Moto3, vince Miller, ma Álex Márquez è campione del mondo

Jack Miller vince l'ultima gara stagionale della Moto3, a Valencia. Alex Marquez, con il terzo posto, si laurea campione del mondo. Sale sul secondo gradino del podio Isaac Viñales. Attardati gli italiani, il migliore dei quali è Niccolò Antonelli, settimo.

Il 2014 è l'anno dei Márquez: dopo il titolo conquistato da Marc in Giappone, il giovane Álex si è laureato oggi campione del mondo della Moto3 al Gran Premio di Valencia. Per il fratello minore dei Márquez si tratta del primo titolo in carriera, ottenuto al suo ultimo anno nella categoria minore, prima di passare a quella intermedia. Grazie al piccolo Álex, la famiglia Márquez può vantare un nuovo record: per la prima volta due fratelli vincono il campionato nello stesso anno, uno in classe regina, uno in Moto3.

Il vincitore è solo uno, così, mentre Álex Márquez festeggia il suo primo titolo, Jack Miller lascia Valencia con l'amaro in bocca. Ha compiuto il suo dovere vincendo la gara e dando il massimo dallo spegnimento del semaforo fino alla bandiera a scacchi. Nulla ha potuto contro il suo avversario e non nasconde il disappunto e la delusione.

Jack Miller ha vinto così il Gran Premio di Valencia, combattendo con il coltello tra i denti e con l'aggressività che lo contraddistingue. Ha infranto il sogno di Isaac Viñales, sopravanzandolo all'ultimo giro e relegandolo al secondo posto. Sale sul terzo gradino del podio Álex Márquez, che festeggia il suo primo titolo.

La medaglia di legno va a Danny Kent, quarto davanti ad Álex Rins, quinto. Efren Vazquez è sesto, mentre Niccolò Antonelli, che partiva dalla pole position, non è andato oltre la settima posizione. Ottavo è Oliveira, che precede Binder, nono. Chiude la top ten Karel Hanika. Non hanno brillato gli altri italiani: Enea Bastianini è 11°, mentre Romano Fenati è 14°. Francesco Bagnaia non va oltre la sedicesima posizione e Andrea Migno è 18°. Alessandro Tonucci, Matteo Ferrari e Andrea Locatelli sono rispettivamente 21°, 25° e 26°.

LA GARA – Allo spegnersi del semaforo, Miller ottiene un ottimo spunto e va a mettersi in testa, beffando Antonelli, secondo. Marquez viene passato da Viñales ed è così quarto. Jack Miller tenta la fuga, con Antonelli che sembra non riuscire a tenere il passo dell'australiano. Così viene sopravanzato da Viñales, che va a prendersi la seconda posizione e si avvicina pericolosamente al leader della gara. Intanto arriva l'attacco del giovane Marquez, che passa Antonelli per la terza posizione.

Va molto forte Isaac Viñales che, con un sorpasso alla fine del rettilineo principale, passa Miller e va a prendere la testa della gara. Intanto Niccolò Antonelli riesce a non mettere tra sé e Marquez troppi metri. I primi quattro piloti sono ora molto vicini: pochissimi decimi separano Miller, di nuovo in testa, da Marquez, quarto e sopravanzato di nuovo da Antonelli. Tra un sorpasso e l'altro, si avvicina il secondo gruppo, che comprende Kent, Rins, Vazquez, autore del giro veloce, e McPhee.

Le posizioni in testa continuano a variare, mentre i piloti di dietro continuano ad avvicinarsi, favoriti anche dalle bagarre di Miller, Viñales, Marquez e Antonelli. Ormai sono tutti vicini, sono in otto a lottare per il podio. Si combatte con il coltello tra i denti, mentre Miller appare piuttosto aggressivo e non si risparmia in attacchi, Marquez sembra stare a guardare, attendendo e non entrando in duelli. Ma le scie cambiano le carte in tavola ad ogni giro ed i piloti sono veramente vicini. Questo porta ad un contatto tra Marquez e Antonelli, che vanno larghi e rientrano in sesta e settima posizione rispettivamente.

Miller e Viñales intanto hanno guadagnato qualche metro sugli altri piloti, che sono in piena bagarre per il terzo posto. Marquez recupera fino al quarto posto, mentre il gruppo inizia a ricompattarsi. L'australiano della KTM non si risparmia, è aggressivo e attacca fino a staccare un po' i piloti dietro di lui. Ma il tentativo di fuga di Miller è vanificato dall'arrivo di Marquez, che torna in seconda posizione.

Ormai manca veramente poco alla fine della gara e le bagarre portano ad un contatto tra i due contendenti al titolo. Miller e Marquez rientrano in gara immediatamente ed iniziano a recuperare. Jack Miller sorpassa con cattiveria e aggressività e va a prendere di nuovo la testa della gara. Va così a vincere il Gran Premio di Valencia, beffando proprio all'ultimo giro Isaac Viñales, secondo. Chiude il podio Alex Marquez, che conquista così il titolo, il primo della sua carriera.

Classifica e tempi: 

  1. Jack MILLER – Red Bull KTM Ajo Lap 24

  2. Isaac VIÑALES – Calvo Team +0.155

  3. Alex MARQUEZ – Estrella Galicia 0,0 +0.955

  4. Danny KENT – Red Bull Husqvarna Ajc +1.572

  5. Alex RINS – Estrella Galicia 0,0 +2.251

  6. Efren VAZQUEZ – SaxoPrint-RTG +2.508

  7. Niccolò ANTONELLI – Junior Team GO&FUN +3.620

  8. Miguel OLIVEIRA – Mahindra Racing - +4.216

  9. Brad BINDER – Ambrogio Racing +4.248

  10. Karel HANIKA – Red Bull KTM Ajo +4.363

Moto3