Mercato estero: trionfo Coldplay, bene gli Onerepublic

Grande successo delle solite band, sorprendono i Twenty One Pilots, tornano i Red Hot e si confermano Adele e Alvaro Soler.

Mercato estero: trionfo Coldplay, bene gli Onerepublic
Un estratto del video di "Hymn for the weekend" dei Coldplay (Warner Music)

Se il mercato italiano è stato dominato, per gli artisti di lingua italiana, dai rapper o presunti tali, all'estero si conferma il dominio di quelle band che ormai da anni rappresentano un punto fermo del mercato discografico mondiale: primi tra tutti i Coldplay, che con l'album A Head Full of Dreams (title-track uscita da poco come singolo) e il singolo Hymn For the Weekend hanno monopolizzato le radio di tutto il mondo, Italia compresa, dove il brano è stato premiato con un quadruplo disco di platino, triplo invece per Adventure of Lifetime, doppio per l'album e disco d'oro per Up&Up, nonostante la poca pubblicità del brano. Stessa cosa per gli Onerepublic, che si sono fatti sentire spesso in radio con Wherever I Go e che pochi giorni fa sono usciti con il nuovo singolo Kids, il cui arrangiamento, soprattutto nel riff iniziale, sembra prendere spunto dalla precedentemente citata Adventure of Lifetime. Conferma anche per Adele, che continua a promuore il suo trionfale disco 25, questa volta con Send My Love (To Your New Lover), e insieme a lei Jennifer Lopez con Ain't Your Mama.

Nella classifica italiana FIMI degli artisti stranieri, al primo posto si piazza il solito Alvaro Soler, che con Sofia e il disco Eterno Agosto si dimostra ancora una volta capace di tirar fuori dei tormentoni radiofonici ed efficaci al primo ascolto, nonostante le evidenti somiglianze con El mismo sol. Si cambia musica (in tutti i sensi) dietro di lui, con i Red Hot Chili Peppers e il loro album The Getaway, trascinato dal bellissimo singolo Dark Necessites, riuscito ad entrare nella classifica "Alternative song" della rivista "Billboard", confermandosi come band con più alto numero di singoli arrivati in tale classifica con 25 brani, seguiti dagli U2 con 23.

Conferma anche per il solito Enrique Iglesias, che con Duele El Corazon dimostra che è possibile vendere anche proponendo lo stesso brano leggermente modificato ogni anno, trovandosi nella stessa situazione del collega Soler. Nel calderone del "già sentito" si butta dentro anche Justin Timberlake, con Can't Stop the Feeling, nulla di nuovo per il cantautore statunitense, che però vende, e finché vende tutto è consentito. Si salva invece LP con la sua ballad Lost On You che, seppur abbastanza "classica", appare piacevole da ascoltare, oltre che sicuramente orecchiabile e capace di entrare in testa dopo pochi ascolti, e viene infatti salvata da MTV che colma il gap con i brani più venduti con molti passaggi televisivi. Bene anche Don't let me down, dei Chainsmokers insieme a Daya, che è riuscita a rimanere on-air anche durante l'estate pur essendo uscita mesi prima.

Infine, da segnalare l'ottimo disco di colonne sonore del film Suicide squad, che sembra poter confermare il grande successo cinematografico del prodotto, anticipato dal singolo dei Twenty One Pilots, Heatens. Di seguito pubblichiamo l'interessante tracklist dell'album:

1. Skrillex, Rick Ross – Purple Lamborghini
2. Lil Wayne, Wiz Khalifa, Imagine Dragons (con Logic, Ty Dolla $ign & X Ambassadors) – Sucker for Pain 
3. Twenty One Pilots – Heathens 
4. Action Bronson, Dan Auerbach (con Mark Ronson) – Standing in the Rain
5. Kehlani – Gangsta
6. Kevin Gates – Know Better
7. Grace (con G-Eazy) – You Don't Own Me 
8. Eminem – Without Me 
9. Skylar Grey – Wreck Havoc
10. Grimes – Medieval Warfare
11. Panic! at the Disco – Bohemian Rhapsody
12. War – Slippin' Into Darkness
13. Creedence Clearwater Revival – Fortunate Son 
14. ConfidentialMX – I Started a Joke
15. The White Stripes – Seven Nation Army

Musica