Moto2 - A Jerez comanda Oliveira

Il portoghese del Team Red Bull KTM Ajo segna il miglior tempo durante la seconda sessione migliorando quello di Nakagami. Secondo il giapponese che fallisce l'assalto nella terza sessione, terzo Pasini.

Moto2 - A Jerez comanda Oliveira
Test Moto2

Continuano i test invernali della Moto2 in preparazione dell'esordio in Qatar. Nel primo giorno delle prove IRTA a Jerez, dove gli unici assenti sono Lorenzo Baldassari, colpito da un'infiammazione al tendine del braccio sinistro e Stefano Manzi, è Miguel Oliveira, in sella alla moto KTM del Team Ajo, il pilota più veloce di giornata nella classifica combinata delle tre sessioni. Il portoghese ferma il cronometro sull'1:42.316, giro effetuato nella tornata di mezzo, battendo di mezzo secondo il tempo fatto da Nakagami in quella mattutina. Sempre nella prima parte dei test di oggi, Mattia Pasini registra un sorprendente terzo posto, che sarà una grande iniezione di fiducia in vista di Losail per il pilota romagnolo.

Takaaki Nakagami in sella alla moto del Team Idemitsu
Takaaki Nakagami in sella alla moto del Team Idemitsu

Bene anche gli altri due piloti italiani che già hanno corso in Moto2, ovvero Franco Morbidelli e Luca Marini. Il fratellino di Valentino Rossi registra un ottimo quarto tempo, anche se rappresenta il primo a non essere sceso sotto il muro dell'1:43.000, seguito a ruota dal Morbido. Morbidelli, che quest'anno ha i gradi di favorito al titolo di campione del mondo assieme a Luthi, chiude a soli 5 millesimi da Marini precedendo proprio lo svizzero in sella alla Kalex del Team Carxpert Interwetten. Vicinissimi ai due favoriti anche Dominque Aegerter (1:43.075) e Alex Marquez (1:43.094), mentre deludono gli altri italiani della classe di mezzo. 

Simone Corsi è costante sul passo del 1:43 alto, registrando il miglior tempo in 1:43.576, ma purtroppo resta lontano dai top rider. Sullo stesso tempo si ferma anche Andrea Locatelli, all'esordio con la moto del Team ItalTrans Racing e questo fa ben sperare per il prosieguo della stagione dove il Loca troverà il giusto feeling con la moto. Molto più indietro Francesco Bagnaia che con la due ruote dello Sky VR46 Racing Team non riesce ad andare oltre l'1:44.008 fatto segnare nella terza sessione del pomeriggio. 


Share on Facebook