luis Salom (Team Pons) mentre Maverick Vinales cade e si ritira. Simone Corsi bissa il quinto posto del Gran Premio delle Americhe. Rabat con questa vittoria vede salire il suo distacco dal primo inseguitore, Mika Kallio, a più 28.

Gran Premio di Spagna, Jerez

Mika Kallio spezza il dominio del compagno di squadra, Rabat, vincendo a Jerez de La Frontiera. Partito dalla prima casella ha gestito la gara in modo impeccabile. Alle sue spalle Aegerter e Jonas Folger(Team AGR). Quarto Rabat, che recupera dopo una brutta partenza. Non un bellissimo Gp per gli italiani, infatti il primo è Mattia Pasini(NGM Forward), diciottesimo. Dopo essere caduto ben due volte Simone Corsi abbandona la gara.

Gran Premio di Francia, Le Mans

Mika Kallio bissa il trionfo di Jerez davanti ad uno spettacolare Simone Corsi. Per Esteve Rabat l'ultimo gradino del podio. Kallio riduce, nella classifica generale, il suo gap con Rabat a 7 punti. Buon decimo posto per Franco Morbidelli(Team Italtrans).

Gran Premio D'Italia, Mugello

Il pole man Esteve Rabat vince il Gran Premio D'Italia davanti al connazionale Luis Salom e Jonas Folger. Fenomenale Simone Corsi, che partito ventiduesimo rimonta e ottiene un ottimo quarto posto. Il finlandese, Mika Kallio, si posiziona sesto mentre Franco Morbidelli conquista per la seconda volta consecutiva il decimo posto. Mattia Pasini cade e si ritira.

Gran Premio di Catalunya, Montmelò

Gara caratterizzata da molte cadute nei primi giri, che ha visto esultare, per la quinta volta, sul gradino più alto del podio, Tito Rabat. Dietro di lui Maverick Vinales. Primo Podio stagionale per Johann Zarco(Team AirAsia). Primo tra gli italiani Mattia Pasini, sesto, mentre non concludono la gara Corsi, Morbidelli e De Angelis.

Gran Premio D'Olanda, Assen

Il Gp D'Olanda ha riservato moltissimi colpi di scena. Innanzitutto la gara viene posticipata di 20 minuti causa pioggia e al via alcuni piloti(tra cui Folger, Aegerter e Cortese) decidono di prendersi un rischio montando gomme slick. Scelta che si rivelerà sbagliata. La gara è stata caraterizzata da molti sorpassi e cadute, ma ad avere la meglio è stato Anthony West(Team QMMF). Partito 23esimo, l'australiano, vince su Maverick Vinales e Mika Kallio. Rabat nono. Corsi spreca l'occasione di vincere, cadendo, poi recupera chiudendo tredicesimo.

Gran Premio di Germania, Sachsenring

Primo successo in carriera per Dominique Aegerter, che domina il week-end tedesco con pole position il sabato, e vincendo la gara. Seguono Mika Kallio e Simone Corsi, secondo podio per l'italiano. Quarto Esteve Rabat. Quest'ultimi tre si sono giocati fino alla fine la terza piazza. Bella gara anche per Morbidelli,sesto, ma che ha lottato per metà gara per il terzo posto. Brutto week-end per Alex De Angelis e Lorenzo Baldassari entrambi ritirati.

Gran Premio D'Indianapolis

Mika Kallio vince ad Indianapolis, davanti a Maverick Vinales e Dominique Aegerter. Tito Rabat per la seconda volta consecutiva giunge quarto al traguardo. Quinto Corsi. Attimi di paura per Mattia Pasini che viene coinvolto in un incidente con Anthony West, Andy Krummenacher e Azlan Shah. Dopo i primi soccorsi in clinica mobile le condizioni del pilota italiano migliorano.

Gran Premio Repubblica Ceca, Brno

Esteve ''Tito'' Rabat è il dominatore indiscusso del Gp della Repubblica Ceca. Finisce la gara con 3 secondi di vantaggio sul compagno di team, Mika Kallio. Primo podio in carriera, nella ''middle class'' per Sandro Cortese, terzo. Maverick Vinales dopo delle qualifiche disastrose rimonta dal diciasettesimo posto al sesto. Franco Morbidelli migliore tra gli italiani, ottavo, mentre Simone Corsi che partiva dalla seconda fila ha concluso dodiciesimo.

Gran Premio Gran Bretagna, Silverstone

Johann Zarco conquista la pole ma a vincere è di nuovo Esteve ''Tito'' Rabat con uno sprint finale sul team-mate Mika Kallio, ancora una volta secondo. Terzo Maverick Vinales. Rabat porta a +17 i punti di vantaggio su Kallio. Ottimi sesto e nono posto per Franco Morbidelli e Mattia Pasini. Simone Corsi viene preso in pieno da Folger ed è costretto a ritirarsi. Il pilota romano viene operato, all'Oxford, per ridurre la frattura dell'ulna distale sinistra e suturare la lesione dei tendiniestensori del polso. Il 50enne Jeremy McWilliams, wild card di lusso nel suo Gp di casa.

Gran Premio di San Marino, Misano

Terza vittoria consecutiva per lo spagnolo del Team Marc VDS Racing, Rabat, ed è la terza volta consecutiva che batte il compagno di squadra, pole man del week-end, Kallio. Il divario tra i due compagni di Team sale a 22punti. Terzo e quarto Johann Zarco e Maverick Vinales. Migliore tra gli italiani Franco Morbidelli.

Gran Premio D'Aragon

Maverick Vinales rompe la leadership di Tito Rabat, conquistando la pole e vincendo la gara. Secondo il connazionale Rabat. Terzo posto ottenuto sul finale da Zarco in bagarre con Tom Luthi( Interwetten Team). Ottimo quinto posto per Franco Morbidelli.

Gran Premio del Giappone, Motegi

Tom Luthi torna sul gradino più alto del podio dopo due anni d'assenza. Secondo Maverick Vinales che si conferma sempre più rookie dell'anno. Terzo il leader della classifica piloti Esteve Rabat, che allunga sul compagno di colori, Mika Kallio con 38 punti di distacco. Quest'ultimo conclude il week-end quinto. Settimo Morbidelli ancora una volta il migliore tra gli italiani.

Gran Premio D'Australia, Phillip Island

Maverick Vinales, pilota Suzuki MotoGP 2015, vince il Gp D'Australia precedendo lo svizzero Tom Luthi e il leader del mondiale Esteve Rabat. Lo spagnolo rimanda i festeggiamenti anche se il suo vantaggio sul finlandese, Mika Kallio sale a 41punti. Franco Morbidelli, quattordicesimo, primo tra gli italiani seguito subito da Lorenzo Baldassari.

Gran Premio di Malesia, Sepang

Esteve ''Tito'' Rabat, conquista il titolo della classe Moto2. Il 25enne di Barcellona con il terzo posto conquistato alle spalle di Maverick Vinales(secondo successo di fila) e Mika Kallio, è il nuovo campione del mondo Moto2. Rabat, fino al Gp di Malesia, ha conquistato 10 pole(record della classe Moto2), 7 vittorie, 13 podi, per un totale di 326 punti, 37 in più di Mika Kallio. Mattia Pasini migliore degli italiani (dopo essere partito dall'ultima casella), tredicesimo.

Gran Premio della Comunità Valenciana, Ricardo Tormo

Tom Luthi vince a sorpresa l'ultimo Gran Premio dell'anno. Rabat dominatore della corsa e neocampione del Mondo, rallenta poco prima della bandiera a scacchi facendosi così superare facilmente dallo svizzero. Terzo Johann Zarco sulla sua Suter. Ottimo decimo posto per Lorenzo Baldassari, mentre Morbidelli dopo una caduta si rialza e conclude 21esimo. Al secondo posto in classifica Mondiale dietro a Esteve Rabat 346 punti troviamo Mika Kallio con 289 punti, seguito dal rookie della stagione, Maverick Vinales a 274 punti.


 


Share on Facebook