Davis Cup, tutte le sfide del primo turno del World Group

Non solo Italia-Svizzera nel week-end di Davis. I campioni in carica della Gran Bretagna ricominciano dalla sfida con il Giappone, Belgio opposto alla Croazia. Tutte da seguire Australia-USA e Francia-Canada.

Davis Cup, tutte le sfide del primo turno del World Group
Davis Cup, tutte le sfide del primo turno del World Group

Sono trascorsi poco più di tre mesi dal trionfo britannico sulla terra rossa di Gand, e la Coppa Davis torna ad animare il calendario tennistico internazionale con gli ottavi di finale del World Group in programma da venerdì a domenica. Oltre all'Italia che sfiderà la Svizzera a Pesaro, ci sono tante altre sfide attesissime, tra cui quella tra Gran Bretagna e Giappone a Bimingham e il classico scontro tra Australia e Stati Uniti a Melbourne. Vediamo nel dettaglio cosa ci attende in questo week-end di tennis per nazioni:

Gran Bretagna - Giappone. (Birmingham, Barclaycard Arena, veloce indoor). I campioni in carica riprendono la loro corsa verso la seconda insalatiera consecutiva ripartendo da Birmingham, sede della sfida contro i nipponici. La superficie scelta è il veloce indoor della Barclaycard Arena nel cuore dell'Inghilterra, le speranze di passaggio del turno tutte affidate ad Andy Murray, alla prima apparizione dopo la finale degli Australian Open. Kei Nishikori guida invece il Giappone, che dovrà scegliere il secondo singolarista tra Daniel e Nishioka, mentre Leon Smith dovrebbe ormai lanciare definitivamente Kyle Edmund dietro Andy. Jamie completa un doppio ormai collaudato in coppia con il fratello.

Serbia - Kazakhstan. (Belgrado, Pionir Hall, veloce indoor). Il dubbio della vigilia riguarda le condizioni di Novak Djokovic, numero uno al mondo e ritiratosi dal torneo di Dubai per un problema all'occhio. Al coperto della Pionir Hall di Belgrado una nazione intera spera di avere il suo Nole a disposizione, contro un avversario che ha in Mikhail Kukushkin l'unico top cento. Serbia che potrà contare sul ritrovato Troicki, oltre che su Krajinovic.

Italia - Svizzera. (Arena Adriatica, Pesaro, terra rossa indoor). Turno alla portata degli azzurri di Barazzutti che, ancorchè privi dell'infortunato Fognini, affrontano una Svizzera depotenziata dalle assenze di Federer e Wawrinka. Sulla terra rossa indoor di Pesaro spazio dunque a Seppi e Bolelli, mentre gli elvetici si affidano in singolare a Laaksonen e Chiudinelli, entrambi lontani dalle prime cento posizioni del ranking Atp.

Polonia - Argentina. (Danzica, Ergo Arena, veloce indoor). Gli argentini, semifinalisti lo scorso anno (battuti dal Belgio), sono i favoriti della sfida di primo turno contro la Polonia, che si disputerà sul veloce indoor della Ergo Arena di Danzica. Il solo Jerzy Janowicz è giocatore di livello in singolare, mentre in doppio i padroni di casa potranno contare sull'esperienza di Matkowski. Ospiti che si presentano all'appuntamento con Mayer, Pella, Olivo e il veterano Berlocq.

Francia - Canada. (Guadalupe, Velodrome Amedèe Detraux, terra rossa outdoor). Uno degli scontri più interessanti del primo turno del World Group si gioca in Guadalupe, dove i francesi proveranno a fermare il Canada su un impianto in terra rossa outdoor. Si rivedrà Milos Raonic, ma su una superficie a lui non congeniale, con Pospisil secondo singolarista per i canadesi e il vecchio Nestor pronto per il doppio. Yannick Noah, capitano transalpino, ha invece l'imbarazzo della scelta, con Tsonga, Gasquet, Monfils e Simon a giocarsi due posti in singolare.

Germania - Repubblica Ceca. (Hannover, TUI Arena, veloce indoor). Ad Hannover i tedesci testano le proprie ambizioni al coperto della TUI Arena, dove Kohlschreiber e compagni affronteranno i cechi, già vincitori nelle ultime edizioni, guidati da Tomas Berdych. Per la Germania il secondo singolarista dovrebbe essere il teenager Alexander Zverev, mentre per gli ospiti ci sarà da scegliere tra Vesely e Rosol, con Stepanek pronto alla bisogna, oltre che per il doppio.

Australia - USA. (Melbourne, Kooyong Lawn Tennis Club, erba). E' la sfida di maggior fascino di tutto il week-end, anche se entrambe le nazioni stanno affrontando grosse difficoltà a produrre talenti di valore assoluto. Sta sicuramente meglio l'Australia, che ha il vantaggio di giocare in casa sull'erba di Melbourne, e che può contare su Bernard Tomic (reduce dalla finale di Acapulco persa contro Thiem) e su Nick Kyrgios, che ha trionfato dieci giorni fa a Marsiglia. Con Lleyton Hewitt nuovo capitano, gli aussies puntano tutto sui singolari, anche perchè dall'altra parte gli americani hanno reclutato i gemelli Bryan per il doppio. Jim Courier si affida a John Isner e a Jack Sock per evitare di dover affrontare nuovamente gli spareggi per rimanere nel World Group.

Belgio - Croazia. (Country Hall du Sart-Tilman, terra rossa indoor). La corsa dei finalisti dell'ultima edizione riprende in casa (a Liegi su terra rossa indoor) contro un avversario pericoloso come la Croazia, che aggiunge Borna Coric a Marin Cilic. Sulle spalle del solito David Goffin risiedono invece le speranze dei padroni di casa, che non hanno altri giocatori nella top 100 in singolare.


Share on Facebook