Risultati GP di Gran Bretagna di Moto GP 2016: Domina Vinales, dietro Crutchlow (2°), Rossi (3°) e Marquez (4°)

Risultati GP di Gran Bretagna di Moto GP 2016: Domina Vinales, dietro Crutchlow (2°), Rossi (3°) e Marquez (4°)
Risultati GP di Gran Bretagna di Moto GP 2016: Domina Vinales, dietro Crutchlow (2°), Rossi (3°) e Marquez (4°)

CLASSIFICA FINALE: 1.VIN 2.CRU 3.ROS 4.MAR 5.PED 6.DOV 7.ESA 8.LOR 9.PET 10.BAU

17:42 - Con i piloti che si apprestano a recarsi sul podio, noi vi lasciamo: è stata una domenica entusiasmante, in cui si è visto di tutto, tutta l'adrenalina che le due ruote possono regalare agli appassionati. Una gara meravigliosa a Silverstone, vi diamo appuntamento al prossimo week-end, sempre in compagnia delle direttte e degli approfondimenti di VAVEL Italia! Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per avermi seguito. A presto, ciao!

17:40 - Felicissimo anche Lucio Cecchinello, che vede Cal Crutchlow trovare il secondo podio di fila nella pista di casa.

17:38 - Sono tutti quasi in lacrime quelli della Suzuki al parco chiuso: è una vittoria meravigliosa, in una gara dominata senza scompigli, senza pioggia e senza situazioni particolari: Vinales è stato semplicemente il più veloce in pista.

19/19 - Si complimentano tutti, ma davvero tutti, con Maverick Vinales! Dietro di lui arriva Cal Crutchlow, bravo a difendersi dall'amico Valentino Rossi, con cui scambia segni di affetto dopo l'arrivo. Marquez limita i danni dopo una gara folle, folle, folle, in cui ha rischiato sempre e ci ha regalato bagarre e sorpassi meravigliosi: alla fine è quarto davanti a Pedrosa, Iannone, Aleix Espargaro e ad uno spento Jorge Lorenzo.

19/19 SONO PASSATI NOVE ANNI DALLA VITTORIA DI CHRIS VERMULEN A LE MANS: ORA, NEL 2016, A SILVERSTONE, A TRIONFARE E' MAVERICK VINALES SU SUZUKI! PRIMA VITTORIA IN MOTOGP PER LUI, PRIMA PER LA SUZUKI DOPO IL RITORNO, UN DOMINIO DAL PRIMO AL DICIANNOVESIMO GIRO: SUPER VINALES!!

19/19 - ULTIMO GIRO, MARQUEZ HA PRESO E SUPERATO PEDROSA! FOLLE MARQUEZ, STA GUIDANDO IN ALL-IN!

17/19 - LUNGO LUNGO LUNGHISSIMO MARQUEZ! BUTTA VIA IL PODIO MARQUEZ, che per non centrare Crutchlow deve allungare la staccata e finisce fuori pista. I due erano in bagarre continua, ora lo spagnolo è finito quinto dietro a Dani Pedrosa!

16/19 - Lo prende, e lo mangia! MARQUEZ PASSA CRUTCHLOW!

16/19 - Si calma la situazione, sta allungando a vista d'occhio Marc Marquez che vuole andare a prendere la Honda clienti davanti a lui.

15/19 - Che lotta! CHE LOTTA! Allunga Crutchlow, dietro per il terzo posto, ad un secondo dal britannico, continuano a battagliare Marquez, Rossi e Pedrosa!

14/19 - SUCCEDE DI TUTTO! CADE IANNONE! SCIVOLA IANNONE CHE STAVA SPINGENDO PER ALLUNGARE, SBAGLIA LA STACCATA MARQUEZ CHE TIRA DRITTO, TAGLIA SULL'ASFALTO MA RIENTRA DIETRO A VALENTINO ROSSI!

13/19 - BAGARRE MARQUEZ-ROSSI! Lo spagnolo entra di personalità e tocca Rossi che risponde a tono e ripassa davanti! Bello!

13/19 - Oltre cinque secondi di vantaggio per Vinales che è già in vacanza...

13/19 - FOLLE CAL! FOLLE CAL! Il britannico si infila su Marquez all'ultima curva e va a prendere anch Rossi! Quarto Vale, sul podio virtuale Iannone e Crutchlow.

12/19 - Crutchlow è un filo largo, passa Marquez senza chiedere il permesso! Terza la Honda.

12/19 - Sul rettilineo torna davanti il motore Ducati che urla: IANNONE SECONDO!

11/19 - Crutchlow ci prova all'esterno, chiude Iannone di personalità! Che bagarre, sono tutti lì mentre Vinales è in passeggiata di salute davanti a tutti! Rossi, Iannone, Crutchlow, Marquez, Pedrosa, Dovizioso! Tutti attaccati!

11/19 - Lotta italiana! Risponde Rossi, che torna davanti con le unghie e con i denti!

11/19 - IANNONE! In un giro il pilota ducati fa fuori quattro avversari ed pra è secondo!

10/19 - IANNONE! TUTTO MOTORE, VIA ANCHE SU CRUTCHLOW! Che spunto di Andrea Iannone, che sembra volare sulla sua Ducati!

10/19 - Iannone! Aveva passato Pedrosa, in curva due l'abruzzese (che monta entrambe le gomme morbide) infila anche Marquez: è quarto! Sta risalendo la Ducati numero 29!

9/19 - Rallenta Rossi, con un 2'03''3 che paga ben sei decimi a Maverick Vinales con la sua (almeno oggi) super super Suzuki.

9/19 - Si scuote la moto di Marquez in rettilineo, ne approfitta Crutchlow che si infila e prende il terzo posto: ora nel mirino c'è Rossi!

9/19 - Al momento le gomme morbide non hanno garantito lo spunto sperato nei primi giri, ora aspettiamo l'ultima parte di gara per giudicare il decadimento più o meno evidente.

8/19 - Crutchlow all'attacco in curva due, chiude bene la porta Marc Marquez per il podio virtuale.

8/19 - Mentre ci avviciniamo alla metà gara la top ten è divisa in tre gruppi: davanti a tutti in fuga Vinales, con le dure, mentre dietro lo insegue un gruppo di sei piloti da Rossi a Dovizioso. Più staccati, invece, Lorenzo ed Espargaro, con Petrucci decimo che fa gara solitaria.

7/19 - Altri tre decimi guadagnati, tutti nell'ultimo settore, da Vinales che mette la sua moto dove vuole e come vuolex: ora ha 2.8 secondi su Rossi.

7/19 - Altra caduta per Redding che era ripartito dopo la prima, probabilmente andrà al ritiro il britannico.

7/19 - La moto di Marquez sembra leggermente irregolare nelle curve, ma lo spagnolo riesce comunque a tenere botta impedendo l'allungo a Rossi.

6/19 - SPAVENTOSO ROSSI! CHE STACCATA! Rossi passa Marquez con una super staccata, ma sono tutti vicinissimi! Che bella gara!

6/19 - 2'02''7 per Maverick Vinales, dietro 2'03''1 per Marquez, 2'03''0 per Rossi e 2'03'2 per Crutchlow.

5/19 - Attacca Rossi in staccata! Vicinissimo, vicinissimo a Crutchlow che torna avanti, ma dopo il rettilineo dell'hangar il sorpasso è compiuto alla grande!

5/19 - Vinales va sempre quatrro o cinque decimi più degli altri, per il momento congelate le posizioni mentre Lorenzo fatica a rientrare in gruppo.

4/19 - 2'02''7 per Valentino, il più veloce tra gli inseguitori, comunque tutti sotto il 2'03''.

4/19 - E' fuga vera e prorpia per Vinales, dietro Crutchlow e Rossi impensieriscono seriamente la seconda posizione di Marc Marquez.

3/19 - Altra caduta, out Redding e Bradl, rispettivamente Pramac Ducati ed Aprilia. Nel frattempo la Suzuki davanti a tutti sale ad 1.325 seondi di vantaggio, mentre il gruppo accorcia su Marquez.

3/19 - Sta andando come un folle Maverick Vinales, unico sotto il muro del 2''03'!

2/19 - Vicino al secondo il vantaggio di Vinales su Marquez, mentre anche lo spagnolo prova a mettere spazio tra sé e gli altri, tutti attaccati tra loro.

2/19 - Scatenato Marquez con la morbida, attacca e passa anche Cal Crutchlow, ma davanti Vinales sta facendo il vuoto! Rossi rimane a contatto col podio.

1/19 - Marquez infila Rossi, è terzo!

1/19 - Davanti a tutti Vinales! Sfila Rossi e Crutchlow in mezzo griro mentre dietro rombano Marquez e Iannone.

16:54 VIAAAAA!

16:53 - Si ripartirà con lo stesso ordine in griglia.

16:51 - E, come da procedura, ecco anche il nuovo giro di ricognizione.

16:49 - Secondo giro di schieramento.

16:45 - Corretta anche la distanza di gara: 19 giri e non 20.

16:43 - La corsia sarà aperta solo per sessanta secondi, i piloti dovranno essere bravi a fiondarsi fuori dai box non appena arriverà il segnale.

16:42 - Si torna a pensare alla gara: la pit-lane riaprirà alle 16:48.

16:40 - BELLE NOTIZIE, tutto il paddock sorride: Baz, caricato in barella su un veicolo medico, alza un braccio e saluta tutti dimostrando di essere coscente, seppur immobilizzato. Bellissimo gesto, sciolta un minimo la paura che aveva attanagliato la pista.

16:38 - Alla partenza altro rischio: Redding è schizzato via dalla settima posizione, Marquez è partito leggermente a rilento e, mentre l'altro sfilava, i due si sono leggermente toccati, anteriore dello spagnolo contro posteriore del britannico. 

16:37 - Espargaro è stato a sua volta trasportato in barella verso il centro medico.

16:36 - Soccorsi in pista per Loris Baz, mentre gli addetti puliscono l'asfalto dai detriti e dalle macchie di liquido. Le due moto sono letteralmente disintegrate.

16:34 - Il replay è agghiacciante! I due si toccano in piena accelerazione dopo la curva uno, le moto scivolano via sull'asfalto travolgendo i piloti stessi e rotolando sull'erba, ma soprattutto, tagliando all'interno, sia piloti che moto sono tornati in mezzo alla pista! Rischio estremo, per fortuna tutti gli altri piloti sono stati bravi ad evitarli. Che spavento.

1/20 - Ahi, ahi, ahi. Il contatto è stato violentissimo. I piloti coinvolti sono Baz e Pol Espargaro, sono entrambi ancora sdraiati ma sembrano coscenti. Che paura, che spavento, che botto!

1/20 - BANDIERA ROSSA! GARA SOSPESA!

1/20 - Incredibile! Incredibile! Davanti a tutti Vinales, Rossi e poi Crutchlow, ma nella parte secondaria del gruppo un incidente ha coinvolto diverse moto!

1/20 PARTITIII!

16:30 - Piloti schierati! La tensione si taglia col coltello!

16:29 - La pista è asciutta, ma quanti nuvoloni neri nel cielo britannico...

16:28 - Giro di formazione in corso!

16:23 - Questa la situazione a pochi minuti dalla partenza:  i piloti in griglia dovrebbero partire tutti con la doppia dura, eccezion fatta per le due Ducati e per Marc Marquez, che dovrebbero optare per (almeno) una morbida, cercando l'investimento immediato per accumulare un distacco da difendere in caso di calo della gomma.

16:22 - Parola anche ad un raggiante Lucio Cecchinello, che vede il suo Crutchlow partire dalla prima posizione: "Cal ha voluto scegliere le sue gomme. Partiremo con due dure, abbiamo visto che tutti gli altri sono più o meno su questa scelta, tranne Marc [Marquez] che ha una morbida all'anteriore. Ma è giusto che scelga il pilota".

16:20 - Turno di Silvano Galbusera, capotecnico di Valentino Rossi: "Scegliamo la dura, ma non l'abbiamo mai provata, quindi partiamo da zero. Forse ci metteremo di più a mandarla in temperatura, ma poi dovrebbe arrivare a livello degli altri e portarla fino a fine gara. Probabilmente sarà una gara più lenta delle prove libere sull'asciutto".

16:19 - Parla anche (in italiano!) Eugene Laverty, splendido al sesto posto: "E' davvero bello essere qui con Rossi, Pedrosa, Marquez e gli altri. Speriamo di fare una bella gara".

16:18 - Andrea Iannone è entrato in pista con due gomme morbide, ma i meccanici stanno lavorando sull'anteriore. Attendiamo di vedere la scelta definitiva. A Silverstone, oltre alle gomme, saranno messe a dura prova anche le forcelle, date le tante buche e gli avvallamenti lasciati dalle auto di Formula Uno sull'asfalto.

16:16 - Parla anche Ramon Forcada, capotecnico di Lorenzo: "Non abbiamo la gomma giusta, non sappiamo quale sia. Purtroppo ha piovuto durante la FP4, quando si prova la gomma per la gara, quindi dovremmo vedere come va. E' come un lancio di monetina".

16:15 - Le parole dalla griglia! Dovizioso: "Un po' di dolore, ma il ginocchio non è peggiorato nella notte. Ora c'è tanta adrenalina, non è facile fare strategie perché non sappiamo cosa ci aspetterà durante la gara".

16:11 - Eccoci collegati! Venti minuti al via, ancora grande incertezza a Silverstone. La pista è fredda ma (per ora) asciutta, si partirà con le slick. Quasi tutti orientati sulla doppia dura anteriore e posteriore per non rischiare di arrivare a fine gara con le gomme strapazzate. Ma attenzione al possibile azzardo delle Ducati o di Jorge Lorenzo che potrebbe alleggerire l'anteriore.

Buongiorno a tutti! Benvenuti ad un nuovo appuntamento con i motori su VAVEL Italia. Tempo di MotoGP in Gran Bretagna, nel circuito di Silverstone, a tutti gli effetti una cattedrale della specialità. Io sono Stefano Fontana e seguirò con voi l'avvicinamento alla gara per poi raccontarvela giro dopo giro con la nostra diretta scritta!

https://twitter.com/MotoGP
https://twitter.com/MotoGP

Nelle prove libere, a guidare la classifica sono stati rispettivamene Maverick Vinales in FP1 ed Andrea Iannone in FP2, mentre entrambi sono arrivati molto vicini a Marc Marquez, leader, nella terza sessione di libere. Buon passo sia per Honda che per Yamaha sull'asciutto, mentre sul bagnato dell'FP4 si sono messi in mostra anche Dovizioso (2°) e Cal Crutchlow (3°). 

In qualifica, invece, le prestazioni sono state molto condizionate dal violento acquazzone che ha investito quasi tutta la sessione. Anche qui il miglior "pirata" si è rivelato Cal Crutchlow con la Honda del Team LCR di Lucio Cecchinello, già autore di un capolavoro (complice l'ottima strategia del team) nell'ultima gara a Brno e capace di volare in 2'19''265 sotto la pioggia battente per conquistarsi la pole position.

https://twitter.com/MotoGP
https://twitter.com/MotoGP

Dietro di lui, la prima fila si completa con Valentino Rossi (+0.998) in sella alla Yamaha Movistar ufficiale e con Maverick Vinales (+1.249), talento in ascesa che l'anno prossimo lascerà la Suzuki per prendere il posto di Jorge Lorenzo proprio in Yamaha. La seconda fila vede, a sorpresa, Dani Pedrosa partire davanti al compagno di squadra Marc Marquez, autore anche di un botto alla curva 1 sul finire della sessione, per fortuna senza conseguenze.

https://twitter.com/MotoGP
https://twitter.com/MotoGP

Conseguenze, eccome, ci sono state per Andrea Dovizioso, che sta ancora valutando le condizioni del suo ginocchio destro dopo la dolorosa scivolata di ieri: se decidesse di partire, lo farà dalla decima casella. Sesto e settimo rispettivamente Laverty e Redding, a loro agio col bagnato, mentre dietro di loro partiranno Iannone e Lorenzo, che non hanno trovato il feeling giusto sotto l'acquazzone.

Il warm-up di questa mattina, che doveva essere utile per provare le gomme in vista di gara asciutta, è stato però condizionato da una pioggia sottile, che ha reso la pista scivolosa per tutta la sessione. In questa situazione difficile nessuno dei top ha voluto forzare, con Marc Marquez che non ha fatto registrare neanche un tempo e Valentino Rossi solo undicesimo. Scivolone per Andrea Iannone, mentre il podio di sessione va a Yonny Hernandez (2'15"285), Loris Baz, entrambi su Ducati satellite, ed Alex Lowes su Yamaha Tech3.

https://twitter.com/MotoGP
https://twitter.com/MotoGP

Per quanto riguarda la classifica generale, solo un miracolo potrebbe riaprire le danze: sempre davanti, sempre a punti, Marc Marquez in sella alla Honda HRC è leader indiscusso, con ben 53 punti di vantaggio su Rossi e 59 sul connazionale Lorenzo. Dietro, nell'ordine, Pedrosa, Vinales, Iannone, Pol Espargaro e Dovizioso.