MotoGP, test Sepang: Marc Márquez da record nell'ultima giornata

Il campione del mondo chiude in testa anche l'ultima giornata di test con un tempo da record, ma a poco più di un decimo da lui c'è il compagno di squadra Dani Pedrosa, autore di ottimi tempi. Terza la Ducati di Andrea Iannone, davanti a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

MotoGP, test Sepang: Marc Márquez da record nell'ultima giornata
foto: Repsol Media

Si concludono oggi i primi test del 2015 per i piloti MotoGP sul circuito malese di Sepang. Temperature relativamente fredde per quanto riguarda il mattino, quando si sono registrati i tempi migliori, mentre nel pomeriggio le temperature si sono alzate non permettendo ai piloti di abbassare ulteriormente i propri tempi. Ora ci sarà un po’ di pausa e poi dal 23 al 26 febbraio si tornerà in azione sempre a Sepang per la seconda sessione di test della stagione.

A chiudere in testa quest’ultima giornata è il campione del mondo in carica Marc Márquez, che con l’1:58.867 stampato oggi abbassa di parecchio il record del tracciato che già gli apparteneva (1:59.791), ma a soli 139 millesimi da lui troviamo il compagno di squadra Dani Pedrosa: entrambi i piloti Honda hanno lavorato oggi su una sola moto, realizzando anche a fine giornata delle simulazioni di gara, con il pilota di Sabadell particolarmente veloce visto che è riuscito a mantenersi sotto la barriera del 2:01 per una decina di giri. In terza posizione troviamo la GP14.3 di Andrea Iannone, a circa mezzo secondo dal campione del mondo, con il compagno di squadra Andrea Dovizioso che oggi ha stampato il settimo tempo, il primo ad accusare un ritardo di circa un secondo. Entrambi i piloti però avranno a disposizione per il secondo test a Sepang la nuova GP15, la moto con cui dovranno poi affrontare questa stagione.

Dietro al pilota abruzzese troviamo le due Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: come i piloti Honda, anche loro hanno realizzato una simulazione di gara, ma i tempi dell’italiano sono stati meno incisivi di quelli del compagno di squadra a causa di alcuni aggiustamenti alla mappatura del motore. Li segue un’altra Yamaha, quella del team Tech 3 di Pol Espargaró, protagonista anche della terza caduta in tre giorni di test, per fortuna senza conseguenze. In ottava posizione troviamo la migliore delle Open, nuovamente quella del team Forward guidata da Stefan Bradl, che ha chiuso a poco meno di un secondo e mezzo dalla vetta, seguito dall’altra Yamaha Tech 3 di Bradley Smith, ancora reduce da un infortunio subito durante un allenamento.

Chiude la top ten una Suzuki, quella di Aleix Espargaró, che ha abbassato costantemente i suoi tempi giorno dopo giorno fino a portarsi a poco più di un secondo e mezzo dal capoclassifica. Non è stato da meno anche il compagno di squadra, l’esordiente Maverick Viñales, dodicesimo a fine giornata e a soli quattro decimi dal connazionale. In mezzo alle due Suzuki troviamo il pilota CWM LCR Honda Cal Crutchlow, mentre il compagno di squadra Jack Miller continua il lavoro di adattamento sulla nuova Open spec. chiudendo in ventesima posizione a circa tre secondi da Márquez. Ancora lontani i ragazzi del team di Fausto Gresini: Alvaro Bautista e Marco Melandri hanno chiuso rispettivamente in ventunesima e ventottesima posizione, ma sperano di ridurre il distacco già nei prossimi test a Sepang.

La classifica:

1. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - 1:58.867

2. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - +0.139

3. Andrea IANNONE - Ducati Team - +0.521

4. Valentino ROSSI - Movistar Yamaha MotoGP - +0.534

5. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - +0.757

6. Pol ESPARGARO - Monster Yamaha Tech 3 - +0.984

7. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - +1.007

8. Stefan BRADL - Forward Racing Team - +1.427

9. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - +1.517

10. Aleix ESPARGARO - Team Suzuki MotoGP - +1.619

MotoGP