Si apre il weekend al Montmeló: le parole dei protagonisti in conferenza stampa

La conferenza stampa di oggi ha avviato il secondo weekend spagnolo di questa stagione MotoGP. Presenti all'evento Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Andrea Iannone, Marc Márquez, Pol Espargaró e Maverick Viñales. Di seguito le dichiarazioni dei piloti.

Si apre il weekend al Montmeló: le parole dei protagonisti in conferenza stampa
foto: motogp.com

Siamo al secondo appuntamento spagnolo della stagione: ci troviamo precisamente sul tracciato del Montmeló, vicino a Barcellona, in Catalogna, che ospiterà un nuovo assalto al titolo 2015. Come sempre il weekend di gara si apre con la conferenza stampa del giovedì, a cui hanno partecipato Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP),il compagno di squadra Jorge Lorenzo, Andrea Iannone (Ducati Team), Marc Márquez (Repsol Honda Team), Pol Espargaró (Monster Yamaha Tech 3) e Maverick Viñales (Team Suzuki Ecstar). Ecco ciò che hanno dichiarato ai giornalisti presenti in sala.

Valentino Rossi arriva al Montmeló da leader iridato, su un tracciato che ha sempre apprezzato: “Negli ultimi GP abbiamo ottenuto buoni risultati, siamo sempre saliti sul podio, ma Jorge [Lorenzo] ha recuperato moltissimo e vinto le ultime gare. Dobbiamo migliorare durante le libere, riusciamo ad essere competitivi in gara ma soffriamo sempre nei primi turni. Quello del Mugello è stato un weekend difficile, mi piace la pista ma non sono mai stato veloce. Il podio è stato un gran risultato perché non sono mai stato nei primi tre, né mai stato particolarmente veloce, solo Jorge. L’atmosfera qui è sempre fantastica, la pista è molto bellae si sono svolte grandi gare nel passato, compresa quella del 2014. Come detto, quest’anno bisogna migliorare soprattutto nelle libere, considerando che anche le Ducati sono veloci, per cercare di partire al massimo tra i primi cinque/sei. Il livello è molto alto, ci sono tre squadre al top con sei piloti in gran forma: volendo è strano perché di solito sono meno quelli che riescono a lottare per la vittoria. È ottimo per i fan, per noi è un po’ più difficile, ma divertente.

La parola va a Jorge Lorenzo, vincitore delle ultime tre gare e che ha già recuperato quasi completamente il distacco dal compagno di squadra in testa: “Arriviamo in gran forma e siamo lavorando bene al box per ottenere sempre il massimo. Le ultime gare sono andate bene, ma come sempre la situazione sarà diversa e dobbiamo rimanere concentrati. Nel 2014 la moto non era perfetta ma siamo riusciti comunque a lottare per la vittoria: quest’anno la M1 è decisamente migliorata, quindi ci aspettiamo un ottimo risultato. Come ha detto Valentino [Rossi], ci sono ben sei piloti in lotta per la vittoria. Certo, i fan si divertono di più, anche se per noi in pista la situazione è diversa.”  

È il turno ora di Andrea Iannone, molto contento dopo il podio ottenuto al Mugello: “Sono molto felice per il weekend che abbiamo vissuto in Italia, è stato un gran risultato. Le condizioni della spalla sono migliorate ancora, ho lavorato molto in questo senso e continuo a farlo, è importante essere in buone condizioni in pista. Vorrei un ulteriore passo in avanti ma so che non è facile vincere perché il livello è alto e siamo in parecchi a lottare per le posizioni di vertice, ma vedremo. La GP15 mi piace molto, è veloce e i ragazzi al box stanno lavorando tanto, vorrei regalare un buon risultato al team.

Se l’anno scorso Marc Márquez arrivava qui da dominatore, in questa stagione la situazione è cambiata: il pilota catalano infatti si trova a parecchi punti dal leader iridato Rossi e dovrà cercare di non incappare nuovamente in un errore come quello del Mugello. “Quest’anno la situazione è diversa rispetto alla scorsa stagione” dichiara il campione del mondo in carica, “ma mi sento molto motivato. Lunedì abbiamo realizzato una giornata di test al Mugello sulle gomme, ma abbiamo anche qualche idea per quanto riguarda l’assetto: dobbiamo migliorare e speriamo di fare bene davanti ai nostri fan. Durante una stagione è normale che ci siano degli alti e bassi, ora siamo staccati da Valentino in classifica ma stiamo lavorando per recuperare, crediamo di esserci avvicinati e dobbiamo continuare su questa strada. Sapevo che al Mugello dovevo prendermi alcuni rischi, ma in gara ero sempre al limite e poi sono caduto. In ogni caso ci ho provato, ho dato il massimo e di questo sono contento. Per questo weekend Honda ha portato qualche nuovo componente per avvicinarci ancora di più, e speriamo che il tempo sia bello, è un fattore che potrebbe aiutarci.”  

Sarà una gara speciale anche per Pol Espargaró, visto che correrà letteramente in casa: “Sono nato e vivo a cinque minuti da qui, per me è decisamente una gara sentita. Il supporto della gente che viene qui a godersi il weekend di gara è molto importante per i piloti spagnoli e catalani. Per quanto riguarda la stagione, non abbiamo cominciato bene a causa di qualche episodio sfortunato o per qualche problema tecnico, quindi ci sono state delle brutte gare. Non ci è andata male al Mugello, siamo migliorati un po’, ma qui dobbiamo fare un altro passo avanti. Fisicamente poi sto bene, quindi non ho scuse, devo dare il massimo.

L’ultimo ad essere interpellato è Maverick Viñales, esordiente nella categoria regina in sella alla rientrante Suzuki: “Nella prima parte della stagione pensavamo di fare uno o due punti, ma stiamo migliorando gara dopo gara, quindi ben oltre le aspettative. È difficile sviluppare una moto, ma stiamo lavorando bene e dobbiamo continuare così, cercando di migliorare soprattutto su potenza e chassis. Speravo di essere più vicino, ma in MotoGP ci sono i migliori piloti del mondo, quindi piano piano cercheremo di avvicinarci e di entrare in top ten.

Da domani si comincerà a fare sul serio: i piloti cominceranno a scendere in pista fin dal mattino per i primi turni di prove libere, utili per preparare l’assetto in vista delle gare di domenica.


Share on Facebook