MotoGP: la conferenza stampa dei piloti a Silverstone

Presenti in conferenza stampa Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Cal Crutchlow, Hector Barbera ed Eugene Laverty, che hanno espresso le loro impressioni per quanto riguarda il week-end e la stagione in generale.

MotoGP: la conferenza stampa dei piloti a Silverstone
motogp.com

Si apre ufficialmente il week-end di Silverstone, con la classica conferenza pre-gara, a cui sono intervenuti Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Cal Crutchlow, Hector Barbera ed Eugene Laverty. I tre rivali per il mondiale si concentrano sulla gara di domenica, mentre gli altri tre riders, protagonisti nell'ultima gara a Brno parlano delle soddisfazioni della stagione. 

Il primo a parlare è il leader del Mondiale, Marc Marquez, terzo nell'ultimo Gp a Brno e sempre più lanciato verso la conquista del titolo iridato. Il catalano apre parlando del meteo: "Spero ci sia il sole anche domenica! Qui mi sono sempre trovato bene sull’asciutto, ma se piove dobbiamo fare del nostro meglio come già successo a Brno". Prosegue parlando delle sue aspettative per il week-end: "Sappiamo che questo è un tracciato difficile, quindi dobbiamo cominciare bene già da domani. La cosa importante è che mi sento bene con la moto, mi sento competitivo, quindi dobbiamo dare il massimo in questa parte della stagione, la più importante. Dobbiamo mantenere alto il livello, come fatto fino ad ora". Per concludere lo spagnolo ha parlato dei test di Brno: "Per quanto riguarda la giornata di test a Brno, ci siamo concentrati su alcuni possibili miglioramenti, non solo per le prossime gare ma anche per l’anno prossimo“.

A prendere la parola dopo il catalano è Valentino Rossi, l'italiano dopo la bella gara di Brno ha superato in classifica il compagno Lorenzo e si concentra sulla sfida inglese: "Questo tracciato per me è sempre uno dei più difficili della stagione. Non ho partecipato al GP nel 2010 per l’infortunio al Mugello, poi ci sono stati problemi con Ducati, ma anche in seguito non mi sono mai trovato bene. L’anno scorso ho vinto, ma sotto la pioggia: in un certo senso mi è andata bene perché Marc e Jorge erano più veloci di me. Dobbiamo lavorare per essere forti in tutte le condizioni. Negli anni scorsi mi sentivo competitivo con la pioggia, ma quasi tutti preferiscono l’asciutto, anche perché è più divertente. Dovremo rimanere concentrati e lavorare bene per poter lottare per il podio. I test sono stati positivi“, il Dottore conclude parlando proprio dei test, così come fatto in precedenza da Marquez: “Avevo un buon ritmo. Abbiamo testato qualche nuovo dettaglio, ma dobbiamo vedere domani se tutto funziona“.

Grande deluso di Brno è Jorge Lorenzo, il maiorchino è arrivato ultimo, per via delle sue difficoltà sul bagnato e anche per dei problemi alle gomme: "Siamo stati sfortunati a Brno. Sull’asciutto eravamo tra i più veloci, ma con la pioggia c’è stato qualche problema in più, soprattutto con le gomme. Dobbiamo lavorare per migliorare la confidenza con l’anteriore, soprattutto in condizioni di bagnato“. Il campione del Mondo prosegue parlando del suo feeling con il circuito inglese: "Dal 2010 mi sono sempre trovato bene, ho ottenuto anche due vittorie. È un tracciato che si adatta bene sia a Yamaha che al mio stile di guida, vediamo se quest’anno con le nuove gomme e la nuova elettronica riusciamo ad essere ancora competitivi".

Dopo Lorenzo a parlare è un altro spagnolo, che a differenza del maiorchino è stato grande protagonista a Brno, è Hector Barbera, che traccia un bilancio della sua stagione: "Questa è decisamente la mia stagione migliore in MotoGP ed il primo anno in cui la nostra moto è simile a quella del team ufficiale. Ho un buon feeling con il team e nelle ultime tre gare siamo andati bene sia in qualifica che in gara, spero di continuare a migliorare". Lo spagnolo poi parla delle condizioni di meteo, che a Silverstone sono sempre un'incognita: "Con la pioggia sembra che le moto private si adattino meglio, spero ci siano condizioni simili a Brno per cercare di ottenere di nuovo un buon risultato. Mi sento più competitivo però anche sull’asciutto, gara dopo gara ho sempre maggior confidenza e nella mia testa mi sento più veloce“.

A parlare poi è il padrone di casa, fresco di trionfo a Brno, Cal Crutchlow, che ancora non  crede al successo ottenuto in Repubblica Ceca: "Sono tornato alla realtà solo a casa, quando cambiavo i pannolini alla bambina! (ride) È stato bello passare qualche giorno a casa con mia moglie e mia figlia, ma ora tocca il Gran Premio di casa, davanti ai miei tifosi. Non sono un grande fan di questo tracciato, ma è sempre un appuntamento speciale e speriamo di andare bene anche qui.". L'inglese si esprime anche lui sulle condizioni che accoglieranno i piloti in questo week-end: "Per quanto mi riguarda preferirei che non piovesse, ma in ogni caso daremo il massimo per ottenere un buon risultato davanti ai fan", alla fine Cal, come sempre simpaticissimo conclude con una battuta, riguardo le sue prestazioni dopo la nascita della figlia: "Tutti dicono che rallenti quando hai un figlio, ma io in realtà mi sento più veloce che mai!"

Il giro di domande si conclude con Eugene Laverty, altra sorpresa del Gp ceco, dove ha centrato una buona 6a piazza: "È stato bello chiudere la gara di Brno a pochi secondi dietro ai top rider", risultato arrivato dopo tante difficoltà come spiega lo stesso pilota nordirlandese: "La stagione non è iniziata nel migliore dei modi, ma dopo la pausa estiva ho un buon feeling con la moto". Laverty poi parla del suo ritorno in Sbk: "Ho vissuto un periodo difficile e la decisione non è stata facile. Mi sono davvero piaciuti questi due anni in MotoGP e voglio ringraziare tutto il team, che è stato molto gentile con me". L'ultima risposta riguarda il circuito, con Laverty che ammette di apprezzare il circuito inglese: "Silverstone è uno dei miei tracciati preferiti: non sono mai contento di Donington e mi fa piacere tornare a correre qui. La moto in questo momento è competitiva e speriamo di ottenere di nuovo un buon risultato".

Queste le parole dei piloti presenti, che da domani scenderanno in pista con le prime prove libere del Gp di Gran Bretagna. 

MotoGP