Del Potro annienta Tomic e trionfa a Sydney

A Palito bastano 53 minuti per superare il padrone di casa e conquistare Sydney, il suo 18 esimo titolo in carriera. Tomic che non riesce a bissare il successo della scorsa stagione.

Del Potro annienta Tomic e trionfa a Sydney
Del Potro annienta Tomic e trionfa a Sydney

Dopo il trionfo di Rusty Hewitt a Brisbane, l'Australia sognava già una storica doppietta nei tornei di casa, alla vigilia del grande evento di Melbourne. Non avevano fatto i conti con quell'omone che viene da Tandil, tale Martin Del Potro, che in soli 53 minuti ha annichilito il giovane tennista australiano. Il miglior biglietto da visita di Palito per gli imminenti Australian Open, ai nastri di partenza da testa di serie numero 5. Inizia bene la stagione, dopo i quattro tornei vinti nella scorsa. 

Alla Ken Rosewall Arena, Bernard Tomic ha retto l'impatto solo fino al 3-3 del primo set, prima di cedere di schianto, collezionando errori gratuiti in continuazione. Equilibrio rotto ben presto anche nel secondo set, nel quarto game, sul 2-1 per l'argentino. Break confermato e 4-1 in cascina; ci si aspetterebbe una reazione d'orgoglio di Tomic per risollevare una partita quasi compromessa. Il "crazy boy", invece, crolla definitivamente e apre la strada al successo del sudamericano. Tomic era reduce dal successo della scorsa stagione in finale sul sudafricano Kevin Anderson, ma non è riuscito a bissare il successo. Ora per lui un esordio da far tremare i polsi a Melbourne, al primo turno troverà Rafa Nadal, numero 1 al mondo.

Un Del Potro che nel percorso per giungere in finale non era parso brillantissimo; dopo il bye al primo turno, aveva faticato, e non poco, contro Mahut e contro Stepanek, due superstiti del gioco a rete. Segnali confortanti invece in semifinale, non proibitiva a dire la verità, contro Tursunov, battuto agilmente in due set. Lo stesso Del Potro non si aspettava di essere così in forma:"Le finali non sono mai semplici, ma ero sorpreso del mio livello di gioco. Penso di aver giocato alla grande, il dritto ha funzionato alla perfezione, ho fatto molti vincenti, parecchi ace e ottimi slices". Prosegue, "iniziare la stagione così è fantastico, sono fiducioso per il resto della stagione. Ho bisogno di continuare a lavorare nello stesso modo e nelle stesse condizioni. Adesso inizia il torneo più difficile, spero di andare meglio dell'anno scorso a Melbourne".

APIA INTERNATIONAL SYDNEY ATP 250

FINALE

J.M. DEL POTRO (1) - B. TOMIC 6-3, 6-1


Share on Facebook