Superbike, gara2 - A Imola Davies concede il Bis!

Chaz è inarrestabile: sfrutta alla grande la ripartenza, rimonta a suon di giri veloci ed infine infila Sykes con un sorpasso da cineteca. 2° Rea, che controlla, seguito da Sykes. 5° Melandri

Superbike, gara2 - A Imola Davies concede il Bis!
A Imola Davies concede il Bis!

Chaz Davies fa bis! Nel Gran Premio d'Italia di Superbike, il britannico si prende anche Gara2, segnata da una lunga interruzione a causa dell'olio perso dalla Kawasaki di Ayrton Badovini, a cui è esploso il motore durante il primo giro. Davies, dopo la ripartenza, riaffiora dal centro del gruppo come uno squalo e risale a suon di giri veloci, fino all'8°, quando infila, in maniera perentoria, Tom Sykes alla Variante della Rivazza. Proprio Sykes, che partiva in pole, ha condotto a lungo, ma nel finale ha ceduto il passo a Davies, prima, e al compagno Jonathan Rea, poi. 4° un grandissimo Xavi Fores, che si rende autore di una gran gara e tiene dietro un opaco Melandri

GARA - Allo spegnimento dei semafori benissimo Sykes, che mantiene la prima posizione, mentre malissimo Davies, che scivola indietro ed è chiamato subito alla rimonta. Rea, invece, sale subito in 4a posizione, alle spalle di Melandri. Siamo ancora nel primo giro quando, all'uscita dalla curva 16, esplode il motore della Kawasaki di Badovini, che costringe i commissari ad esporre la bandiera rossa a causa dell'olio in pista.

Dopo oltre 30' di stop, i piloti si rischierano in griglia, con le posizioni invariate rispetto alla prima partenza, poiché al momento dello stop non era stato completato il primo giro. Sykes tiene ancora la testa, davanti a Camier e Fores, mentre è subito duello tra Melandri, Rea e Davies, con Rea che scavalca prima Melandri e poi Fores. All'ultima variante Rea va lungo e viene superato da Melandri, Davies e anche Fores, che era stato superato da entrambe le Ducati ufficiali. Anche Melandri va lungo alla Variante Alta e passa Davies, che così sale al 3° posto, mentre Rea supera Fores e si mette in coda a Melandri. Alla Tosa ci prova Rea, ma Melandri risponde e tiene dietro Rea. In testa Sykes non scappa, ma ci pensa Camier ad uscire di pista e autoeliminarsi. Contemporaneamente Rea passa Melandri alla Variante Alta e la classifica dice Sykes davanti, Davies 2° seguito da Rea e Melandri. Sbaglia ancora Melandri, che perde posizioni a favore di Fores e Van der Mark e scivola al 6° posto.

Davies martella e in due giri riprende Sykes e lo supera a 12 giri dalla fine alla Variante della Rivazza. Sykes sembra un po' in difficoltà e nel giro di 3 tornate, è negli e negli scarichi del compagno di team. Mentre Davies fila via, tanti i duelli con Sykes e Rea in duello per il 2° posto, Melandri e Fores in lotta per il 4° e un gruppetto di 7 piloti in lotta per la 6a piazza.

A 7 giri dalla fine Rea attacca Sykes alla Tosa e si issa al 2° posto, anche se il compagno non lo molla. Fores tiene dietro Melandri, mentre Lowes supera Van der Mark, che viene infilato anche da Laverty.

Chaz Davies trionfa davanti al pubblico di casa, davanti a Rea e Sykes. Fores riesce a difendersi da Melandri e chiude 4°. Dietro, la lotta per il 6° va a Alex Lowes, seguito da Laverty, Torres, che riesce ad infilare Van Der Mark, 9°, seguito da Mercado che chiude la Top10

Nel mondiale si riduce, di poco, il Gap tra Rea e Davies, che supera anche Sykes, che ora dista 75 punti dalla vetta, mentre Davies è a -74

Superbike