MotoGp - Marquez si piega a Dovizioso: "La prossima non voglio perderla"

Marquez chiude al 2° posto un Gp incredibile, dopo un duello pazzesco con Andrea Dovizioso

MotoGp - Marquez si piega a Dovizioso: "La prossima non voglio perderla"
MotoGp - Marquez si piega a Dovizioso: "La prossima non voglio perderla"

Marc Marquez ci ha regalato, insieme ad Andrea Dovizioso, un grandissimo spettacolo in questo Gran Premio d'Austria. Il catalano, conferma, grazie al 2° posto, la sua leadership iridata, ma ora vede avvicinarsi Dovi, che si porta a -16. Marc si è piegato al forlivese soltanto all'ultima curva, dopo un duello bellissimo, senza esclusione di colpi tra i due.

Una gara persa al tramonto, Marc punta a rifarsi: "Ero al limite, ho spinto tantissimo fino alla fine. Ieri mi sentivo meglio con una temperatura più fredda della pista, oggi invece faceva più più caldo e sentivo che la gomma posteriore, specialmente, fosse costantemente al limite, ho cercato di gestirla bene, ma negli ultimi giri ho faticato molto. L'ultima curva ero davvero al limite, ma ci ho ho provato, non importa come sia andata. Questa è la MotoGP, lo spettacolo della MotoGP. Penso che abbiamo regalato un grande spettacolo, una gara molto bella, specialmente nel finale. Io ero al limite con le gomme, ma ci ho provato fino alla fine. Onestamente mi sarebbe piaciuto vincere, ma ci ho provato al 100% e sono contento: ieri ero molto forte, ma oggi c'erano 10 gradi in più sulla pista e ho fatto più fatica sia con la gomma davanti che con la gomma dietro. Per questo abbiamo rallentato un po' il passo".

Lo spagnolo ha poi individuato il punto a favore del ducatista, decisivo nell'economia della prova: "Dovi ha vinto la gara in accelerazione, perché aveva un po' più di trazione rispetto a me. Ieri mi trovavo molto bene con la gomma dura, ma oggi era troppo morbida con questo caldo. Io recuperavo su di lui soprattutto nelle due curve a sinistra, ma ero veramente al limite per provarci fino alla fine".

Il leader iridato ha lamentato un consumo eccessivo delle gomme, specie al posteriore. Dovi ha puntato ad una Soft, mentre Marquez ad una Hard, scelta che il campione spagnolo rifarebbe: "Avrei usato la stessa gomma dietro, ma fino all'ultimo sono stato un po' indeciso se mettere la gomma dura anche davanti. Però non l'ho mai provata nel resto del weekend e quindi non potevo prendermi questo rischio, perché il Mondiale è molto tirato ed è ancora molto lungo. Se giovedì mi avessero detto che avrei fatto secondo dietro a Dovi, avrei firmato".

La gomma morbida al posteriore, secondo Marc, non si adatta per niente al suo stile di guida ed alla RC213V: "Non credo sarebbe stata utile la Soft, perché con questo stile di guida, andando un po' di traverso, avrei fatto fatica perché la gomma calava troppo soprattutto sul lato sinistro. La nostra moto qui non era a posto per usare la soft e con questo caldo era troppo morbida anche la dura".

Lo scorso anno, da metà stagione in poi, si è mostrato ragioniere, mentre quest'anno non sembra accontentarsi: "Ci ho pensato, ma a metà gara. Onestamente gli ultimi tre giri ero a manetta. Con questo Mondiale tiratissimo, credo che se puoi prendere cinque punti in più è sempre meglio farlo che non farlo".


Share on Facebook