Sbk: Ufficializzati i piloti per il 2017. Solo 4 italiani al via

A poche settimane dal via, ufficializzate le squadre per il 2017. Il campione del mondo Rea ancora con Kawasaki, rientra Melandri, mentre saluta l'ex iridato Guintoli

Sbk: Ufficializzati i piloti per il 2017. Solo 4 italiani al via
Sbk: Ufficializzati i piloti per il 2017. Solo 4 italiani al via

Mancano due mesi all'inizio del mondiale 2017 Superbike, ed è stata ufficializzata la composizione dei team per il campionato. Saranno solo 4 gli italiani al via, con Melandri che rientra nel circus, con la Ducati, dopo un anno infernale passato in Motogp con l'Aprilia

KAWASAKI- Dopo due anni di dominio Rea, in Kawasaki confermano ancora la solita coppia, affiancando al britannico campione del mondo l'altro inglese terribile, ovvero Tom Sykes. L'obiettivo è, naturalmente, quello di confermare i titoli degli ultimi due anni, ma il finale di stagione 2016 ha creato qualche dubbio, soprattutto tra i tifosi, che vedevano i due rider della casa giapponese soffrire sempre Davies e la Ducati. 

DUCATI- Dopo la debacle dello scorso anno, in Ducati hanno deciso di appiedare Davide Giugliano, chiamando a Borgo Panigale Marco Melandri. Per il centauro italiano è il rientro in Sbk, dopo l'anno orribile passato a sviluppare l'Aprilia in Motogp. Confermatissimo invece Chaz Davies, vincitore di 11 gare lo scorso anno, che ha mancato il titolo iridato solo per la poca costanza avuta nella prima parte del mondiale, dove ha lasciato per strada molti punti, che si sarebbero rivelati utili in chiave iridata. 

Fonte: dal web
Fonte: dal web

HONDA- Confermato Nicky Hayden, vincitore in Malesia lo scorso anno, la casa giapponese ha cercato il sostituto di Michael Van der Mark, emigrato in Yamaha. Ed ecco che è arrivato dal motomondiale Stefan Bradl, autore di una buona stagione in Motogp con l'Aprilia. 

BMW- In BMW confermati entrambi i piloti, sia Reiterberger che Torres, che avranno quindi a disposizione una moto che conoscono molto bene, dopo un anno passato a cercare delle evoluzioni che rendessero la due ruote più competitiva. 

YAMAHA- Annunciato l'addio da parte di Sylvain Guintoli, in Yamaha hanno cercato un degno sostituto del francese, da affiancare ad Alex Lowes. Così dalla Honda è arrivato l'arrembante Michael Van der Mark, olandese di buone speranze che, nonostante un rendimento altalenante, ha messo in mostra buone doti fino ad ora.  

IODA RACING APRILIA- Il team IodaRacing ha deciso di effettuare il grande salto dalla SuperStock alla Sbk, e per farlo ha scelto il suo pilota già nella classe minore, ovvero l'argentino Leandro Mercado, 2° nel mondiale STK 1000 2016. 

MV AUGUSTA- Continua l'impegno di MV in Superbike, ma anche quest'anno solo un'unica moto per il team italiano, affidata sempre al buon Leon Camier, pilota di esperienza e sempre costante, autore anche di buone gare lo scorso anno.

BARNI RACING TEAM- Il team di Barnabò affida la sua unica Panigale allo spagnolo Xavi Forès, che lo scorso anno non si è fatto mancare la soddisfazione del podio, in una stagione abbastanza buona.

MILWAUKEE APRILIA- L'Aprilia richiama dalla Motogp Eugene Laverty, rimasto deluso dall'esperienza nel motomondiale, affiancandolo al buon Lorenzo Savadori, ottimo nella prima parte di stagione e calato un po' a fine mondiale. Il duo però si pone come uno dei più completi della Sbk e potrebbe portare all'Aprilia qualche soddisfazione. 

PEDERCINI RACING- Il team Pedercini affida la sua unica moto, una Kawasaki Zx-10R, al sammarinese Alex De Angeles.

TEAM GO ELEVEN- Il team italiano conferma la fiducia allo spagnolo, ex-moto2, Roman Ramos

GRILLINI RACING TEAM- Altro esordio quello del Grillini Team, che ingaggia il ceco Ondrej Jezek e l'italiano Ayrton Badovini. Anche per loro Kawasaki Zx-10R.

GUANDALINI RACING- Il team italiano, dopo le difficoltà del 2010, rientra nel mondiale. L'unico pilota del Team, Riccardo Russo, avrà a disposizione una Yamaha YZF R1.

KAWASAKI PUCCETTI RACING- Lo storico team, dominatore delle ultime stagioni in SuperSport, decide di fare il salto nella classe regina delle derivate di serie. Per farlo ha deciso di ingaggiare il pilota svizzero Randy Krummenacher, già tra le fila del team in SSP. 

 


Share on Facebook