Rally - Ogier trionfa in Portogallo, ma Neuville non molla

Il francese trionfa il Portogallo, davanti ad un indomito Neuville, che ci prova fino alla fine, ma non riesce a scavalcare il rivale. 3° assoluto Sordo, che batte Tanak, a cui va la Power Stage. In Wrc2 Mikkelsen va fuori all'ultima prova, in un rally che stava dominando

Rally - Ogier trionfa in Portogallo, ma Neuville non molla
Ogier trionfa in Portogallo, ma Neuville non molla

Dopo tre giorni a tutta, eccoci all'ultima giornata, all'ultima battaglia che decide il vincitore di questo Rally di Portogallo, edizione 2017, che ha visto il prima vero duello tra Sebastien Ogier e Thierry Neuville. I due sono partiti male, con un venerdì andato in archivio come giornata opaca, nonostante i due occupassero il terzo e quarto posto. Il Sabato, invece, li ha visti salire in cattedra ed ecco che è iniziato il duello vero, con il francese ed il belga a darsi battaglia a suon di vittorie, mentre gli altri, Tanak e Sordo in primis, potevano solo provare a limitare i danni. Alla fine, il sabato si è chiuso con Ogier in testa e Neuville ad inseguire a 16"8 e con 4 prove alla fine. 

PS16 - Scesi in pista, la prima prova della Domenica, la PS16, ha visto il trionfo inaspettato di un redivivo Hayden Paddon, fermato da alcuni problemi alla sua I20, causati dall'incidente di venerdì. Il neozelandese, comunque, ha staccato di 2"6 un Ott Tanak in versione cacciatore, dato che sta cercando in tutti i modi di recuperare il podio, salendo almeno sul terzo gradino, alle spalle di Ogier e Neuville, che si controllano. Il belga della Hyundai è 3°, ma il campione del Mondo è subito lì, a 8 decimi: in classifica non cambia niente. 

PS17 - Ecco il momento in cui Ogier ha, forse, messo al sicuro la sua vittoria in questo Rally, la PS17 di Luìlhas. Sui circa 12 km di percorso il francese del Team M-Sport si è messo dietro la coppia Hyundai Sordo-Neuville, entrambi a 3"3. 4° tempo per Tanak a 3"6, seguito da Paddon, più lento rispetto all'estone di 3 decimi. La classifica a questo punto dice: Ogier 1°, Neuville 2° ma a 19"3, tanti se si considerano le capacità del francese e soprattutto se alla fine mancano solo due prove. 

Fonte: sebastien.ogier

PS18- E così ci si avvia verso la fine di questo spettacolare Rally del Portogallo, che ha regalato tante emozioni. Durante i 9 km di prova della PS18 vince, nuovamente, Hayden Paddon, che si mette alle spalle la Citroen di Meeke e la Ford di Evans, staccati di 2"1 e 3"4 dal vincitore di speciale. Alle spalle dei primi 3, si fanno vedere le Toyota, che han sofferto tanto, soprattutto dopo l'uscita di scena di Latvala, durante la prima giornata. Lappi, 4°, sorprende e anticipa Hanninen, 5°. Ma Neuville ed Ogier? Thierry alla fine chiude 6°, a 4"1 dal compagno Paddon, mentre Ogier paga al rivale 1"8, piazzandosi a 5"9 da Paddon. Classifica invariata e, quando manca solo la Power Stage, il distacco è di 17"5.

PS19- Siamo alla fine, Ogier sembra in controllo, Neuville o rischia o si accontenta. Alla fine il belga spinge, ma il suo tempo sul traguardo non basta per vincere la speciale, poichè Ott Tanak ha spinto un po' di più e sul traguardo gli è davanti per 4 decimi, un nulla. Ogier, intanto, controlla e chiude 5°, prendendosi un punto, ma soprattutto il Rally del Portogallo. Tanak, prende i 5 punti della Power Stage, ma non riesce a scavalcare Sordo, che chiude sul podio un rally da incorniciare, non tanto per il risultato, ma per la costanza di risultati nell'arco dei tre giorni. 

5° posto assoluto per Craig Breen, ancora salvatore della patria in casa Citroen, mentre il 6° posto è di Elfyn Evans. Hanninen, primo Toyota, è 7°, seguito da Ostberg, Latvala e Lappi

Fonte: thierryneuvilleofficial

Le categorie minori riservano sorprese. Dramma per Andreas Mikkelsen in Wrc2, dato che il norvegese era in testa quando è partito per l'ultima PS. Dopo aver dominato dall'inizio il rally portoghese, infatti, il pilota della Skoda ha dominato in lungo e in largo sin dalla prima speciale fino all'ultima, quando ha commesso un errore, capottando la sua Skoda Fabia R5 ufficiale. La vittoria è andata a Pontus Tidemand, che si è trovato nelle mani un successo che sembrava ormai perso. Seconda posizione per Teemu Suninen, seguito da un grande Simone Tempestini, terzo di categoria su Citroen C3 R5. 

La Wrc3, invece, dopo aver perso il suo dominatore, ovvero Raphaèl Astier, ha visto il duello tra il messicano Name e lo spagnolo Solan. Alla fine l'ha spuntata il messicano, con l'italiano Enrico Brazzoli 3°.  

In questo Rally esordivano anche due figli d'arte come Hiroki Arai e Max Vatanen. il giapponesino, figlio di Toshihiro Arai, va out ed è costretto al ritiro, mentre il figlio dell'iridato Ari è 36° assoluto. 

Intanto la classifica Wrc vede sempre Ogier leader, che incrementa il suo vantaggio sugli inseguitori, dove al secondo posto fa capolino Neuville, che senza i due ritiri di inizio stagione, ora probabilmente sarebbe testa a testa con Ogier. Latvala scala al terzo posto e ora si vede braccato da Tanak, che gli paga solo 5 punti. 5° Sordo, più staccato. 

CLASSIFICA IRIDATA: 

1. Sebastien Ogier 128 pt
2. Thierry Neuville 106 pt. (-22)
3. Jari-Matti Latvala 88 pt. (-40)
4. Ott Tanak 83 pt. (-45)
5. Dani Sordo 66 pt. (-62)

Con questa situazione si va verso il prossimo appuntamento, dall'8 all'11 Giugno, tutti in Sardegna: il duello è solo all'inizio!


Share on Facebook