Conferenza stampa pre GP Austria. Rossi: "Flag-to-flag fase difficile". Marquez: "Non sarà facile"

Il pesarese ai microfoni dei giornalisti presenti a Zeltweg insieme al leader iridato e ai rispettivi compagni di squadra, Viñales e Pedrosa.

Conferenza stampa pre GP Austria. Rossi: "Flag-to-flag fase difficile". Marquez: "Non sarà facile"
Conferenza stampa pre GP Austria. Rossi: "Flag-to-flag fase difficile". Marquez: "Non sarà facile"

Scatta un nuovo appuntamento della stagione in MotoGP, con il Gran Premio di Austria che si correrà in questo weekend sul circuito di Zeltweg. Un altro banco di prova per chi vuol provare a portare a casa il titolo, con Marc Marquez che è riuscito a prendere un po' di margine dopo l'ottima prestazione culminata con la vittoria in quel di Brno. Valentino Rossi, che in Repubblica Ceca è arrivato quarto dopo aver probabilmente sbagliato strategia, pensa alla gara in terra austriaca come una buona possibilità per provare ad accorciare le distanze sul leader mondiale: "Quando corri su questa pista è diversa dalle altre, perché è molto veloce - ha dichiarato Rossi in conferenza stampa - . Bisogna concentrarsi per cercare di fare il meglio, le frenate sono importanti. Il Meteo nel week end non sarà fantastico e dovremo preparaci per tutte le condizioni. A Brno avevo buon feeling e cercherò di essere pronto sia su asciutto che bagnato. Il test post-gp è stato positivo, abbiamo provato alcune cose, e ho concluso con buone sensazioni".

Un Valentino Rossi che è tornato sulla gara di Brno e sulla situazione di flag-to-flag che in un certo senso lo ha penalizzato, visto che la finestra per il cambio delle moto si è aperta con il numero 46 davanti a tutti. Ma c'è anche spazio per parlare della nuova carena che verrà montata sulla Yamaha del pilota di Tavullia: "La nuova carena, forse questa pista non è adatta, ma verificheremo nelle sessioni. Il flag-to-flag è difficile per tutti, bisogna capire quando rientrare. A Brno la pista si è asciugata molto rapidamente, noi pensavamo di fermarci dopo un po di giri mentre altri si sono fermati prima. Dobbiamo migliorare e fare meglio, ma in quelle condizioni, che non sono buone per le moto, il flag-to-flag è il male minore. Marc è veloce in tutte le condizioni, ma quest’anno è stato veloce su tutte le piste. Per quanto mi riguarda quest’anno ho sofferto in molte piste, è per questo che è lui è avanti in classifica".

A comandare la classifica del campionato del mondo è, come detto, un Marc Marquez che ha vinto le ultime due gare, quelle del Sachsenring e di Brno, e che ora si recherà in quel di Zeltweg per centrare un tris che avrebbe un grande valore in ottica iridata: "Veniamo subito da Brno e manteniamo le buone sensazioni. Qui lo scorso lo anno non avevamo grande feeling e soffrivamo per l’assenza di accelerazione. Sarà importante fare i passi giusti per trovare il giusto assetto. E’ un circuito molto veloce, con punti di frenata molto forti, vedremo se riusciremo a trovare il giusto bilanciamento, ma in gara, lo scorso anno, non andò bene. Vedremo dove potremo arrivare, se lottatore per il podio o la vittoria o la top 5, non si può sapere prima della gara. Domenica dopo la gara alle 11 dormivo perché il test il giorno dopo era importante. Avevamo una buona aderenza, e qui abbiamo portato cose che hanno migliorato il feeling con l’anteriore, cerchiamo di mantenere l’assetto di base che sembra funzionare".

Cercherà di proseguire un buon momento di forma anche Maverick Viñales, il quale è riuscito a limitare i danni in quel di Brno con la terza posizione in rimonta, dopo una difficile fase centrale della gara. Il giovane pilota della Yamaha ha fatto capire che la gara in quel di Zeltweg, in una pista che sembra gradire molto, potrebbe essere quella giusta per far venire qualche grattacapo al connazionale Marquez: "Questa pista mi piace molto, qui lo scorso anno mi sono avvicinato ai migliori e a Brno abbiamo testato molte cose nuove, e abbiamo trovato un buon ritmo, quindi sono ottimista e pronto. Per ora la nuova carena non è molta positiva e voglio testarla ancora prima di usarla. Saranno condizioni meteo instabili e ci dovremo preparare a tutto. Credo che Marc abbia dimostrato di essere veloce in tutte le condizioni. E’ molto costante ha fatto un ottimo lavoro. Anche noi adesso dobbiamo migliorare, da qui in avanti dobbiamo migliorare sulla pioggia. L’obiettivo è cercare di vincere la gara, per l’anno è mantenere la costanza e salire regolarmente sul podio".

Il gruppo dei 'fantastici quattro' convocati oggi in conferenza stampa si conclude con l'intervento ai microfoni dei giornalisti di Dani Pedrosa. Seconda posizione e ottimo rendimento in quel di Brno, per il veterano della Honda HRC, il quale sta vivendo un'ottima stagione ma ora vorrebbe tornare a vincere per andare ad insidiare nuovamente le primisime posizioni della classifica iridata: "Nelle ultime gare abbiamo lavorato bene, ma sicuramente su questa pista dobbiamo trovare la concentrazione massima, dobbiamo concentrarci sin dalla prima prova. Sarà importante fare giri, perché più ne riusciremo a fare meglio sarà. E’ stato un buon test, le condizioni della pista erano meglio della domenica, e credo sia stato un test positivo. Su questa pista useremo lo stesso set up con cui abbiamo corso a Brno, e dovremo capire come cercare di non faticare come l’anno scorso. Qui le Ducati l’anno scorso sono state molto veloci. Nella gara di Brno c’è stata molta tensione, nessuno si aspettava che la pista si asciugasse così velocemente. Dobbiamo vedere le regole, magari domani, e decidere se separare i box, in modo da avere più spazio libero. Credo che sia più semplice quando arrivi in corsia box in questo modo".


Share on Facebook