Moto 2, l'ultima pole della stagione è di Zarco. Prima fila per Morbidelli, gran 4^ per Pasini

Sul circuito valenciano intitolato alla memoria di Ricardo Tormo, il Campione del mondo in carica si conferma il numero uno nella categoria di mezzo abbattendo il record della pista fino a raggiungere l'ennesima pole della stagione. Alle sue spalle, Luthi si ferma ad appena sei millesimi mentre Franco Morbidelli è terzo per soli 54 millesimi. Da segnalare il gran quarto posto di Mattia Pasini, infortunato e davanti a Rins 5^.

Moto 2, l'ultima pole della stagione è di Zarco. Prima fila per Morbidelli, gran 4^ per Pasini
Moto 2, l'ultima pole della stagione è di Zarco. Prima fila per Morbidelli, gran 4^ per Pasini. Fonte foto: Getty Images.

L'ultimo sole dell'anno sorride al talento del Campione del mondo in carica, Johann Zarco, in pole position sul tracciato dedicato alla memoria di Ricardo Tormo, nella Comunità Valenciana

Con il secondo titolo Moto2 già acquisito, il 5 black and silver decide di salutare la categoria di mezzo a suo modo. Pole stratosferica quella di Zarco, capace di fermare il cronomertro valenciano sull'1.34.879. Il tempone, stampato ad inizio sessione, permette a Zarco di abbattere anche il vecchio record della pista - record che resisteva dalla stagione 2013 - in favore del suo fiammante 1.34.879.
Qualifica tiratissima quella che va in scena sull'angusto tracciato valenciano: dopo le FP3 favorevoli a Tom Luthi, lo svizzero conferma il grande stato di forma, duellando senza un domani per raggiungere la casella uno. Zarco parte col botto, battendo subito un trentacinque alto. Alle sue spalle rispondono subito i rivali: Luthi, Rins e Morbidelli, tutti vicini proprio come nella classifica del mondiale. Separati da appena 17 punti nella classifica del mondiale, i tre si danno battaglia sui 4005 metri del Circuit de la Comunitat Valenciana, ma a spuntarla, è sempre il ragazzo di Cannes. 

Johann Zarco, in pole anche a Valencia. Fonte foto: Getty.
Johann Zarco, in pole anche a Valencia. Fonte foto: Getty.

Lo svizzero sfodera una serie di giri sempre sul piede dell'1'35''. "Il Morbido" risponde alla grande, prima acciuffando la prima fila a discapito di Rins, poi avvicinando a più riprese la vetta. Intanto Zarco mette a segno la zampata, facendo crollare il record di Espargaro che resisteva dal 2013. Alle sue spalle si scatena l'inferno: Luthi avvicina il limite sino ad arrivare a sei millesimi di secondo. Un grande Morbidelli si ferma ad appena 54 millesimi di distacco. Alle spalle dei tre marziani, si colloca con grande sorpesa Mattia Pasini, infortunato, ma in grado di mettere su gas quando serve. 
Dietro, è solo quinto Alex Rins, domani costretto a guardarsi le spalle visto che Morbidelli preme per raggiungere la terza posizione nella classifica del mondiale. La battaglia è più che mai aperta; domani, quando le luci si spegneranno, conterà solo dare gas.

I risultati delle qualifiche della Moto2: