MotoGP al Sachsenring prima della pausa estiva: anteprima e orari tv

Ultimo GP prima della pausa estiva per i piloti MotoGP: si va in Germania, al Sachsenring, a "casa" di Stefan Bradl, con Marc Márquez che punterà alla nona vittoria stagionale, ma con un Pedrosa che potrebbe essere il rivale più temibile, visti i sei successi del pilota di Sabadell su questo tracciato.

Siamo già al giro di boa di questo campionato del mondo MotoGP, con l’ultima gara prima della pausa estiva prevista fino a metà agosto. Questo weekend si correrà sul tracciato del Sachsenring, il più piccolo di quelli presenti in calendario, ed uno anche dei più difficili per i piloti.

Il circuito – Il Sachsenring è un circuito motociclistico tedesco, inaugurato nel 1927, situato nella periferia di Hohenstein-Ernstthal, a circa cento chilometri da Dresda, in Sassonia. Dopo gli incidenti nel 1990 il tracciato perse l’omologazione per ospitare gare mondiali, non rispondendo alle nuove norme sulla sicurezza, quindi vennero compiuti diversi lavori e nel 1996 ci fu l’inaugurazione del nuovo circuito. Alcune modifiche vennero realizzate anche in seguito, con la rimozione della chicane prima del traguardo, la rettifica del rettilineo del traguardo, la modifica della curva 11, e la realizzazione di un ripidissimo rettilineo in discesa che porta alla Sachsencurve. Il circuito misura 3671 metri, il più corto tra quelli ospitanti il motomondiale, con 10 curve a destra e 4 a sinistra, e viene percorso in senso antiorario. Il record del tracciato in 1:21.846 appartiene dal 2011 a Dani Pedrosa.

Aspettative – Dopo l’ottava vittoria consecutiva, è logico pensare che l’obiettivo sia il nono successo in nove gare: ormai Marc Márquez sembra inarrestabile, capace di chiudere sul primo gradino del podio in qualsiasi condizione, anche in quelle particolari trovate ad Assen. Il vantaggio sui diretti inseguitori Rossi e Pedrosa, appaiati a meno 72 dal leader, mostra già una situazione che vede il giovane campione del mondo per ora senza rivali. Ma ora si va al Sachsenring, tracciato su cui l’anno scorso Márquez ebbe “vita facile”, con Pedrosa e Lorenzo fuori per infortunio, mentre quest’anno è lui stesso a dire che sarà tutto molto diverso, specialmente con il compagno di squadra che, fresco di rinnovo, sul tracciato tedesco ha ottenuto ben sei vittorie, due nell’allora 250cc e quattro in MotoGP, e vorrà provare ad arricchire la sua striscia di successi. Anche Valentino Rossi, che ha appena firmato per altri due anni con Yamaha, vuole fare bene su un circuito che gli piace, puntando nuovamente al podio, mentre il compagno di squadra Jorge Lorenzo vuole cercare di scacciare i fantasmi del 2013 che hanno condizionato anche la sua gara ad Assen: per lui il tracciato tedesco non porta bei ricordi, visto che fu protagonista di una nuova caduta che danneggiò nuovamente la spalla fratturata ed operata durante il GP precedente. Ma il maiorchino, unico dei “fantastici 4” a non aver ancora rinnovato il contratto, non ha intenzione di mollare, assicurando di avere il supporto della squadra. Gara di casa per il pilota LCR Stefan Bradl, che quindi vorrà mettersi in mostra davanti al suo pubblico, anche se confessa che il Sachsenring non è mai stato uno dei suoi circuiti preferiti. Tra l’altro il pilota tedesco, assieme ad Andrea Iannone e Bradley Smith, proveranno oggi la temibile curva 11, teatro già di molte brutte cadute come quella di Jorge Lorenzo l’anno scorso o di Valentino Rossi nel 2011: ai tre piloti è stata proposta una modifica del layout, da valutare dopo la prova. Da tenere d’occhio anche la Ducati, in particolare Dovizioso, che in condizioni come quelle di Assen è riuscito ad essere protagonista in gara salendo sul secondo gradino del podio: scontato pensare che l’obiettivo sia diventare più costanti e cercare di ripetere quel grande risultato di due settimane fa.

Il Gran Premio di Germania sarà completamente visibile sui canali a pagamento Sky, mentre sul canale gratuito Cielo si potranno vedere qualifiche e gare. Ecco tutti gli orari del weekend:

SKY SPORT MOTOGP

Giovedì 10 luglio

16.55 Conferenza stampa piloti

 

Venerdì 11 luglio

9.00 Moto3 Prove Libere 1

9.55 MotoGP Prove Libere 1

10.55 Moto2 Prove Libere 1

13.10 Moto3 Prove Libere 2 (in replica alle 18.00)

14.00 MotoGP Prove Libere 2 (in replica alle 16.05 e alle 19.45)

15.05 Moto2 Prove Libere 2 (in replica alle 17.00)

 

Sabato 12 luglio

9.00 Moto3 Prove Libere 3

9.55 MotoGP Prove Libere 3

10.55 Moto2 Prove Libere 3

12.35 Moto3 Qualifiche (in replica alle 23.15)

13.30 MotoGP Prove Libere 4 (in replica alle 18.30)

14.05 MotoGP Qualifiche (in replica alle 16.05 e alle 19.00)

15.05 Moto2 Qualifiche (in replica alle 21.10)

17.00 Conferenza stampa

 

Domenica 13 luglio

8.40 Moto3 Warm Up

9.10 Moto2 Warm Up

9.40 MotoGP Warm Up

11.00 Moto3 Gara (in replica alle 17.15)

12.20 Moto2 Gara

14.00 MotoGP Gara (in replica alle 16.15, alle 21.00 e alle 24.00)

 

CIELO

Sabato 12 luglio

12.35 Moto3 Qualifiche (diretta)

14.05 MotoGP Qualifiche (diretta)

15.05 Moto2 Qualifiche (diretta)

 

Domenica 13 luglio

11.00 Moto3 Gara (diretta)

12.20 Moto2 Gara (diretta)

14.00 MotoGP Gara (diretta)


Share on Facebook