Australian Open, si inizia a fare sul serio

Ottimo programma in quel del Melbourne Park per la quinta giornata di battaglia: in campo Djokovic, Ferrer, Williams, Li, Ivanovic, Stosur e i nostri Fabio Fognini e Flavia Pennetta.

Australian Open, si inizia a fare sul serio
Ausopen.org

Siamo giunti ai terzi turni, ora si comincia davvero a tirare fuori le unghie e i cosiddetti underdogs cercano di sferrare la zampata letale per la loro testa di serie designata; la prima testa coronata a dover lasciare il suo posto sotto ai riflettori è stato l’argentino Juan Martin Del Potro, che durante la scorsa nottata ha subito una sconfitta sul fil di lana per mano dell’insospettabile Bautista-Agut (46 63 57 64 75). Delpo ha cercato di smorzare i toni nel post partita, sminuendo il fattaccio e sostenendo che anche ai più grandi come Nadal e Federer possa capitare una giornata no, peccato che nel calendario della Torre di Tandil sembra che questi eventi occupino almeno una stagione l’anno..

Ma bando alle ciance e vediamo i contendenti della nottata: per primi scenderanno in campo F.Mayer e Janowicz per un sanissimo derby dell’est, delle cui sorti probabilmente sarà il polacco a decidere anche se dopo la nobilissima vittoria su Youzhny in 5 set – nel caso il caldo e la fatica non la facciano già da padrona – forse il tedesco potrebbe avere qualcosa in più da dire rispetto alle previsioni dei pronostici. A seguire un classico Francia v. Spagna, dove neanche Ferrer dovrebbe avere troppi problemi a liberarsi del suo avversario; nonostante questo però il successo di Chardy in 4 set tiratissimi contro Dolgopolov potrebbe dare un pizzico di incertezza in più alla partita.

Contemporaneamente al tabellone maschile, nella sessione diurna della 5° giornata al Melbourne Park, faranno il loro ingresso sul terreno di gioco Angy Kerberreduce dalla cocente sconfitta in finale a Sidney ad opera della rivelazione Pironkova – contro l’americana Riske e la nostra Flavia Pennetta, che dall’altra parte del net si ritroverà la temibile Mona Barthel: la tedesca non è propriamente una giocatrice a rendimento continuo ma la sua potenza di fuoco e il suo servizio non sono degli elementi da sottostimare; appena reduce dalla vittoria in 3 set niente meno che sulla mattatrice di Petra Kvitova, la thailandese Kumkhum, sulle ali della fiducia potrebbe forse costringere l’azzurra alle corde nel terzo parziale, anche se, onestamente, finora la brindisina ha mostrato un gioco e una forma fisica encomiabili. Sulla Rod Laver Arena invece saranno protagoniste la n.1 del circuito Serena Williams e quella che, per sua sfortuna, sarà probabilmente la sua prossima vittima, Daniela Hantuchova: finora la veterana slovacca non ha avuto di che sudare troppo per ottenere il 3T, complici avversarie di bassa fascia di ranking, mentre l’americana è già partita nel suo percorso spietato per vendicarsi della sconfitta in semifinale della scorsa edizione.. L’Hisense Arena nel frattempo sarà occupata da una delle due finaliste del 2013, Na Li, che dovrebbe quasi con certezza, passare agilmente al turno successivo contro una modesta Lucie Safarova.

Ottime partite in programma anche nella sessione serale, dove assisteremo in primis al match del nostro Fabio Fognini, che dopo aver riportato un’ottima vittoria in 4 set, agguantato la Top15 e scacciato via i fantasmi dell’infortunio che per poco non gli costava lo Slam australiano, si vedrà opposto all’americano Sam Querrey. Fondamentale per l’italiano il risultato di questo match che, in caso fosse positivo, lo vedrebbe per la seconda volta in carriera superare il terzo turno di uno Slam dopo quei quarti di finale catturati nel 2011 al Roland Garros. La vittoria del suo avversario al turno precedente contro uno spento Gulbis in 3 set non deve ingannare più di tanto: sicuramente sarà fresco in quanto a energie ma Fabio gli rimane comunque superiore in quanto a qualità di gioco, quindi se tutto va bene lo vedremo avanzare. Assisteremo poi al secondo classico Francia-Spagna della giornata che stavolta invece vedrà opposti l’intramontabile Robredo e il mitico Riccardino Gasquet: match dalla connotazione vintage, ci aspettiamo tocchi di fino e punti di qualità. A chiudere la seconda tranche maschile infine sarà il n.2 dell’ATP Novak Djokovic che affronterà l’uzbeco Istomin..3 set e passa la paura. Per le signore invece le luci saranno puntate dapprima su uno scontro di giovani promesse, Eugenie Bouchard e Lauren Davisconsigliamo questo match nonostante l’ora tarda per tutti gli amanti della nuova generazione tennistica; queste ragazze tra qualche anno diranno sicuramente la loro ai vertici della classifica, a nostro parere – e a seguire una battaglia di lusso tra la padrona di casa Sam Stosur, che si è appena presa la rivincita – e che rivincita – sulla Pironkova da Sydney concedendole solo 2 games, e la bella Ana Ivanovic, che si dice molto carica e in sintonia col suo nuovo team di lavoro e che lo sta dimostrando appieno in campo: nel 2T anche la povera Annita Beck si è dovuta accontentare solo delle briciole (61, 62).


Share on Facebook