Phillip Island, Jorge Lorenzo in testa anche nel terzo turno di libere

In questa penultima sessione di libere il pilota Yamaha abbassa il suo miglior tempo della prima giornata passando in Q2 in testa, davanti a Márquez, Iannone e Rossi, mentre Pedrosa chiude undicesimo e dovrà disputare anche la Q1.

Splende il sole anche oggi sul circuito di Phillip Island e le temperature sono leggermente più alte rispetto alla prima giornata di prove: siamo attorno ai 17° C nell’ambiente e circa 27° C sull’asfalto. Va di scena ora la terza e penultima sessione di prove libere, la più decisiva: i primi dieci classificati infatti avranno l’accesso diretto al secondo turno di qualifiche, mentre tutti gli altri dovranno disputarsi anche la Q1. È Jorge Lorenzo a passare in Q2 con il primo tempo assoluto, davanti a Marc Márquez, Andrea Iannone e Valentino Rossi, mentre a sorpresa Dani Pedrosa, per la prima volta in questa stagione, non riesce a rientrare tra i primi dieci e si vedrà costretto a disputare anche il primo turno di qualifiche.

Parte il cronometro e tutti i piloti scendono in pista per approfittare al massimo del tempo a loro disposizione in questa sessione. Attualmente passerebbero in Q2 Jorge Lorenzo, Aleix Espargaró, Marc Márquez, Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Valentino Rossi, Cal Crutchlow, Pol Espargaró, Yonny Hernandez e Dani Pedrosa, ma il turno è lungo e potrebbero esserci sorprese. Il campione del mondo ci mette poco a prendersi la testa della classifica, abbassando di poco meno di due decimi il miglior tempo stampato ieri da Lorenzo, ma i tempi cominciano a migliorare un po’ per tutti, con Rossi ora terzo dietro al compagno di squadra e Crutchlow ora sesto davanti a Dovizioso, mentre Stefan Bradl si fa vedere il top ten, in decima posizione dietro a Pedrosa. A circa metà turno Iannone marca la seconda posizione in classifica combinata, a pochi centesimi da Márquez, e continua con un altro giro veloce che probabilmente lo porterebbe in testa, ma una caduta non gli permette di migliorarsi. Bradley Smith è risalito fino in top ten, davanti a Pedrosa e Pol Espargaró e con Bradl provvisoriamente fuori dalla Q2. La classifica rimane invariata per alcuni minuti, con Lorenzo, Dovizioso e gli Espargaró che sono gli unici tra i primi dieci finora a non aver migliorato il proprio miglior tempo del venerdì. Detto fatto, almeno per il maiorchino della Yamaha: a poco meno di dieci minuti dalla fine il suo 1:29.157 diventa il nuovo tempo di riferimento di questi due giorni di prove libere. A due minuti dalla fine Bradl riesce a rientrare nella top ten, stampando l’ottavo miglior tempo, così come ci rientra subito anche Pol Espargaró, che chiude un giro con il quinto tempo assoluto. C’è un colpo di scena, perché è Dani Pedrosa a non rientrare per la prima volta in questa stagione tra i primi dieci: sarà quindi costretto a disputare anche il primo turno di qualifiche. Passano direttamente in Q2 Jorge Lorenzo, Marc Márquez, Andrea Iannone, Valentino Rossi, Pol Espargaró, Bradley Smith, Aleix Espargaró, Cal Crutchlow, Stefan Bradl e Andrea Dovizioso.

La classifica dei piloti in Q2:

1. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - 1:29.157

2. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - +0.297

3. Andrea IANNONE - Pramac Racing - +0.334

4. Valentino ROSSI - Movistar Yamaha MotoGP - +0.338

5. Pol ESPARGARO - Monster Yamaha Tech 3 - +0.478

6. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - +0.504

7. Aleix ESPARGARO - NGM Forward Racing - +0.592

8. Cal CRUTCHLOW - Ducati Team - +0.653

9. Stefan BRADL - LCR Honda MotoGP - +0.722

10. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - +0.788