Phillip Island, Aleix Espargaró al comando nel primo turno di libere, Jorge Lorenzo in testa nel secondo

E' lo spagnolo del team NGM Forward a stampare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio d'Australia, davanti a Jorge Lorenzo, Andrea Iannone e Valentino Rossi. Quinta posizione per Marc Márquez, nono Dani Pedrosa. Nel secondo turno è invece Jorge Lorenzo a prendere il comando, davanti al campione del mondo in carica. Bene Iannone e Dovizioso, rispettivamente terzo e quarto. Rossi è quinto, mentre Pedrosa decimo.

Comincia bene il fine settimana di Phillip Island per quanto riguarda il tempo: il sole splende ed il primo giorno di prove libere comincia con una temperatura attorno ai 13° C nell’ambiente e circa 23° C sull’asfalto. È il pilota NGM Forward Aleix Espargaró ad ottenere il miglior tempo in questo turno, chiudendo davanti a Jorge Lorenzo e Andrea Iannone.

Tutti i piloti si fanno vedere fin da subito, con Dani Pedrosa a fare da apripista in questa prima sessione di prove libere. Non passano nemmeno dieci minuti ed è il campione del mondo Marc Márquez a prendersi la prima posizione, davanti al trio italiano formato da Andrea Iannone, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, davanti al quale però si inserisce pochi minuti dopo Stefan Bradl. Registriamo a poco più di mezz’ora dalla fine una caduta per Alvaro Bautista, che si rialza e cerca poco dopo di ripartire, senza successo. Si fanno vedere Jorge Lorenzo e Aleix Espargaró, inseritisi in terza e quarta posizione davanti a Bradl, mentre cade anche Alex De Angelis, costretto a tornare al box a piedi. Ad un quarto d’ora dalla fine ci sono due spagnoli in testa, Márquez e Lorenzo, seguiti da un trio italiano composto da Rossi, Iannone e Dovizioso, mentre Pedrosa, per la maggior parte del turno fuori dalla top ten, è risalito fino all’ottava posizione. Questa situazione rimarrà invariata per parecchio, finché a cinque minuti dalla fine si verifica qualche cambiamento in classifica: Aleix Espargaró si prende la prima piazza provvisoria, davanti a Iannone e Rossi, mentre quasi alla fine del turno c’è una violenta caduta per l’australiano Broc Parkes, per fortuna senza conseguenze per il pilota. Il turno si chiude così, con Aleix Espargaró in testa, seguito da Jorge Lorenzo, Andrea Iannone, Valentino Rossi, Marc Márquez e Andrea Dovizioso.

La classifica:

1. Aleix ESPARGARO - NGM Forward Racing - 1:29.749

2. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - +0.160

3. Andrea IANNONE - Pramac Racing - +0.276

4. Valentino ROSSI - Movistar Yamaha MotoGP - +0.302

5. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - +0.330

6. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - +0.634

7. Cal CRUTCHLOW - Ducati Team - +0.704

8. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - +0.896

9. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - +0.918

10. Stefan BRADL - LCR Honda MotoGP - +0.947

Nella seconda sessione Jorge Lorenzo si porta davanti a tutti, facendo segnare il miglior tempo. Dietro al maiorchino, reduce da due vittorie consecutive (Aragón e Motegi), troviamo Marc Marquez, riconfermatosi campione proprio la scorsa settimana in Giappone. I due sono separati da 150 millesimi. Si preannuncia un weekend particolarmente combattuto grazie anche alle Ducati: la prima è quella di Andrea Iannone, che ha chiuso la seconda sessione di libere in terza posizione. Il ritardo che il pilota del team Pramac accusa da Lorenzo è di soli due decimi. La seconda Ducati è quella di Andrea Dovizioso. Entrambi continuano a dare segnali di miglioramento ed Dovizioso ha portato la sua Desmosedici a 343 millesimi di distacco dal leader di questo pomeriggio australiano.

Valentino Rossi, che nel turno di questa mattina era quarto, nella seconda sessione ha ottenuto il quinto tempo, staccato di quasi quattro decimi dal compagno di squadra e leader di questo turno di libere. Dietro al pilota di Tavullia troviamo Aleix Espargaró. Primo nella mattinata australiana, nel pomeriggio non va oltre il sesto tempo ed inizia ad accusare un ritardo più consistente, quasi mezzo secondo. L’altra Ducati ufficiale è quella di Cal Crutchlow, che si piazza in settima posizione, davanti alla Yamaha del team Tech 3 di Pol Espargaró. Chiudono la top ten Yonny Hernandez e Dani Pedrosa, rispettivamente nono e decimo. Pedrosa accusa un ritardo di 687 millesimi da Lorenzo, dunque si prospetta un fine settimana ricco di competitività.

Come l’anno scorso, a Phillip Island è polemica sugli pneumatici Bridgestone. La gomma asimmetrica portata dalla casa fornitrice non sembra adattarsi all’asfalto di questo tracciato. Molti sono i piloti scivolati durante questo secondo turno di prove libere. Andrea Dovizioso, Hiroshi Aoyama, Pol Espargaró e sul finire della sessione anche Jorge Lorenzo e Andrea Iannone.

La classifica:

  1. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - 1.29.752
  2. Marc MARQUEZ – Repsol Honda Team + 0.150
  3. Andrea IANNONE – Pramac Racing + 0.201
  4. Andrea DOVIZIOSO – Ducati Team + 0.343
  5. Valentino ROSSI – Movistar Yamaha MotoGP + 0.352
  6. Aleix ESPARGARO – NGM Forward Racing + 0.456
  7. Cal CRUTCHLOW – Ducati Team + 0.474
  8. Pol ESPARGARO – Monster Yamaha Tech 3 + 0.501
  9. Yonny HERNANDEZ – Pramac Racing + 0.679
  10. Dani PEDROSA – Repsol Honda Team + 0.687