Sepang, Dani Pedrosa al comando anche nel terzo turno di libere

Il pilota Honda stampa un gran tempo passando direttamente in Q2 in prima posizione. Subito dietro di lui troviamo i connazionali Jorge Lorenzo e Marc Márquez, davanti ad Andrea Dovizioso quarto, mentre Valentino Rossi chiude il turno con il settimo tempo.

Dopo un primo turno di libere soleggiato mentre durante il secondo è stata tanta la pioggia in pista, siamo alla terza e determinante sessione di prove libere, nuovamente soleggiata. È ancora Dani Pedrosa a stampare il miglior tempo, abbassando sensibilmente la sua migliore prestazione registrata durante la prima giornata. Dietro di lui, Jorge Lorenzo chiude secondo con un decimo e mezzo di ritardo, mentre Marc Márquez, terzo, è staccato di due decimi. Ottimo quarto Andrea Dovizioso, mentre Valentino Rossi, passa in Q2 con il settimo tempo.

Comincia il turno con Dani Pedrosa, Aleix Espargaró, Jorge Lorenzo, Marc Márquez, Stefan Bradl, Valentino Rossi, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow, Yonny Hernandez e Pol Espargaró a comporre la top ten provvisoria che passerebbe direttamente in Q2. Dovizioso si migliora subito fino alla quarta posizione, ma arrivano Márquez, Pedrosa e Lorenzo con dei giri rapidissimi: il campione del mondo si prende la testa della classifica davanti a Bradl, ma Pedrosa stampa un 2:00.454 che gli permette di riprendersi la prima posizione provvisoria con un margine di oltre mezzo secondo sul compagno di squadra, mentre anche Lorenzo si migliora portandosi in seconda piazza. Pol Espargaró intanto è protagonista di una scivolata alla curva 4, per fortuna senza conseguenze per il pilota. A circa metà turno, senza più nessun cambiamento in classifica per ora, gli unici della top ten a non aver migliorato i propri tempi rispetto alla prima giornata sono Aleix Espargaró e Yonny Hernandez, attualmente quinto e decimo. Ad una decina di minuti dalla fine c’è da registrare la caduta di Michael Laverty, con il pilota inglese che si rialza subito per tornare al box, ma sembra che la sua sessione finisca in anticipo. A due minuti e mezzo dalla fine Pol Espargaró è vittima di un violento highside alla curva 1, con addirittura la moto che prende fuoco provocando la bandiera rossa: il pilota viene portato fuori in barella, si spera che stia bene. Alcuni minuti dopo si può lasciare la pit lane e tutti i piloti tornano in pista assieme per un ultimo giro, con Dovizioso che chiude in quarta posizione mentre Smith è risalito in top ten, passando in Q2. I piloti rimasti fuori dai primi 10, vale a dire Yonny Hernandez, Alvaro Bautista, Hiroshi Aoyama, Karel Abraham, Nicky Hayden, Scott Redding, Alex De Angelis, Hector Barberá, Danilo Petrucci, Michael Laverty, Mike Di Meglio, Broc Parkes e Andrea Iannone dovranno disputare la Q1.

La classifica dei dieci piloti in Q2:

1. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - 2:00.454

2. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - +0.165

3. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - +0.209

4. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - +0.316

5. Stefan BRADL - LCR Honda MotoGP - +0.412

6. Cal CRUTCHLOW - Ducati Team - +0.416

7. Valentino ROSSI - Movistar Yamaha MotoGP - +0.447

8. Aleix ESPARGARO - NGM Forward Racing - +0.939

9. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - +0.972

10. Pol ESPARGARO - Monster Yamaha Tech 3 - +1.431