Jerez: Sofouglu fa tutto in grande! Vince ed è campione Supersport

Il turco vince la gara e, complice la caduta del compagno di team Krummenacher, porta a casa il 5° titolo iridato. Gioia anche per Axel Bassani, 5° al traguardo e si laurea campione europeo.

Jerez: Sofouglu fa tutto in grande! Vince ed è campione Supersport
WorldSBK.com

Kenan Sofouglu vince il Gran Premio di Jerez e porta a casa il titolo iridato 600cc. Il turco è autore di una gara brillante, favorito anche dalla spensieratezza di correre senza il rivale Rand Krummenacher, caduto dopo pochi giri, quando era in testa. La gara del pilota del team Puccetti però è stata resa dura dal finlandese Tuuli, pilota Yamaha, che ha comandato a lungo la gara. Chiude il podio Kyle Smith, che si difende nel finale da PJ Jacobsen. 5° e campione europeo Axel Bassani, che riesce a tenere dietro Jules Cluzel, 6°. 7° Badovini, che anticipa Mykhalchyk, 8° e 2° nel campionato europeo. Chiudono la top10 Bergman e Zanetti

LA GARA - Al via Sofouglu prende la testa, ma Krummenacher non ci sta e lo attacca subito, ma il turco risponde. 3° Tuili,  che non molla il due Kawasaki, mentre dietro già c'è il vuoto. 4° Smith,  che anticipa Tejay Jacobsen e il primo degli italiani, Axel Bassani, in lotta con l’ucraino Mykhalchyk, per il titolo di campione europeo. Tra i due piloti Kawasaki inizia la lotta vera e propria, fatta anche di gesti a distanza, con Tuili che buono buono tiene il codone della Ninja n.21. Al 5° giro Sofouglu va lungo al tornante e viene infilato da Krummenacher e Tuili,  con lo svizzero che prova a fare subito il vuoto, ma poco dopo, all’uscita della curva 1 perde l’anteriore e cade, lasciando il via libera al finnico Tuili,  ma soprattutto a Sofouglu, che così ha già il titolo in tasca. Al tornantino Sofouglu attacca senza paura Tuili, ma improvvisamente rallenta e fa segno  al finlandese della Yamaha di rallentare. Intanto davanti si ricompattano i primi 5, con Tuili che però non rallenta. Nelle retrovie si rivede Krummenacher, che non si è ritirato, ma è 29° chiamato ad una rimonta impossibile. Il 66 della Yamaha con autorevolezza tiene la testa, difendendosi bene da Sofouglu,  mentre dietro Bassani fa un po' da tappo a Cluzel, che lo attacca e lo supera. Bassani però replica e si rimette davanti. A 11 giri dalla fine, in testa Sofouglu riattaccare Tuili e lo supera, ma due giri dopo Tuuli tira fortissimo alla staccata della Dry Sac e infila il turco. Ai due leader si accoda Smith, che però non riesce più di tanto ad impensierirli. La gara diventa più piatta, come preludio al duello finale, che inizia a 6 giri dalla fine, quando Sofouglu attacca Tuuli alla 11-12, infilando subito il centauro Yamaha, che viene attaccato anche da Smith,  che quasi si toccano. Anche dietro inizia la battaglia con Cluzel che risale dalla 9° alla 6° posizione, infilando Bassani, che si vede piombare addosso anche il rivale Mykhalchyk, che prova a superarlo, senza successo. Bassani a 4 dalla fine risupera Cluzel, attaccato subito da Mykhalchyk, che si tocca con il francese, prima, e con Baldovino,  poi. A 3 giri dalla fine si ferma Federico Caricasulo, che era 5° in solitaria. Si arriva all’ultimo con Sofouglu davanti a Tuuli e Smith, pressato da Jacobsen. 5° Bassani, che vince anche il campionato europeo.

Ora si volerà in Qatar per l'ultimo Gp della stagione, con ancora una lotta, tra Krummenacher e Cluzel per la 2a posizione. I due sono separati da 6 punti e si profila un gran duello per stabilire chi sarà il vice-campione del mondo. 

Superbike