ATP, Nadal rinasce ad Amburgo. Avanti Fognini, Bolelli e Seppi

Lo spagnolo recupera un set con Verdasco e allontana una prematura uscita di scena. Bene Bolelli e Seppi, Fognini fatica con Chardy.

ATP, Nadal rinasce ad Amburgo. Avanti Fognini, Bolelli e Seppi
ATP, Nadal rinasce ad Amburgo. Avanti Fognini, Bolelli e Seppi

Rafa Nadal non è tranquillo, si evince dal volto tirato, dal braccio contratto. Ogni errore accresce l'incertezza e il rischio di un'ulteriore battuta d'arresto è nell'aria, ancor più quando Fernando Verdasco inanella due break e cancella il buon inizio del maiorchino. La risposta vincente di Verdasco mette in cassaforte il 42 nel primo set e condanna Rafa, costretto a capitolare poco dopo per 6 giochi a 3. Il tracollo è a un passo. Nel primo gioco del secondo set, Verdasco colleziona tre opportunità di rottura. Nadal trova le soluzioni migliori nel momento più difficile, esce dalle sabbie mobili e scappa. Il parziale si dilata, Rafa si carica e il set scorre via rapido fino al 61 finale. La marcia di Nadal prosegue nel terzo, chiuso con identico punteggio. Non tragga però in inganno il 61 conclusivo, in diversi frangenti è equilibrio assoluto, con Verdasco che conquista occasioni importanti, ma stecca l'appuntamento. Contro un Nadal in confusione, Fernando sceglie la via più facile, quella del punto immediato, invece di costringere Rafa a restare a lungo nello scambio. Nadal ringrazia e mette in carniere punti rapidi, aumentando bottino e fiducia. Lo scatto finale, segnato dal pugno al cielo, chiude la contesa.

La pioggia complica i piani di giornata e diversi incontri subiscono le bizze del meteo. L'Italia della racchetta può comunque sorridere, perché al termine della giornata sono tre gli azzurri con il pass per il turno successivo. Andreas Seppi è il primo a disimpegnarsi. Una vittoria convincente, in due set, contro Martin Klizan, 62 64. Simone Bolelli deve invece ricorrere a due tie-break per domare il potente Rosol. A chiudere, Fabio Fognini. Quello di Fabio è l'incontro più complesso. Servono infatti tre set per cancellare il transalpino Chardy, 63 67 64.

Bautista Agut respinge il giovane Coric, 63 64, mentre la "favola" del lettone Gulbis si interrompe al terzo set. Juan Monaco regola il lettone, 63 il parziale decisivo. Paire ha la meglio su Kohlschreiber, 61 al terzo, Robredo rimonta A.Zverev, dopo il passaggio a vuoto del primo set.

Quest'oggi, torna in campo Fabio Fognini. L'azzurro è di scena sul Centrale nel terzo match di giornata. L'avversario è il terraiolo spagnolo Ramos Vinolas.


Share on Facebook