Festival di Sanremo, esordio delle nuove proposte nella seconda serata. Splende Charlize Theron

Nella seconda serata del Festival di Sanremo 2015 hanno esordito le nuove proposte, portate in prima serata per la prima volta. Tanti gli ospiti, che hanno quasi prevalso sui cantanti in gara. Attesissima Charlize Theron, che ha incantato il pubblico a casa ed in teatro. Ancora ottimi ascolti, anche se in calo rispetto alla prima serata.

Festival di Sanremo, esordio delle nuove proposte nella seconda serata. Splende Charlize Theron
foto: rai.it

Meno musica, più ospiti. Il mordente è stato minore, ma gli ascolti sono andati comunque bene. Con il 41% di share (pari a 10 milioni di spettatori), la seconda serata del Festival di Sanremo ha battuto quella dello scorso anno. Carlo Conti si conferma, dimostrando anche ieri la qualità della sua conduzione e direzione artistica.

Nella serata di ieri hanno esordito le nuove proposte, che il conduttore fiorentino ha deciso di portare in prima serata per far sì che potessero essere conosciuti meglio. Come per il circuito dei big, si sono esibiti solo quattro degli otto giovani esordienti e l’eliminazione diretta ha portato due di loro direttamente alla semifinale. Ad aprire le danze i KuTzso con il brano Elisa. Il gruppo ha immediatamente catturato per la loro follia e simpatia travolgente, che hanno riportato fedelmente nella canzone da loro presentata. I KuTso i sono scontrati con il giovanissimo rapper Kaligola. Il diciassettenne romano, più giovane partecipante a questo Festival, non ha colpito con la sua Oltre il giardino, perdendo nell’eliminazione diretta contro il folle gruppo. La seconda e ultima sfida della nuove proposte ha visto fronteggiarsi Enrico Nigiotti (non nuovo al pubblico di Amici, a cui ha partecipato nel 2009) e Chanty. Il primo ha portato sul palco Qualcosa da decidere, vincendo sulla seconda, che non ha convinto pienamente cantando Ritornerai.

Una volta stabiliti i semifinalisti delle nuove proposte si è tornati alla gara dei Campioni. Sono saliti sul palco i dieci restanti, che hanno presentato i loro brani inediti. La varietà di generi proposti è stata differente, a cominciare dal blues Nina Zilli (con Sola) per poi concludere con il rap di Moreno (con Oggi ti parlo così). Abbiamo assistito al ritorno all’Ariston di cantanti come Anna Tatangelo, che ha presentato Libera, Marco Masini, con Che Giorno è, Irene Grandi che ha cantato Un vento senza nome ed infine Raf, con il brano Come una favola.  Esordisce e convince Il Volo, che con il brano Grande amore, conquista la platea ed il pubblico a casa, diventando la band favorita per la vittoria di questa edizione. Prima apparizione a Sanremo anche per Lorenzo Fragola, fresco vincitore di X Factor che canta il brano Siamo uguali.

A rischio eliminazione, dopo la seconda serata, ci sono Bianca Atzei, Anna Tatangelo, Moreno e Biggio e Mandelli, questi ultimi presenti per la prima volta in veste di cantanti e non di comici, ma che comunque non riescono a convincere.

Molti gli ospiti presenti, nazionali e non, che hanno completato la seconda serata. Si comincia con Joe Bastianich, star di Masterchef, per poi arrivare a Biagio Antonacci, che, dopo aver eseguito alcuni dei suoi brani più famosi, ha omaggiato Pino Daniele in una commovente versione di Quando quando.  Javier Zanetti e Vincenzo Nibali sono saliti sul palco dell’Ariston in qualità di sportivi vincenti e Angelo Pintus ha portato una ventata di comicità. Conchita Wurst, pseudonimo di Thomas Neuwirth, è il vincitore dell’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest. Rappresentante del Festival della canzone europea, ha presentato all’Ariston il suo nuovo brano, che anticipa l’uscita del suo nuovo album. Famoso per il suo look da donna sul quale risalta la barba, suscitò numerose polemiche. A chiudere la serata è Marlon Roudette, ex cantante dei Mattafix.

Ma la star più attesa era senza dubbio Charlize Theron. La bellissima attrice sudafricana è stata intervistata per alcuni minuti di Carlo Conti, stregando tutti i telespettatori. Ma non è una novità, perché Charlize Theron, premio Oscar come migliore attrice nel film Monster, incanta il pubblico anche nei suoi film, dando vita a personaggi intensi, come intensa e cruda è stata la sua infanzia.

ANTICIPAZIONI TERZA SERATA

Questa è la serata delle cover. I cantanti in gara porteranno sul palco dell’Ariston un brano di un altro autore che hanno scelto e adattato in base al loro stile. Verrà designato il Campione che avrà eseguito la miglior cover, quindi il sistema di gara è differente dalle prime due serate. I venti Big saranno divisi in cinque blocchi.  Il vincitore dei rispettivi blocchi passerà alla finale, che decreterà il Campione delle cover.

Continuerà inoltre la sfida della nuove proposte e sul palco saliranno oggi i quattro restanti: Serena Brancale, Giovanni Caccamo, Rakele e Amara.

Tra gli ospiti della terza serata Luca e Paolo, i Saint Motel e gli Spandau Ballet.

ORDINE D’ESIBIZIONE DEI CANTANTI:

PRIMO BLOCCO: Raf, Irene Grandi, Moreno, Anna Tatangelo

SECONDO BLOCCO: Biggio e Mandelli, Chiara, Nesli, Nek

TERZO BLOCCO: Dear Jack, Grazie Di Michele e Mauro Coruzzi, Bianca Atzei, Alex Britti

QUARTO BLOCCO: Lorenzo Fragola, Il Volo, Annalisa, Lara Fabian

QUINTO BLOCCO: Gianluca Grignani, Nina Zilli, Malika Ayane, Marco Masini

COVER ESEGUITE:

Annalisa – Ti sento (Matia Bazar)

Bianca Atzei – Ciao amore ciao (Luigi Tenco)

Malika Ayane – Vivere (Vasco Rossi)

Biggio e Mandelli – E la vita e la vita (Cochi e Renato)

Alex Britti – Io mi fermo qui (Dik Dik)

Chiara Galiazzo – Il volto della vita (Caterina Caselli)

Dear Jack – Io che amo solo te (Sergio Endrigo)

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi – Alghero (Giuni Russo)

Lara Fabian – Almeno tu nell’universo (Mia Martini)

Lorenzo Fragola – Una città per cantare (Ron)

Irene Grandi – Se perdo te (Patty Pravo)

Gianluca Grignani – Vedrai vedrai (Luigi Tenco)

Il Volo – Ancora (Eduardo De Crescenzo)

Marco Masini – Sarà per te (Francesco Nuti)

Moreno – Una carezza in un pugno (Adriano Celentano)

Nek – Se telefonando (Mina)

Nesli – Mare mare (Luca Carboni)

Anna Tatangelo – Dio come ti amo (Domenico Modugno)

Nina Zilli – Se bruciasse la città (Massimo Ranieri)


Share on Facebook