Coppa Davis, Italia in Russia a settembre per rimanere nel World Group

Sarà la Russia l'avversario degli azzurri nel week-end dal 18 al 20 settembre per lo spareggio valido per la permanenza del World Group. L'Italia disputerà in trasferta la sfida, con i russi che dovranno scegliere la superficie di gioco.

Coppa Davis, Italia in Russia a settembre per rimanere nel World Group
Coppa Davis, Italia in Russia a settembre per rimanere nel World Group

Sono stati sorteggiati oggi gli accoppiamenti degli spareggi di Coppa Davis, validi per restare nel World Group della più antica competizione a squadre della storia del tennis. L'Italia, battuta a sorpresa a inizio 2015 nella trasferta di Astana dal Kazakistan, dovrà giocarsi il posto tra le migliori sedici con la Russia, che avrà il vantaggio del fattore campo e potrà dunque scegliere la superficie su cui far disputare i match, in programma dal 18 al 20 settembre.

Probabile che gli avversari russi optino per il tappeto indoor di Mosca o San Pietroburgo, più difficile che concedano agli azzurri l'opportunità di giocare sulla prediletta terra rossa. Lo spareggio si giocherà nel week-end immediatamente successivo alla conclusione degli US Open di New York, lasciando alle spalle la rovente stagione sul cemento nordamericano. L'Italia di Davis dovrebbe contare sul gruppo collaudato degli ultimi anni: Fabio Fognini e Andreas Seppi i due singolaristi, ancora Fognini in coppia con Simone Bolelli nel doppio. La Russia non sta vivendo un buon periodo a livello maschile: il migliore nelle classifiche Atp è Teimuraz Gabashvili, numero 50 al mondo, mentre appare inesorabile il declino di Mikhail Youzhny, arrivato anche tra i top ten in carriera e ora intorno alla centesima posizione del ranking. Completano il gruppo russo (che ha appena sconfitto la Spagna nello scorso week-end) il numero 122 al mondo Andrey Kuznetsov, il numero 176 Evgeny Donskoy ed il giovanissimo (17 anni) Andrey Rublev, 190 in classifica Atp.

Il destino dell'Italia dipenderà dunque dall'adattamento ad una superficie mai troppo congeniale agli azzurri di Barazzutti, con il solo Simone Bolelli realmente in possesso della giusta attitudine a giocare sui campi veloci. L'esito del confronto sarà poi marcato dalle lune di Fognini, sempre a rischio black-out in trasferta, e dalla continuità di Seppi, veterano dal sicuro rendimento. Il capitano Corrado Barazzutti ha così commentato l'accoppiamento con i russi: "E' un sorteggio duro, soprattutto perchè giocheremo in trasferta - le sue parole - ma ad ogni modo ci faremo trovare pronti per quest'appuntamento".

Quello di settembre sarà il sesto confronto in Davis tra Italia e Russia, con gli azzurri che conducono nei precedenti per 4-1. Nel 1996 l'ultima sfida, vinta per 3-2 dall'Italia sulla terra rossa del Foro Italico. Allora si giocava per accedere al secondo turno del World Group, quest'anno per rimanerci. Dopo le buone cavalcate del 2013-2014 (chiuse solo per mano di Canada e Svizzera), la debacle in Kazakistan ha riportato Seppi e compagni nel girone infernale degli spareggi, vero incubo durato per ben dodici anni, dal 2000 al 2012. Ecco perchè sarà fondamentale vincere in Russia, per non sprecare i frutti del lavoro degli ultimi anni.

Di seguito il sorteggio integrale degli incontri di Davis di settembre: Repubblica Ceca-India; Svizzera-Olanda; Italia-Russia; USA-Uzbekistan; Giappone-Colombia; Germania-Repubblica Dominicana; Croazia-Brasile; Slovacchia-Polonia. Nello stesso weekend si disputeranno anche le semifinali della competizione: Gran Bretagna-Australia e Belgio-Argentina, con le due europee che avranno a propria disposizione il vantaggio del fattore campo.

Tennis