SBK, Magny-Cours: splendida doppietta di Davies

Chaz Davies vince anche Gara 2 a Magny-Cours e accorcia in classifica. Bel duello tra compagni di squadra, con Jonathan Rea che chiude in seconda posizione, davanti a Tom Sykes, terzo. Ottimo quarto Leon Camier. Primo degli italiani Lorenzo Savadori, sesto.

SBK, Magny-Cours: splendida doppietta di Davies
foto: Getty Images

Ancora Ducati, ancora Davies. A Magny-Cours il pilota gallese è inarrestabile e conquista anche Gara 2, dopo il capolavoro della prima manche. Chaz beffa così le due Kawasaki, protagoniste di una bagarre intestina che ha visto il Campione del carica avere la meglio sul compagno di squadra. Chaz Davies ha saputo approfittare del duello tra i due principali rivali in campionato, portandosi in testa e vincendo con distacco e conquistando una splendida doppietta. Sale sul secondo gradino del podio Jonathan Rea, protagonista della lotta con Tom Sykes, quest’ultimo più in difficoltà nelle fasi finali di gara. Il leader iridato non è riuscito a fermare il dominio del pilota Ducati, ma ha comunque concluso la seconda manche davanti al diretto avversario per il titolo. Non facile è stato sorpassare Sykes, che ha tentato in ogni modo di chiudere le porte, ma nulla ha potuto contro un Rea più incisivo, soprattutto negli ultimi giri. Il britannico chiude così il podio, con una terza posizione che però fa sì che la lotta per il mondiale si prolunghi fino a Jerez, prossimo appuntamento.

Grande soddisfazione in casa MV Agusta, grazie all’ottimo quarto posto di Leon Camier. L’inglese, dopo una prima manche anche condotta in testa, ha tagliato il traguardo ai piedi del podio, precedendo anche le più favorite Honda. Camier ha infatti passato nel finale Michael Van Der Mark, quinto alla bandiera a scacchi. Meno soddisfatto il suo compagno di squadra: Nicky Hayden non è andato oltre l’ottavo posto finale e conclude un weekend sotto le aspettative, dopo il ritiro di Gara 1. Chi invece può sorridere è Lorenzo Savadori. Primo degli italiani, il pilota Aprilia ha chiuso Gara 2 in sesta posizione, dopo essersi fatto valere contro l’idolo di casa, Sylvain Guintoli, poi passato anche da Jordi Torres. Conclude con un’ottima prestazione il fine settimana francese anche il pilota di Cesena, che guarda a Jerez con fiducia.

LA GARA – In partenza scattano bene le due Kawasaki, con Rea che beffa Sykes, salvo poi essere passato dal britannico numero 66. Ad insidiare i due contendenti c’è però Chaz Davies, che si inserisce subito e si porta in seconda posizione. Nel frattempo, nelle retrovie è bagarre tra le due Honda e la MV Agusta di Leon Camier, che continua a tenere il passo dei piloti davanti. Michael Van Der Mark è però più incisivo del compagno di squadra, che viene passato anche da Lorenzo Savadori e Sylvain Guintoli. Hayden perde così l’opportunità di lottare per la quarta posizione, ad appannaggio dell’olandese e dell’inglese della MV.

Tom Sykes intanto continua a far segnare ottimi tempi, prendendo margine tra sé e gli inseguitori, alle prese con un duello: Chaz Davies è infatti secondo e prova a tenere dietro un Jonathan Rea che risale e guadagna metri sui rivali. Il Campione del mondo in carica infatti non attende molto ed effettua il suo sorpasso sul pilota Ducati, che deve “accontentarsi” della terza posizione.

Rea va così a prendere il compagno di squadra, che ormai ha perso tutto il vantaggio che aveva. La lotta per la prima posizione è sul filo dei decimi, i due piloti Kawasaki sono vicinissimi, ma Rea non riesce a trovare il sorpasso su Sykes, che chiude tutte le porte e resta al comando. Nel duello intestino però si inserisce Chaz Davies che, dopo essere stato passato da Rea ed aver perso contatto, ricuce il distacco. A suon di giri veloci, il gallese è ormai negli scarichi delle due ZX-10R.

Mancano cinque giri e, nel tentativo di sorpasso, Rea va largo, così come Sykes, che però gli resta davanti. Ne approfitta così Davies, che li passa entrambi e va a prendersi la testa della gara. Il pilota Ducati prova la fuga mettendo già mezzo secondo di margine. Mentre Davies continua a spingere, Rea effettua il sorpasso sul compagno di squadra e prova ad andare a prendere l’avversario che ormai ha già un secondo di vantaggio. Appare più in difficoltà Sykes, terzo, che però non vuole lasciar andare il rivale, provando in tutti i modi a restargli attaccato. Ma l’impresa si fa difficile, il Campione del mondo in carica appare più incisivo. Bandiera a scacchi, Davies vince con distacco davanti a Jonathan Rea, che riesce a tenere dietro Tom Sykes, terzo. Taglia il traguardo in quarta posizione un grande Leon Camier, che sorpassa Van Der Mark, quinto. Primo degli italiani è Lorenzo Savadori, sesto.

Superbike