MotoGP, a Le Mans pole e record per Márquez

Il campione del mondo in carica ottiene la quinta pole position di fila, abbattendo il record della pista che apparteneva, fino ad ora, a Dani Pedrosa. Ottimo Pol Espargaró, che domani scatterà dalla seconda casella, mentre Dovizioso porta la Ducati in prima fila, grazie al suo terzo tempo. Indietro la Yamaha con Rossi quinti e Lorenzo sesto, mentre Pedrosa è solo nono.

Ormai la pole position è affare di Marc Márquez. Da Losail a Jerez non c’è stato sabato in cui il campione del mondo in carica non abbia afferrato con forza la prima casella. Anche oggi a Le Mans non è stato diverso. Si è portato davanti a tutti proprio all’inizio della Q2 e non ha più lasciato il comando. Con il tempo di 1.32.042 ha distrutto il record  della pista, appartenuto al compagno di squadra Pedrosa. È il pilota dei record, Márquez e questa non è più una sorpresa. Ma coloro che hanno stupito in questo turno sono stati Pol Espargaró e Andrea Dovizioso. Per loro il piazzamento è ottimo: il pilota del Team Tech 3 ha ottenuto la seconda posizione, staccato di quasi sette decimi da Márquez. Per “Polyccio” si tratta della prima volta in prima fila. Questa è chiusa dal pilota della Ducati, che ha portato la Desmosedici in terza posizione. Beffato Stefan Bradl, che apre la seconda fila. Qualifica deludente per le due Yamaha ufficiali: Valentino Rossi scatterà domani dalla quinta casella, mentre Jorge Lorenzo non va oltre la sesta piazza. Inaspettato il risultato dei due della casa di Iwata, che sembravano aver un ottimo passo sia nelle libere di questa mattina che nella quarta sessione che ha preceduto queste qualifiche.

Poco soddisfacente è anche il piazzamento di Dani Pedrosa: per lui solo il nono tempo a quasi un secondo di distacco dal poleman. Anche Andrea Iannone non riesce ad esultare. Dopo gli ottimi tempi ottenuti durante l’intera sessione, scivola fino all’undicesimo posto, complice anche un tempo cancellato a causa di un lungo che l’ha portato a tagliare la pista. Per una Ducati che festeggia ce n’è una che soffre: ultimo dei classificati in Q2 è Cal Crutchlow, piuttosto distante dalla vetta, ad oltre un secondo di ritardo.

Tempi e griglia di partenza

  1. Marc Márquez – Repsol Honda Team 1.32.042
  2. Pol Espargaró – Monster Yamaha Tech 3  +0.692
  3. Andrea Dovizioso – Ducati Team + 0.713
  4. Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP + 0.804
  5. Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP + 0.831
  6. Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP + 0.857
  7. Álvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini + 0.964
  8. Aleix Espargaró – NGM Forward Racing + 0.973
  9. Dani Pedrosa – Repsol Honda Team + 0.981
  10. Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 + 1.016
  11. Andrea Iannone – Pramac Racing + 1.060
  12. Cal Crutchlow – Ducati Team + 1.273
  13. Nicky Hayden – Drive M7 Aspar + 01.817
  14. Yonny Hernández – Energy T.I. Pramac Racing + 01.957
  15. Colin Edwards – NGM Forward Racing Team + 2.161
  16. Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini + 2.191
  17. Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar + 2.415
  18. Karel Abraham – Cardion AB Motoracing + 2.838
  19. Héctor Barbera – Avintia Racing + 3.457
  20. Broc Parks – Paul Bird Motorsport + 3.753
  21. Michael Laverty -  Paul Bird Motorsport + 3.890
  22. Mike Di Meglio - Avintia Racing + 4.121

Share on Facebook