MotoGP, Cecchinello punta Morbidelli

Il creatore del Team LCR Honda di MotoGp vuole provare ad avere due piloti in pista nella stagione 2018 e per affiancare Cal Crutchlow ha pensato al dominatore della Moto2.

MotoGP, Cecchinello punta Morbidelli
MotoGP, Cecchinello punta Morbidelli

Lucio Cecchinello, manager del Team LCR Honda in MotoGP, ha un ambizioso progetto per la stagione 2018: portare due moto in pista. L'ultima volta che l'ex pilota italiano e creatore del team privato Honda è riuscito a portare due moto in pista è stato il 2015 quando assieme a Cal Crutchlow, ormai storico pilota della squadra, c'era Jack Miller, ora passato in al Team Marc VDS. 

Per portare due piloti in pista ci vogliono sponsor pronti ad immettere soldi nel progetto e quindi un secondo pilota, per modo di dire, appetibile a quest'ultimi. Cecchinello ha individuato il profilo perfetto nell'attuale dominatore di Moto2: Franco Morbidelli. Il Morbido ha vinto le prime tre gare del Mondiale della categoria di mezzo, sintomo di una maturazione straordinaria oltre che la conferma delle sue qualità, attirando inevitabilmente le attenzioni della classe regina. Il pilota romano sta dimostrando di essere pronto al grande salto nella massima categoria del Motomondiale, imitando Zarco che sta già facendo vedere grandi cosa in sella alla sua Yamaha. Come il pilota francese, Morbidelli potrebbe approdare in MotoGP dopo la vittoria del Mondiale, fin ora dominato, ma questo potrebbe essere anche un intoppo al progetto di Cecchinello. 

Il talento della VR46 Academy è infatti legato al Team Marc VDS, potente scuderia presente nelle due maggiori classi del Motomondiale e in caso di vittoria del campionato di Moto2 sarà difficile per il manager italiano strapparlo al team belga che per bocca di Michael Bartholemy, capo del team Marc VDS, ha dichiarato: "Se vinciamo il campionato, dobbiamo averlo su una nostra moto in MotoGP il prossimo anno. Quando abbiamo stipulato il contratto è sempre stato chiaro che si trattasse di un accordo di due anni in Moto2 e altri due anni in MotoGP. L'unica cosa è se avrà un'offerta da un team ufficiale per una moto factory"

Nonostante queste parole del boss del team belga, Cecchinello è desideroso di guidare un altro pilota italiano dopo le avventure con Roberto Locatelli e Mattia Pasini nella ex 125. "Sto già lavorando per il 2018 - confessa Cecchinello a Speedweek.com -. Non appena saprò la posizione dei miei sponsor prenderò in considerazione le opzioni sul mercato piloti. Il costo dovrà essere compatibile con il mio budget. L'ideale sarebbe Franco Morbidelli". 

MotoGP