GP Malesia, Trionfo di Pedrosa. Rossi terzo e sotto investigazione. Rivivi la diretta

GP Malesia, Trionfo di Pedrosa. Rossi terzo e sotto investigazione. Rivivi la diretta
foto: VAVEL.com

Giro 20 - PED LOR ROS SMI CRU PET ESA VIN ESP BRD 

Con la cerimonia del podio si chiude la nostra diretta. Restate con Vavel per approfondimenti. La domenica dei motori non finisce qui, la Formula 1 è pronta ad accendere i motori ad Austin per una nuova avvincente gara!

Suona l'inno spagnolo per uno stratosferico Dani Pedrosa

I primi tre intanto si preparano per salire sul podio. Iniziano anche a consegnare i trofei 

Arriva anche Dani Pedrosa, meraviglioso vincitore del Gran Premio della Malesia"Decisamente una gara difficile. Una gara olto calda, poi il tracciato è molto esigente con la moto. Quindi bisognava lavorare sotto ogni aspetto. Oggi è andata benissimo, il passo era buono e abbiamo fatto un ottimo lavoro con la squadra. E' stato difficile, ma sono contento. Speriamo di finire la stagione in maniera positiva". 

Jorge Lorenzo prende la parola: "Non ricordo altre gare più calde e più difficili di questa. Sono stato fortunato perché mi ero preparato fisicamente. Il motore era caldissimo, era difficile anche finire la gara, ma ne è valsa la pena. Il Campionato è ora più vicino, ci proveremo. Vedremo anche come va a finire con la caduta di Marquez. Non ho visto l'incidente, quindi non posso dire". 

Arriva Valentino Rossi ai microfoni della stampa internazionale: “Ho perso molto tempo con marc, curva 14 ho cercato di andare largo per prendere una linea migliore, anche perché lui aveva dei problemi. Non so, si è avvicinato a me ed è caduto. E’ un peccato, davvero. Potevamo battagliare con Jorge. Sarà più difficile a Valencia”

I due erano vicinissimi, si sono guardati e Valentino Rossi ha evidentemente alzato la gamba, mettendo fine alla gara di Marquez, scivolato e costretto a rientrare ai box.

La Direzione Gara analizzerà quanto accaduto tra Rossi e Marquez. Durante la bagarre che valeva per il terzo posto, durante il sorpasso del Campione del mondo in carica, l'iridato lo ha spinto all'esterno.

FURIOSI IN CASA HONDA DOPO L'INCIDENTE

Prende la parola Silvano Galbusera"Sicuramente è stata una condotta fatta di ripicca apposta per far perdere il mondiale a Valentino. Devo rivedere le immagini. Non credo che arrivi la penalizzazione, non ho visto". 

Weekend a doppia faccia per la Honda, che festeggia la vittoria di Dani Pedrosa, ma si ritrova in direzione gara

LA LOTTA PER IL TITOLO E' RIMANDATA A VALENCIA

SUL PODIO CON LUI JORGE LORENZO, SECONDO, E VALENTINO ROSSI, TERZO. 

BANDIERA A SCACCHI!!!!! DANI PEDROSA VINCE IL GRAN PREMIO DELLA MALESIA!!!!!!!! GARA PERFETTA PER LO SPAGNOLO DELLA HONDA

GIRO 20 - ULTIMO GIRO!!!!! PEDROSA VOLA VERSO UN NUOVO TRIONFO

Giro 19 - Lorenzo sembra aver rallentato un po', i due piloti Yamaha sembrano più conservativi

Giro 19 - E' iniziato il penultimo giro e Pedrosa incrementa ancora il vantaggio

Giro 18 - Posizioni congelate per il momento dei piloti di testa. Calma apparente in pista, grande fermento nei box. Gli uomini dei rispettivi piloti discutono sull'incidente che ha visto protagonisti Rossi e Marquez

Giro 17 - Se la gara dovesse finire con Lorenzo secondo e Rossi terzo, i due sarebbero separati da soli 7 punti. La lotta per il titolo sarebbe dunque rimandata a Valencia, ultimo appuntamento

Giro 16 - Nel frattempo Dani Pedrosa continua ad incrementare il proprio vantaggio, portandosi a 2 secondi e mezzo da Lorenzo

Giro 16 - Giro veloce di Valentino Rossi, che è comunque troppo lontano dai primi due per poter pensare ad un attacco

Giro 15 - Livio Suppo intanto prende la parola sull'incidente: "Vale ha deliberatamente dato un calcio alla moto di Marquez. La Race Direction ha detto che esaminerà tutto a fine gara, quindi aspettiamo"

Giro 14 - Rossi ha oltre 7 secondi di distacco da Lorenzo e ben 9 da Pedrosa

Giro 13 - Intanto Danilo Petrucci recupera posizioni e si porta fino alla sesta posizione

Giro 12 - Rossi resta sempre dietro, non si avvicina ai primi due

Giro 11 - Pedrosa nel frattempo allunga e prende margine su Lorenzo, secondo.

Giro 10 - DOVIZIOSO A TERRA!!! ANCHE QUESTO INCIDENTE SOTTO INVESTIGAZIONE: CONTATTO CON CRUTCHLOW

Giro 9 - Rossi sembra invece più attendista e guarda da lontano i primi due

Giro 8 - Pedrosa continua a dominare, mentre Lorenzo è secondo, ma continuano a tenere la stessa distanza

GIRO 7 - INCIDENTE SOTTO INVESTIGAZIONE!! VALENTINO ROSSI HA ALZATO LA GAMBA

GIRO 7 - COLPO DI SCENA!!!!!!!!!!!! VALENTINO ROSSI E MARC MARQUEZ DUELLANO, I DUE SI GUARDANO E MARQUEZ SCIVOLA

Giro 6 - Nel frattempo Lorenzo si è avvicinato a Pedrosa, i due sono separati da poco più di mezzo secondo

GIRO 6 - ROSSI PASSA DI NUOVO MARQUEZ E ALZA UN BRACCIO. HA DA DIRE QUALCOSA SU MARQUEZ, CHE STA FACENDO LA SUA GARA 

GIRO 5 - NESSUNO DEI DUE MOLLA, ROSSI E MARQUEZ SI SCAMBIANO POSIZIONI E SPALLATE. LOTTA SENZA SCONTI

Giro 4 - E' BAGARRE TRA MARQUEZ E ROSSI MENTRE LORENZO CERCA DI RICUCIRE IL DISTACCO DA PEDROSA, PRIMO

Giro 4 - MARQUEZ VA LARGO, ROSSI CI PROVA, MA MARQUEZ RESISTE!!

Giro 3 - Mentre Dani Pedrosa domina con poco più di un secondo di vantaggio, Marquez e Rossi sono molto vicini 

Giro 3 - I primi quattro sono vicini, LORENZO PASSA ANCHE MARC MARQUEZ!!!!!! E' SECONDO!!

Giro 2 - Problemi per ANDREA IANNONE, che scivola fino alla 16esima posizione 

Giro 2 - ARRIVA IL SORPASSO DI JORGE LORENZO AI DANNI DI VALENTINO ROSSI 

Giro 1 - Lorenzo si libera subito delle due Ducati, prendendo la quarta posizione

PARTITI!!!!!!! PEDROSA RESTA IN TESTA E MARQUEZ SECONDO. ROSSI E' TERZO, MENTRE LORENZO PERDE LA POSIZIONE A FAVORE DELLE DUE DUCATI

7.59 - Giro di ricognizione, i piloti stanno percorrendo la pista prima di schierarsi nuovamente, pronti per il semaforo

7.56 - Ma gli occhi sono tutti per i due piloti Yamaha. Rossi e Lorenzo sono al centro dell'attenzione: questa gara può essere veramente decisiva

7.50 - C'è molta tensione in griglia. Tutti i piloti sono a colloquio con i loro uomini di fiducia per gli ultimi accordi e le ultime direttive 

7.49 - La gara sarà tutta sulla strategia: con il caldo estremo le gomme tendono a consumarsi visibilmente ed in poco tempo 

7.47 - Manca sempre meno alla partenza. I piloti sono in griglia, sulle proprie moto, concentrati ed isolati dal mondo. Cercano la carica giusta per affrontare una gara fisicamente complicata

7.44 - Un'intera tribuna si è tinta di giallo sul circuito di Sepang. Il mito di Valentino Rossi è arrivato anche in Oriente, dove è amato e apprezzato dagli appassionati

7.40 - Tutti sulle moto, la pit lane è aperta ed i piloti vanno a schierarsi in griglia di partenza 

7.35 - I piloti sono già ai box, pronti e concentrati nell'attesa di scendere in pista 

7.33 - Manca poco meno di mezz'ora allo spegnersi del semaforo che darà il via a questo Gran Premio della Malesia

7.30 - Per Lorenzo la faccenda si fa più complicata invece: è costretto a finire sempre davanti a Rossi se vuole recuperare gli 11 punti che lo separano dalla vetta. Obbligatorio vincere per il maiorchino

7.27 - Un terzo posto di Rossi gli darebbe la certezza del titolo solo se Lorenzo fosse quindicesimo

7.26 - Se invece Rossi chiudesse la gara in seconda posizione, sarebbe Campione solo nel caso in cui Lorenzo tagliasse il traguardo in undicesima posizione

7.25 - E' la prima opportunità di vincere per Valentino Rossi, che potrebbe conquistare il decimo titolo a Sepang se vincesse la gara e Jorge Lorenzo chiudesse al sesto posto o peggio

7.22 - Il meteo sembra essere clemente con il piloti, permettendo di scendere in pista in condizioni di asciutto. Non è prevista pioggia in vista della gara.

7.20 - Di seguito i tempi del warm up:

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 330.1 2'00.186
2 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 326.3 2'00.505 0.319 / 0.319
3 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 328.8 2'00.748 0.562 / 0.243
4 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 325.5 2'00.887 0.701 / 0.139
5 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 335.7 2'01.037 0.851 / 0.150
6 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 320.9 2'01.294 1.108 / 0.257
7 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 325.5 2'01.458 1.272 / 0.164
8 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 328.2 2'01.462 1.276 / 0.004
9 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 323.7 2'01.571 1.385 / 0.109
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 334.1 2'01.692 1.506 / 0.121
11 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS Honda 326.1 2'01.860 1.674 / 0.168
12 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 327.0 2'01.920 1.734 / 0.060
13 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 324.6 2'02.117 1.931 / 0.197
14 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 321.4 2'02.350 2.164 / 0.233
15 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 321.9 2'02.393 2.207 / 0.043
16 68 Yonny HERNANDEZ COL Octo Pramac Racing Ducati 329.4 2'02.426 2.240 / 0.033
17 69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team Honda 321.1 2'02.509 2.323 / 0.083
18 76 Loris BAZ FRA Forward Racing Yamaha Forward 317.5 2'02.789 2.603 / 0.280
19 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Ducati 320.0 2'03.039 2.853 / 0.250
20 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 320.9 2'03.401 3.215 / 0.362
21 43 Jack MILLER AUS LCR Honda Honda 320.2 2'03.484 3.298 / 0.083
22 24 Toni ELIAS SPA Forward Racing Yamaha Forward 324.1 2'03.620 3.434 / 0.136
23 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team Honda 320.4 2'03.683 3.497 / 0.063
24 13 Anthony WEST AUS AB Motoracing Honda 317.3 2'04.684 4.498 / 1.001
25 55 Damian CUDLIN AUS E-Motion IodaRacing Team ART 306.5 2'07.082 6.896 / 2.398

7.18 - La MotoGP è scesa in pista per il warm up nella mattinata malese (notte italiana). A chiudere i venti minuti in pista davanti a tutti è stato Marc Marquez. Il Campione del mondo in carica è stato più veloce del poleman e compagno di squadra, Dani Pedrosa, che non è andato oltre il quarto posto. Secondo tempo per Jorge Lorenzo, che precede Valentino Rossi

7.15 - Intanto, tra i due contendenti al titoli si inseriscono i due piloti Honda: Dani Pedrosa ha conquistato la pole position, mentre Marc Marquez ha chiuso in testa il warm up

7.12 - Il leader iridato potrebbe vincere il suo decimo titolo già oggi a Sepang. Ma sa che sarà difficile, Lorenzo non molla ed è deciso a combattere fino alla fine

7.10 - Così come in Moto3, la lotta continua in MotoGP. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono separati da 11 punti.

7.05 - La lotta per il titolo in Moto2 si è già chiusa da tempo, mentre in Moto3 il Mondiale è ancora apertissimo: Miguel Oliveira ha infatti vinto a Sepang, mentre Danny Kent è solo settimo. Tutto rimandato a Valencia 

7.04 - Si è da poco conclusa la gara della Moto2, che ha visto vincitore Johann Zarco. Sul podio con lui Thomas Luthi, secondo, e Jonas Folger, terzo. 

Buongiorno e benvenuti alla diretta del Gran Premio della Malesia della MotoGP. Ultima del trittico orientale, la gara che avrà luogo sul circuito di Sepang può vedere trionfare Valentino Rossi. Il leader iridato ha la possibilità di vincere oggi il suo decimo titolo mondiale.

Doppia cifra per il Dottore, che potrebbe tornare sul tetto del mondo già oggi dopo ben sei anni di digiuni. Solo 11 punti lo separano da Jorge Lorenzo, compagno di squadra e primo rivale per il titolo. Sarà dunque difficile per Rossi poter chiudere i giochi, ma non impossibile.

Prima di vedere le opzioni di vittoria di Valentino Rossi diamo uno sguardo al circuito. Il Sepang International Circuit sorge a pochi chilometri da Kuala Lumpur, capitale della Malesia. Progettato dal noto architetto Hermann Tilke, il tracciato si snoda per 5543 metri, divisi in 15 curve da percorrere in senso orario. Celebri sono i due rettilinei, dove si vedono spesso sorpassi, favoriti anche dal tornante molto lento. Dal 1999 ospita la Formula 1 ed il Motomondiale, mentre la Superbike approda a Sepang solo dal 2014. 

Il record della pista è appartenuto a Marc Márquez fino alle qualifiche di ieri pomeriggio (mattinata italiana). È stato Dani Pedrosa infatti a stracciarlo, abbassando il tempo di più di mezzo secondo. 1.59.053 è il tempo del pilota del catalano, che ha poi conquistato la pole position. Molto forte la Honda su questo tracciato, come dimostrano le prime due posizioni ad appannaggio della Casa alata. Pedrosa è infatti primo, davanti a Marquez, secondo a 4 decimi.

Le qualifiche del Gran Premio della Malesia hanno delineato la griglia di partenza della gara che scatterà fra poco. Insieme ai due piloti Honda, in prima fila troviamo Valentino Rossi. Il leader iridato ha beffato proprio sul finale Jorge Lorenzo, andando a prendersi la terza posizione e relegando il compagno di squadra in seconda fila. Lo spagnolo della Yamaha scatterà dunque dalla quarta casella della griglia di partenza.

Di seguito i tempi del Q2

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 331.5 1'59.053
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 332.6 1'59.462 0.409 / 0.409
3 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 326.4 1'59.726 0.673 / 0.264
4 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 325.9 1'59.737 0.684 / 0.011
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 327.1 2'00.199 1.146 / 0.462
6 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 338.0 2'00.224 1.171 / 0.025
7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 330.6 2'00.423 1.370 / 0.199
8 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 325.2 2'00.478 1.425 / 0.055
9 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 329.3 2'00.652 1.599 / 0.174
10 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 325.6 2'00.724 1.671 / 0.072
11 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 325.1 2'00.724 1.671
12 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 327.2 2'00.794 1.741 / 0.070

Riportiamo anche i tempi del Q1

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 325.3 2'00.753
2 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 330.7 2'00.765 0.012 / 0.012
3 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 327.6 2'01.223 0.470 / 0.458
4 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 322.9 2'01.346 0.593 / 0.123
5 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS Honda 325.7 2'01.367 0.614 / 0.021
6 43 Jack MILLER AUS LCR Honda Honda 319.1 2'01.725 0.972 / 0.358
7 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 322.0 2'01.727 0.974 / 0.002
8 68 Yonny HERNANDEZ COL Octo Pramac Racing Ducati 328.7 2'01.748 0.995 / 0.021
9 69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team Honda 319.5 2'01.829 1.076 / 0.081
10 76 Loris BAZ FRA Forward Racing Yamaha Forward 319.3 2'01.862 1.109 / 0.033
11 24 Toni ELIAS SPA Forward Racing Yamaha Forward 325.8 2'02.415 1.662 / 0.553
12 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team Honda 321.5 2'02.460 1.707 / 0.045
13 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Ducati 316.7 2'02.964 2.211 / 0.504
14 13 Anthony WEST AUS AB Motoracing Honda 318.0 2'03.855 3.102 / 0.891
15 55 Damian CUDLIN AUS E-Motion IodaRacing Team ART 308.1 2'06.051 5.298 / 2.196

Molta attività in pista durante tutto il fine settimana, ma anche fin troppa attività fuori dal tracciato, con dichiarazioni al veleno da parte di Valentino Rossi. L’italiano ha attaccato Marc Marquez, affermando che quest’ultimo abbia favorito Jorge Lorenzo durante il Gran Premio d’Australia. Tensione alta in conferenza stampa, con le risposte dei piloti presi in causa che non si sono fatte attendere. Molto duro Marquez, altrettanto serio Lorenzo. Il primo si è detto sorpreso e dispiaciuto delle dichiarazioni di Rossi. Il secondo invece ha affermato senza mezzi termini che se si fosse sentito più sicuro della sua velocità si sarebbe risparmiato gli attacchi che ritiene sbagliati.

Le scaramucce son continuate anche in pista, ma l’unica cosa che interessa è la lotta vera, quella a suon di giri veloci e bagarre, che tutti i piloti promettono di regalare al pubblico. Resta fuori dalle polemiche Dani Pedrosa, detentore della pole, che afferma: “Sono veramente contento perché abbiamo lavorato bene, la moto era a posto. Normalmente in qualifica faccio molta fatica, quindi sono davvero felice di questa pole. Stiamo girando bene, cerchiamo di avere il miglior set up possibile. Sicuramente in gara dovremo essere molto concentrati, per cercare domani di non commettere errori. In questo circuito ci sono molti punti in cui si può sbagliare, soprattutto in staccata, quindi bisogna stare attenti. Sicuramente domani ci sarà una bella lotta: speriamo di fare una buona partenza, poi si vedrà.” 

Terzo e soddisfatto Valentino Rossi, che è riuscito a finire la qualifica davanti al compagno di squadra, conquistando la prima fila. Le aspettative in vista della gara sono buone, ma sa che sarà difficile: “Sono contento, abbiamo migliorato. Oggi pomeriggio avevamo un po’ di cose da scegliere ma abbiamo scelto una strada e in qualifica mi sono sentito bene. Ho fatto un giro dietro a Iannone che mi ha dato fiducia, poi ho potuto spingere di più. Avevo più grip e comunque sono contento della prima fila, che è sempre un buon risultato. La qualifica è stata buonissima, soprattutto perché abbiamo lavorato bene oggi, sono arrivato alla quali già abbastanza pronto e sapevo di poter spingere. Sono stato abbastanza veloce già dall’inizio, abbiamo avuto una buona strategia. Con la seconda gomma si poteva andare già sul 59, Ma dall’altra parte sapevo che avevo ancora qualcosa da dare e ci ho provato. Sono riuscito a guidare un po’ più forte senza commettere errori, quel poco che è bastato per stare davanti a Jorge. La prima fila è sempre importante, ma oggi di più”.

E’ infine Jorge Lorenzo a parlare, spiegando il motivo per cui non è riuscito ad essere incisivo nel momento più importante della qualifica: “Nelle FP4 ed in qualifica abbiamo avuto dei problemi ai freni. Ogni volta che arrivavo alla curva 4 non riuscivo a frenare. Questo è stato il problema di oggi pomeriggio, è mancata la potenza in frenata. È stato un vero peccato perdere la prima fila, ma sono convinto che se riusciremo a risolvere questo problema potremo essere competitivi in gara domani”.

MotoGP