ATP Shanghai 2015: per un set Tomic insidia Djokovic, poi il serbo dilaga

Il primo parziale si risolve al tie-break e di fatto decide la partita. Nole firma la quindicesima vittoria consecutiva.

ATP Shanghai 2015: per un set Tomic insidia Djokovic, poi il serbo dilaga
ATP Shanghai 2015: per un set Tomic insidia Djokovic, poi il serbo dilaga

Per un set Bernard Tomic conferma di essere un talento della racchetta. Un'ora di tennis d'alto livello, in cui il braccio educato di Bernard si confronta con il muro eretto da Nole. Corsa e rincorsa, fino al tie-break, naturale giudice di un incontro in equilibrio. I quarti, a Shanghai, trovano il loro epilogo al tramonto del primo parziale, quando Nole piazza la stoccata e Tomic accusa, di colpo, la fatica. Si presentano le tossine del giorno precedente, affiora la stanchezza, in una gara in cui Tomic deve portarsi a un ritmo superiore per contrastare il n.1.  

Il set d'apertura vive di due squilli. Break e contro-break, due spallate che accendono i riflettori sulla sfida. Tomic commette qualche gratuito in più, ma ottiene un confortante aiuto dal servizio. Djokovic, stizzito, registra la buona lena del rivale e alza la soglia d'attenzione. Al tie-break, è tennis d'autore. Il primo mini-break è per Nole. 29 colpi per chiudere il punto, Tomic, bocca spalancata, fugge dallo scambio con un fendente che termina in corridoio. 43 Djokovic. La reazione è splendida. Il lungolinea questa volta pizzica la bianca riga ed è 44. Ovazione. Il respiro è però affannoso, la volèe di Djoko è incerta, ma Tomic avanza zoppicante e non riesce a rigiocare la palla. In sequenza, ecco un gratuito. 64 e due palle set Nole. Tomic aggredisce, con coraggio, rientra, ma sbatte sulla rapidità del n.1. 76 e terza palla set. L'ultimo punto sigilla il set, Tomic è fermo, il rovescio si spegne a metà rete, è la resa.

Nel secondo, il calo è prevedibile. L'australiano resta sulla scena con la testa, ma non ha le gambe per opporsi. Il break arriva al primo gioco. Dal 40-30 Tomic, tre punti Djokovic, con Bernard che strappa e deraglia. Il serbo veleggia rapido in battuta e conferma il vantaggio. Nel terzo gioco, altro momento difficile per Tomic. 15-40, Djokovic risponde, sempre, Tomic accorcia e capitola. Con la prima salva la situazione e chiude il gioco con un passante lungolinea in back delizioso. Il sipario cala nel corso del quinto game. Djokovic gioca profondo il rovescio, con la smorzata a uscire spegne Tomic e si guadagna la palla del doppio break. Dritto a metà campo e 41. Tre match point consecutivi sulla racchetta del serbo qualche minuto dopo. Tomic conquista qui gli ultimi applausi. Risale fino alla parità, addirittura si porta avanti. In un battito però Djoko è alla quarta palla match. Doppio fallo Tomic, un abbraccio sincero a rete. I complimenti di un giocatore di talento al più forte del circuito.

76 61 Djokovic, Tomic sale al n.18 della classifica da lunedì. Posizione più consona a un giocatore di questa fattura.


Share on Facebook